Contenuto sponsorizzato

Fondazione Caritro entra in fase 2 e stanzia 2,6 milioni per la ripartenza del Trentino: ''Nessuno si salva o vince da solo, facciamo squadra per rilanciare il territorio''

Il programma per accompagnare il Trentino nella ripartenza prevede interventi nei settori della ricerca, istruzione, cultura e sociale. "Il Comitato ha consentito in tempi molto rapidi un’integrazione delle risorse del piano 2020 per favore il piano anti-Covid-19 e far ripartire il Trentino"

Pubblicato il - 14 maggio 2020 - 20:30

TRENTO. La Fondazione Caritro rilancia il proprio impegno negli “interventi di emergenza Covid-19”: sostegno per la ricerca diagnostica, acquisto di dispositivi di protezione individuale e macchinari per l'Apss e di tablet per gli studenti trentini per un totale di quasi 1 milione di euro.

 

L'istituto di via Calepina entra ora nella fase 2, con ulteriori 2,6 milioni di euro, volti a far ripartire il Trentino in diversi settori con un approccio di condivisione e co-progettazione tra realtà pubbliche e private, for-profit e no-profit.

 

"La nostra mission - commenta Mauro Bondi, presidente del Consiglio di Gestione di Fondazione Caritro - è portare il nostro contributo di competenze e sostegno al territorio. Si tratta di mettere in rete il tessuto sociale e il capitale umano della comunità per sviluppare innovazioni e stimolare ricadute concrete per la popolazione. Il momento è certamente difficile e mai come oggi pieno di incertezze, ma nessuno si salva da solo e nessuno vince da solo, serve un gioco di squadra".

 

Il programma per accompagnare il Trentino nella ripartenza prevede interventi nei settori della ricerca, istruzione, cultura e sociale. "Il Comitato ha consentito in tempi molto rapidi un’integrazione delle risorse del piano 2020 per favore il piano anti-Covid-19 e far ripartire il Trentino - dice Elena Tonezzer, presidente del Comitato di Indirizzo di Fondazione Caritro, che aggiunge: "Il momento più difficile speriamo possa essere alle spalle, ma adesso raccogliamo la sfida della ripartenza: la fase 2 non deve coglierci impreparati. Vogliamo essere un punto di riferimento per la cittadinanza. Questo approccio è parte della storia e della tradizione dell'Istituto".

 

La Fondazione interviene con risorse economiche ma anche garantendo ampi margini di flessibilità per la gestione dei progetti in corso (agevolando le liquidazioni degli anticipi sui contributi, le proroghe dei tempi e la possibile revisione dei contenuti), offrendo strumenti webinar per un uso virtuale delle sale conferenze ed avviando un processo, in collaborazioni con altri partner, per la creazione, lo sviluppo e la gestione di una piattaforma di progettazione partecipata e fare rete anche a distanza.

 

In ambito ricerca verranno destinati 200 mila euro per ulteriori iniziative di ricerca anti Covid-19 per lo studio di soluzioni applicative in tempi brevi e quindi favorire la ripartenza. Nel campo dell’istruzione gli interventi prevedono il coinvolgimento di istituti scolastici, enti esterni, docenti, oltre agli studenti e le loro famiglie per 720 mila euro.

 

Nel contesto della cultura si prevedono 460 mila euro di interventi per incentivare l’innovazione dell’offerta culturale tramite l’uso delle nuove tecnologie digitali e la progettazione di eventi culturali di prossimità per rigenerare l’offerta nel periodo estivo attraverso logiche di comunità di vicinato che possano stimolare rinnovate modalità di vivere la cultura e la collettività.

 

Il piano di ripartenza per il sociale prevede un contributo di 1,29 milioni di euro per il sostegno di iniziative co-progettate con enti pubblici e privati per progetti di comunità volti ad affrontare vulnerabilità emergenti, ri-progettare luoghi e modalità di gestione dei laboratori protetti. Inoltre formazione ed inserimenti lavorativi per giovani e profili vulnerabili, gestiti con logiche che possono sostenere la ripartenza di enti del terzo settore e del sistema delle imprese.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 20 aprile 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Ambiente
21 aprile - 15:39
Per i portavoce dei biodistretti di Trento, Gresta e Valle dei Laghi il ddl promosso dall'assessora Zanotelli è da bocciare: ''I tempi [...]
Montagna
21 aprile - 12:03
Nonostante il periodo di lockdown, il numero di interventi in ambiente montano nel 2020 è aumentato di 73 unità rispetto al 2019, anno in cui gli [...]
Cronaca
20 aprile - 16:11
C'è perplessità riguardo alla recente decisione della Provincia di autorizzare la permuta dell'ex Villa Rosa con Castel Valer, il castello [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato