Contenuto sponsorizzato

Sull'A22 la benzina supera il tetto dei 2 euro al litro. Staffler: "L’Austria distrugge il mercato con un dumping sleale"

Alla stazione di servizio Nogarole Rocca il prezzo della benzina al ''servito'' è arrivato a quota 2,08 euro al litro mentre il diesel era a 1,96 euro. Una crescita esponenziale nonostante ancora debba cominciare l'estate

Pubblicato il - 12 giugno 2018 - 17:48

TRENTO. Era dal 2012 che non si superavano i 2 euro al litro ma sull'autostrada del Brennero, in questi giorni, si è tornati 6 anni indietro. Per l'esattezza alla stazione di servizio Nogarole Rocca il prezzo della benzina al ''servito'' è arrivato a quota 2,08 euro al litro mentre il diesel era a 1,96 euro. Una crescita esponenziale nonostante ancora debba cominciare l'estate (periodo dell'anno durante il quale storicamente i prezzi crescono) e nonostante non ci siano particolari rincari nel prezzo del petrolio. 

 

Cosa sta succedendo allora? Il problema sarebbe da cercare nella vicinanza con l’Austria: "È un circolo vizioso e assurdo — ha spiegato Haimo Staffler, presidente dell’Associazione liberi distributori dell’Alto Adige — perché l’Austria distrugge con un dumping sleale sul prezzo del gasolio ogni concorrenza, costringendo i distributori a sud del Brennero ad alzare ulteriormente i prezzi, perdendo così ancora più clienti. Con i Tir di lunga percorrenza, che hanno serbatoi da 1.600 litri — aggiunge Staffler — facendo il rifornimento in Austria risparmi anche più di 600 euro a pieno. In questo modo l’Austria attira Tir da mezza Europa e poi si lamenta per l’aumento di traffico sull’asse del Brennero. Non si fa così tra vicini". 

 

Ma il mercato è libero ed essere un territorio di confine ha i suoi pro e i suoi contro. Dal canto suo l'Italia resta il Paese con il più alto prezzo della benzina in Europa, secondo solo ai Paesi scandinavi e all'Olanda. La ragione è presto detta: paghiamo tasse antichissime che risalgono alle sventurate esperienze coloniali, come la guerra d'Etiopia del 1936. Il nuovo governo Lega - 5 Stelle ha previsto di eliminare le ''componenti anacronistiche delle accise sulla benzina''. In realtà le diverse accise, oggi sono unificate in un'unica imposta fissa di 0,728 euro al litro sulla benzina e di 0,61740 per il gasolio.

 

Per ridurla di un quarto serviranno, però, circa 6 miliardi di euro che andranno pescati da qualche altra parte.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 26 febbraio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

27 febbraio - 13:30

Ecco cosa dice la bozza del nuovo dpcm che sarà valido fino al 6 aprile. La zona rossa diventa più rossa con la chiusura anche di parrucchieri e barbieri quella bianca sempre più una realtà (dopo il caso della Sardegna) e prevede la riapertura praticamente di tutto (bar, ristoranti, cinema e teatri senza coprifuoco alle 22) eccetto fiere, congressi, discoteche e stadi. Resta il divieto di spostamento tra regioni ma novità per i musei

27 febbraio - 12:53

Si allunga l’elenco di Regioni e Province che hanno scelto di chiudere le scuole, troppo alto il rischio di contagi. Rezza: “Quando si parla di chiusure scolastiche è sempre doloroso ma laddove ci sono dei focolai o sono presenti le varianti è chiaro che tale decisione è assolutamente da considerare”

27 febbraio - 12:15

Sono svariati migliaia i tamponi processati per cercare le varianti in Alto Adige e complessivamente i casi trovati sono 630 e ''finora la mutazione sudafricana è stata trovata solo nella zona di Merano, Val Passiria e Val Venosta''

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato