Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, "La situazione è drammatica. Siamo a fine corsa, basta chiusure''. I commercianti di Rovereto scendono in strada per protestare

Rovereto vanta una notevole presenza di punti vendita al dettaglio e la situazione in zona rossa è diventata ormai insostenibile e domani alle 9 in via Rialto molti di loro saranno in strada, mantenendo mascherina indossata e distanze di sicurezza, per testimoniare questo stato di sofferenza e di emergenza socio-economica ancor prima che sanitaria. L'Unione Commercio: ''Il tempo della pazienza è scaduto"

Pubblicato il - 28 marzo 2021 - 11:46

ROVERETO. Il Trentino è in zona rossa dal 15 marzo e lo resterà almeno fino al 5 aprile, il che significa molti negozi obbligati alla chiusura dall'abbigliamento e calzature per adulti alle gioiellerie. Addio alle vendite di primavera e all’atteso shopping del cambio di stagione. Una situazione che già ristoratori ed esercenti vivono da mesi, con chiusure serali cominciate nell’autunno scorso.

 

“Una situazione drammatica” ha spiegato Marco Fontanari, presidente dell'Unione commercio e turismo di Rovereto e Vallagarina annunciando per domani (lunedì 29 marzo) alle 9 in via Rialto una protesta. “Molti commercianti saranno in strada, mantenendo mascherina indossata e distanze di sicurezza, per testimoniare questo stato di sofferenza e di emergenza socio-economica ancor prima che sanitaria” ha spiegato Fontanari.

 

La richiesta è quella di un cambio di strategia e la possibilità di tornare a lavorare per sopravvivere, dopo oltre 13 mesi di restrizioni e chiusure. “La situazione è drammatica, lo stiamo dicendo da mesi ma nelle ultime settimane sta precipitando per tutti” commenta amaramente Marco Fontanari. “Siamo tutti abbattuti – continua - e sconfortati perché le nostre richieste non vengono prese in considerazione, i protocolli ci sono e sono stati applicati correttamente ma non basta per farci lavorare”.

 

La disparità di trattamento ed il palese accanimento nei confronti di alcuni settori scatenano anche la rabbia di molti operatori economici. “E’ sotto gli occhi di tutti la situazione paradossale che stiamo vivendo - aggiunge ancora Fontanari -: piccoli negozi chiusi ed altri sempre aperti, presi d’assalto dai clienti senza controlli sugli accessi, igienizzazione dei carrelli e code alle casse in condizioni tutt’altro che sicure”.

Come associazione di categoria, spiega il presidente di Unione commercio e turismo di Rovereto e Vallagarina, di fin dall’inizio della pandemia sono state fornite agli operatori tutte le istruzioni secondo le prescrizioni ordinate dai vari dpcm, decreti ed ordinanze.

 

Un crescendo di preoccupazione, di senso d’ingiustizia e, in molti casi, anche di difficoltà economica ormai al limite della sopravvivenza: “Siamo arrivati a fine corsa, tanti sacrifici e sopportazione per oltre un anno ma non si vede la fine di questo calvario e, soprattutto, è ormai chiarissimo a tutti che non è nelle nostre attività che nascono i focolai del contagio. Non può essere solo il terziario a pagare il prezzo di una campagna vaccinale che procede a rilento, di continui cambi di strategia nell’affrontare la pandemia che hanno disorientato cittadini ed imprese, di provvedimenti mai risolutivi, che ci hanno portato a questo punto: solo riaprendo possiamo sperare di salvare centinaia di aziende anche a Rovereto ed in Vallagarina. I protocolli ci sono, li facciamo rispettare, chiediamo di lavorare come non hanno mai smesso di fare tutte le altre categorie economiche. Il tempo della pazienza è scaduto”.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 23 maggio 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
23 maggio - 19:13
Il bilancio del comune dopo i grande evento di venerdì sera. Per tutti è stato chiaro che è andato davvero tutto bene perché si è trattato di [...]
Politica
23 maggio - 16:30
L’esponente di Fratelli d’Italia è intervenuta sulle “pesanti ingiurie da parte dello staff della sicurezza” dicendosi “profondamente [...]
Cronaca
23 maggio - 17:44
Secondo una prima ricostruzione l’uomo alla guida di un’Alfa che stava procedendo in direzione sud, verso Rovereto, non si è fermato a un [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato