Contenuto sponsorizzato

La commissione europea apre una procedura d'infrazione contro l'Italia: ''Abuso di ricorso ai contratti a termine nella pubblica amministrazione''

A livello nazionale il sindacato si muove per chiedere un confronto con il governo, il premier Giuseppe Conte e il ministro Luigi Di Maio, in Trentino il tema viene ripreso per chiedere alla Provincia un cambio di passo. Giuseppe Pallanch: "Ribadiamo la necessità di prevedere un piano delle assunzioni straordinarie per fronteggiare le numerose fuoriuscite di personale per anzianità"

Di Cisl Fp, spazio autogestito - 28 luglio 2019 - 17:51

TRENTO. "Basta precariato, necessario un piano assunzionale nel comparto pubblico", così Giuseppe Pallanch, segretario trentino della Cisl Fp, che rilancia le parole di Maurizio Petriccioli, segretario nazionale del sindacato dopo che la commissione europea ha aperto una procedura d'infrazione contro l'Italia per abuso di ricorso ai contratti a termine nella pubblica amministrazione.

 

A livello nazionale il sindacato si muove per chiedere un confronto con il governo, il premier Giuseppe Conte e il ministro Luigi Di Maio, in Trentino il tema viene ripreso per chiedere alla Provincia un cambio di passo. "Ribadiamo la necessità di prevedere un piano delle assunzioni straordinarie per fronteggiare le numerose fuoriuscite di personale per anzianità. Un altro punto è l'impegno a garantire le risorse come richiesto nel corso delle manifestazioni portate avanti dal sindacato. E' d'obbligo garantire quanto deciso in modo unitario dalle parti sociali".

 

Sono molte le problematiche messe sul tavolo dal sindacato. "E' necessario - dice la Cisl Fp - attuare il piano assunzionale attraverso i concorsi di tutti i profili professionali e abbiamo chiesto il rispetto del piano delle stabilizzazioni come da protocollo d’intesa con la precedente giunta. Si deve sbloccare il turn over e approntare una politica seria per l'aggiornamento dei fabbisogni nella pubblica amministrazione. Il tempo passa ma non si prendono decisioni, questi temi diventano però sempre più urgenti e la giunta deve assumersi le proprie responsabilità".

 

La Cisl Fp chiede alla Provincia maggiore progettualità e visione d'insieme per affrontare le criticità e prevedere un'agenda di azioni. "Si deve partire dai concorsi, verificare l’attuazione del protocollo sulle stabilizzazioni, soprattutto nelle Apsp per verificare la ricaduta di quell’accordo e inoltre chiediamo all’azienda di confrontarsi sull’utilizzo di personale somministrato inserito nell'Apss, per il quale contestiamo anche la mancata informativa. I dipendenti pubblici - prosegue la Cisl Fp - sono un ponte tra le comunità e le istituzioni, sono fondamentali. La giunta dice che non ci sono risorse, se non in quei settori d'interesse. Siamo estremamente preoccupati e serve un piano straordinario delle assunzioni per non compromettere i livelli qualitativi raggiunti negli anni. Si deve valorizzare il capitale umano e investire nel mentoring, ma anche prevedere un piano di valorizzazione professionale attraverso le progressioni verticali del personale, che si devono attuare tenendo conto del mutamento delle mansioni svolte. Serve un piano per tutti i profili professionali. Si deve valorizzare il personale e aiutare i giovani a crescere e inserirsi sul mercato del lavoro".

 

Il sindacato rimane in attesa delle decisioni della giunta provinciale. "E' necessario - conclude la Cisl Fp - la possibilità di inserire le risorse per avviare le trattative contrattuali e un piano assunzionale in sede di assestamento di bilancio. Inoltre il presidente ha confermato che gli under 35 negli organici della Provincia, da noi stimati intorno al 3%, rappresentano un fatto grave, evidenziando un tasso percentuale davvero troppo basso per garantire un futuro di qualità dei comparti pubblici".

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 28 settembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

29 settembre - 10:06

Stop anche all'entrata delle stelle alpine in giunta a Laives, il sindaco Christian Bianchi: "Ci saremmo aspettati più prudenza dal direttivo della Svp con il mantenimento della neutralità lasciando alla gente la possibilità di scegliere. Il centrodestra ha deciso di mettere in stand by la formazione di nuove giunte con la Svp"

29 settembre - 10:57

Nelle ultime 24 ore sono stati analizzati 984 tamponi, 8 i test risultati positivi. Sono 28 i pazienti ricoverati nei normali reparti ospedalieri e nessuno deve ricorrere alle cure della terapia intensiva, mentre sono 44 le persone presenti nella struttura di Colle Isarco

29 settembre - 05:01

Una famiglia si trova da martedì scorso tutta a casa in attesa dell'esito del tampone della figlia che da scuola, lunedì, era tornata con il raffreddore. E se ancora non è arrivata l'influenza e i primi raffreddori e mal di gola stanno arrivando proprio in questi giorni cosa succederà con il peggiorare della situazione? Sono sufficienti i tamponi a tenere sotto controllo la situazione?

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato