Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, stanziati 340 milioni di euro per esonerare le aziende vinicole, di pesca e acquacoltura dal versamento dei contributi di dicembre

Il presidente della Coldiretti, Ettore Prandini: "Una misura importante di fronte agli effetti della chiusura delle attività di ristorazione che si fanno sentire a cascata sull’intera filiera agroalimentare, con disdette di ordini per le forniture di molti prodotti"

Pubblicato il - 08 novembre 2020 - 09:30

TRENTO. Sono stati stanziati altri 340 milioni di euro per garantire, anche per il mese di dicembre 2020, l'esonero dal versamento dei contributi previdenziali e assistenziali delle imprese agricole duramente colpite dalla chiusura delle attività di ristorazione. 

 

Si tratta di imprese che si occupano di pesca, dell'acquacoltura e della produzione di vino e birra. "Abbiamo ottenuto il taglio del costo del lavoro con l’esonero dal versamento dei contributi previdenziali in agricoltura protratto alla fine dell’anno, importante per sostenere le imprese agricole duramente colpite a cascata dalle chiusure della ristorazione".

 

E’ quanto afferma il presidente della Coldiretti, Ettore Prandini, nel commentare positivamente l’annuncio del Ministro delle Politiche Agricole, Teresa Bellanova, di aver stanziato 340 milioni con il decreto Ristori bis approvato dal consiglio dei ministri.

 

"Si tratta di una misura importante di fronte agli effetti della chiusura delle attività di ristorazione che – conclude Prandini – si fanno sentire sull’intera filiera agroalimentare con disdette di ordini per le forniture di molti prodotti agroalimentari, dal vino all’olio, dalla carne al pesce, dalla frutta alla verdura ma anche su salumi e formaggi di alta qualità che trovano nel consumo fuori casa un importante mercato di sbocco".

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 22 dicembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

16 gennaio - 19:43

Sono 333 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 46 pazienti sono in terapia intensiva e 45 in alta intensità. Oggi sono stati comunicati 7 decessi di cui 6 in ospedale

16 gennaio - 17:59

Fugatti esulta: “Grazie ad un Rt sotto l’1 il Trentino rimane in zona gialla”, ma in conferenza stampa deve spiegare. Nel monitoraggio settimanale dell’Iss l’Rt del Trentino è indicato all’1.01. Nel frattempo Luca Zaia, nonostante un Rt di 0.96, ha chiesto e ottenuto di finire in zona arancione

16 gennaio - 18:29

Nella consueta conferenza sulla situazione Coronavirus in provincia di Trento, il direttore generale dell'Apss Pier Paolo Benetollo ha ribadito l'importanza di sottoporsi all'isolamento in caso di contatto con un positivo. "Il tampone è un utile strumento ma non in questo caso"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato