Contenuto sponsorizzato

Scuola, arriva un concorso per la stabilizzazione di 25 assistenti educatori

Procedura riservata a chi ha maturato almeno tre anni consecutivi di servizio. Le iscrizioni vanno fatte online dal 14 marzo al 15 aprile. Ecco tutte le informazioni

Pubblicato il - 08 marzo 2019 - 19:03

TRENTO. Una procedura riservata per la copertura di 25 posti a tempo indeterminato per la figura di assistente educatore categoria C nelle istituzioni scolastiche e formative trentine. L'ha approvata oggi la giunta provinciale.

 

La procedura, fanno sapere da Piazza Dante, "rientra nel piano di riduzione del precariato finalizzato a garantire maggiore stabilità e continuità al sistema scolastico trentino".

 

Al concorso possono aderire solo i candidati che, alla data di presentazione delle domande, avranno maturato almeno tre anni continuativi di servizio, con almeno 180 giorni di servizio all'anno, come assistenti educatori tra l'1 settembre 2010 e il 31 agosto 2018.

 

Le domande di partecipazione dovranno essere compilate e presentate online a partire da giovedì 14 marzo alle 12. Ci sarà tempo un mese, fino alle 12 di lunedì 15 aprile. La procedura potrà essere portata a termine collegandosi al portale della scuola trentina nella sezione concorsi (qui).

 

L'accesso alla domanda online dovrà avvenire tramite la carta provinciale dei servizi (Cps) o Spid, il sistema pubblico d'identità digitale.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 30 novembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

30 novembre - 20:20

Sono 459 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 44 pazienti sono in terapia intensiva e 49 in alta intensità. Sono stati trovati 176 positivi a fronte dell'analisi di 740 tamponi​ molecolari per un rapporto contagi/tamponi al 23,8%

30 novembre - 20:31

Un'operazione un po' diversa rispetto al modello di screening di massa altoatesino, ma comunque un'attività a più ampio raggio per cercare di interrompere il prima possibile eventuali catene di contagio attraverso una serie di test antigenici. E' necessaria l'impegnativa del medico di base per portare effettuare il tampone

30 novembre - 19:37

La proposta è quella degli skipass solo a chi pernotta almeno 1 notte in una struttura oppure le persone che possiedono o mettono in affitto una seconda casa. Dura la Cgil, Stefano Montani: "Ennesima estemporanea uscita di Failoni, una proposta che almeno ha il pregio di far sorridere, magari amaramente, ma pur sempre sorridere. L'assessore in cerca di facile pubblicità la smetta di ragionare da albergatore e inizi a farlo da assessore"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato