Contenuto sponsorizzato

Emergenza Coronavirus, al via dall'1 aprile le domande per le indennità di 600 euro. Indorato (Nidil): “La Pat integri le misure per i lavoratori meno tutelati”

Da mercoledì 1 aprile sarà possibile inoltrare all'Inps la richiesta dell'indennità di 600 euro stanziata dal governo Conte con il decreto Cura Italia per partite Iva, lavoratori autonomi e altre categorie . Di seguito le modalità di richiesta. Dalla Cgil, intanto, arriva un appello alla Pat: "Integrate le misure per i lavoratori meno tutelati"

Pubblicato il - 31 marzo 2020 - 16:12

TRENTO. La misura decisa dal governo di sostenere alcune categorie di lavoratori con un'indennità straordinaria da 600 euro, prevista dal Decreto Cura Italia, sta per prendere avvio. Dall'1 aprile, infatti, partirà la raccolta telematica delle domande.

 

Queste potranno essere inoltrate direttamente dal sito dell'Inps, ma si dovrà essere in possesso del pin personale o richiederlo sul sito internet dell'Istituto. “L'Inps non ha fissato un termine temporale entro cui presentare le domande – spiega il direttore del Patronato Inca Cgil Marco Colombo – né ha definito dei criteri di selezione o monitoraggio. Per noi sarebbe comunque inaccettabile un principio che penalizza chi ha maggiori difficoltà a presentare la domanda. Purtroppo i fondi stanziati dal Governo con molta probabilità non saranno sufficienti e ci auguriamo che con aprile ci sia uno stanziamento più adatto ai bisogni di questa tipologia di lavoratori”.

 

Il contributo, previsto come indennizzo del mese di marzo, riguarda tra gli altri i professionisti con partita Iva, i lavoratori autonomi, gli stagionali del turismo, gli operai agricoli a tempo determinato e i lavoratori dello spettacolo, i collaboratori coordinati continuativi ma non quelli occasionali. “La somma messa a disposizione dallo Stato è solo un primo tassello, assolutamente insufficiente anche solo a fronteggiare le spese quotidiane per chi, tra le categorie di lavoratori più deboli e meno tutelati come i collaboratori, gli autonomi e le partite Iva, è stato costretto a fermarsi”, aggiunge la segretaria di Nidil Giulia Indorato.

 

“E' urgente che la giunta provinciale prenda in seria considerazione la necessità di integrare le risorse statali – continua – con strumenti ad hoc di sostegno al reddito per queste persone. Chiediamo si apra subito un confronto con le parti sociali in vista della nuova delibera di giunta annunciata dall’assessore Spinelli per aprile”.

 

Ad oggi, come detto, l'indennità copre solo il mese di marzo, mentre allo studio del governo ci sarebbe l'estensione della misura anche ad aprile. “E' importante però che in Trentino si studi come garantire l'indennità anche per mesi successivi se non coperti dal governo, oltre a rafforzarne la portata economica”, insiste Indorato.

 

Il Patronato Inca segnala che è disponibile per tutti i lavoratori, anche autonomi iscritti all'Inps, i professionisti iscritti alla Gestione separata Inps e altri dipendenti del settore privato, la procedura per chiedere i congedi parentali Covid-19, cioè i 15 giorni aggiuntivi per assistenza figli fino a 12 anni o con figli invalidi. La domanda può avere effetto retroattivo, comunque entro il limite del 5 marzo 2020. E' sufficiente, in questo caso, contattare il patronato.

 

All'atto della domanda, il lavoratore dovrà rilasciare una autocertificazione in favore degli uffici del Patronato Inca. Dovrà essere cura del lavoratore consegnare al proprio datore di lavoro la copia della domanda rilasciata dal Patronato Inca unitamente all'autocertificazione, esattamente come per i normali congedi parentali.

 

Infine si segnala che il decreto Cura Italia ha ampliato anche i termini per la richiesta di Naspi e Dis-Coll, disoccupazione per i collaboratori. Anche in questo caso i lavoratori e le lavoratrici interessati potranno contattare il Patronato Inca per l'invio delle domande per via telematica. È sufficiente scrivere una mail ad accoglienza@cgil.tn.it o telefonando allo 0461040111.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 28 maggio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

29 maggio - 15:12

I fatti sono successi poco dopo le 13.30 e la dinamica di quanto accaduto è ancora al vaglio degli inquirenti. La donna è finita al Santa Chiara trasportata con l'elicottero in codice rosso

29 maggio - 15:21

Le direttive sull'uso della mascherina non cambiano. Se in Veneto il governatore Zaia ha alleggerito gli obblighi, Fugatti spiega che in Trentino serve attendere un'ulteriore stabilizzazione del contagio. Sono quasi 84 mila gli stanziamenti ulteriori che la Pat ha fatto all'Opera Universitaria per le borse di studio 

29 maggio - 11:55

Per il membro del consiglio direttivo del Wwf del Trentino Karol Tabarelli de Fatis che ha analizzato l'accaduto i buchi sarebbero artificiali. Segnalazioni simili arrivano anche dal lungolago di Calceranica

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato