Contenuto sponsorizzato

Sanità, la Cisl Fp: ''Altro nulla di fatto. Serve maggiore responsabilità e risorse per chiudere il contratto''

Ennesima battuta d'arresto per il contratto sanità. La Cisl Fp: "Uil e Nursing Up hanno ancora una volta lasciato il tavolo di contrattazione e la trattativa si è bloccata di nuovo. Abbiamo chiesto una nuova convocazione in Apran in tempi brevissimi per lavorare insieme, migliorare il testo e ottimizzare la parte economica"

Di Cisl Fp, spazio autogestito - 17 luglio 2019 - 17:47

TRENTO. "Un altro nulla di fatto", così la Cisl Fp sul contratto sanità che vede un'ennesima battuta di arresto. "Serve maggiore responsabilità - prosegue il sindacato - Uil e Nursing Up hanno ancora una volta lasciato il tavolo di contrattazione e la trattativa si è bloccata di nuovo. Abbiamo chiesto una nuova convocazione in Apran in tempi brevissimi per lavorare insieme, migliorare il testo e ottimizzare la parte economica".

 

Il sindacato chiede un percorso comune perché la riorganizzazione del sistema sanitario non può prescindere dal coinvolgimento di chi lavora ogni giorno per garantire cura e assistenza sul territorio: “Servono innovazione organizzativa e professionale. Vogliamo - aggiunge la Cisl Fp - aprire una stagione di co-progettazione dei servizi e dei percorsi di salute. Dobbiamo ridisegnare un sistema sanitario che eviti una stagione di tagli lineari e che chiuda i contratti di lavoro 2016/2018, un avvio deciso del nuovo contratto 2019/2021".

 

Un contratto per tutto il comparto. "Abbiamo respinto - dice la Cisl Fp - con forza la volontà di chi ha abbandonato la riunione di sottrarre risorse ad altre professionalità, senza creare figure di serie A, B e C, senza poi dimenticare tutti gli altri lavoratori del sistema".

 

E' necessario anche un confronto con la politica. "È necessario un equilibrio tra sanitari e non, ma chiediamo al presidente Fugatti - conclude la Cisl Fp - un confronto sulle risorse da stanziare da subito per prevedere nel contratto 2019/2021 quel passo urgente per valorizzare tutto il personale sanitario e non. Servono risorse adeguate e certe per unire una sanità trentina tanto divisa in questi anni tra le varie fazioni".

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 dell'8 maggio 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
10 maggio - 06:01
La campagna vaccinale sta proseguendo e oggi entrerà in funzione il nuovo centro vaccinale a Cles. La dottoressa Maria Grazia Zuccali è [...]
Cronaca
09 maggio - 20:00
Trovati 57 positivi, non sono stati comunicati decessi nelle ultime 24 ore, sesto giorno consecutivo senza vittime legate all'epidemia. Sono [...]
Cronaca
09 maggio - 16:26
L'allerta è scattata poco dopo mezzogiorno all'altezza del centro abitato di Castello sul territorio comunale di Terragnolo. In azione la macchina [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato