Contenuto sponsorizzato

Pronti i nuovi uffici di Pensplan e la società guarda al futuro. Il trentino Migazzi: ''Solidi nei fondi di previdenza, puntiamo sui giovani e sulla sanità integrativa''

La società, che rappresenta un unicum a livello nazionale e sviluppa servizi e attività di welfare regionale, è pronta a inaugurare la nuova sede operativa di Trento e delinea anche le strategie del prossimo futuro. Il prossimo amministratore delegato Matteo Migazzi: "Una responsabilità è certamente quella di favorire e promuovere il dialogo e la fattiva collaborazione tra le due Province autonome"

Di Luca Andreazza - 24 maggio 2021 - 21:05

TRENTO. "Una sfida è quella di riuscire a coinvolgere le fasce più giovani della popolazione e sensibilizzare le nuove generazioni sull'importanza della previdenza complementare e della corretta gestione del risparmio". Così Matteo Migazzi, il prossimo amministratore delegato di Pensplan, società di consulenza in materia di previdenza e assicurazioni sociali. "Inoltre gli obiettivi sono quelli di sviluppare i progetti dedicati alla protezione della persona e della sua famiglia nel ciclo di vita".

 

La società, che rappresenta un unicum a livello nazionale e sviluppa servizi e attività di welfare regionale, è pronta a inaugurare la nuova sede operativa di Trento ("Una sede che facilita la fruizione e garantisce spazi maggiori") e delinea anche le strategie del prossimo futuro. Recentemente La Regione ha rinnovato anche le cariche di Pensplan per ripartire da Johanna Vaja e Matteo Migazzi, rispettivamente indicati quali presidente e amministratore delegato (l'assemblea dei soci è convocata per giovedì 27 maggio e i ruoli verranno formalizzati).

 

Il 37enne originario di Mezzana ma residente a Trento, una laurea magistrale in "Scienze economiche" all'Università Niccolò Cusano di Roma, una laurea magistrale in "Studi Europei" all'Università di Padova, una laurea triennale in "Studi internazionali" all'Ateneo di Trento e un Master in Diritto parlamentare e costituzionale alla Luiss School of Government di Roma, è stato chiamato a gestire la società in questa fase caratterizzata dall'emergenza Covid-19 e diventa ancora più importante potenziare un sistema di risparmio previdenziale per tutelare i cittadini da possibili situazioni di fragilità economica.

 

Negli anni la società è diventata leader nello sviluppare quei servizi di previdenza complementare e nella capacità di sostenere i Fondi pensione convenzionati: il 2019 si è chiuso con oltre 244 mila posizioni nei fondi pensione istituti in Regione e 26 mila aziende gestite, 106 mila contatti negli uffici Pensplan, oltre 490 milioni di euro di contribuzione sulle posizioni individuali degli aderenti, un patrimonio dei fondi pensione regionali di 4,7 miliardi di euro e 662 richieste di interventi di sostegno. 

 

"Gli aderenti - dice Migazzi - possono beneficiare di servizi aggiuntivi e di una riduzione dei costi. Inoltre supportiamo tutti gli interessati nella scelta della forma di previdenza complementare più adatta attraverso un efficiente servizio di informazione, consulenza e formazione. Siamo una società pubblica e quindi perseguiamo l'interesse dei cittadini nella massima trasparenza. Questi sono i nostri pilastri ma adesso è necessario compiere alcuni step successivi: le azioni di sensibilizzazione devono riuscire a coinvolgere e intercettare anche i più giovani".

 

L'intenzione è quella di stringere accordi con le Università e con le scuole. "Gli atenei - aggiunge il prossimo amministratore delegato - ci possono fornire un prezioso contributo scientifico-accademico, mentre noi vogliamo mettere a disposizione la nostra esperienza e il nostro know-how per spiegare ai giovani la portata di aderire alla previdenza complementare e l'importanza di saper gestire adeguatamente il risparmio. Non è una sfida semplice in quanto i ragazzi naturalmente vedono la pensione come un evento lontano nel tempo ma questa può diventare anche una base per implementare ulteriormente i servizi di welfare territoriale e offrire una prospettiva di miglioramento della qualità di vita".

 

E poi c'è la partita delle non-autosufficienza. "Vogliamo contribuire a trovare la formula adatta per sviluppare adeguatamente questo importantissimo settore. L'invecchiamento e la longevità della popolazione - evidenzia Migazzi - mettono a dura prova la sostenibilità del nostro sistema di welfare: il settore pubblico da solo è destinato, in prospettiva, a non riuscire reggere le sempre maggiori richieste. La società Pensplan può quindi essere un partner affidabile e strutturato anche per la promozione e lo sviluppo di iniziative di sanità integrativa".

 

Un altro ramo è quello del mercato occupazionale. "La Regione - continua il prossimo amministratore delegato - nell’ambito delle sue competenze interviene già con importanti sostegni finanziari a favore di determinate categorie di persone. E Pensplan gestisce e implementa questi interventi. Anche da questo punto di vista, in questa fase di difficoltà, potremo certamente dare il nostro contributo per trovare soluzioni specifiche e promuovere iniziative di contrasto alla crisi innescata da Covid".

 

Un percorso da avviare e portare avanti nei prossimi tre anni, che dovrà essere caratterizzato necessariamente dalla proficua collaborazione tra Trento e Bolzano. E il 37enne può far leva sull'esperienza tra il capoluogo e Roma nei ruoli di capo di gabinetto tra Provincia e Regione e quella della Camera dei deputati. "Una responsabilità è certamente quella di favorire e promuovere il dialogo e la fattiva collaborazione tra le due Province autonome. Questa società deve riuscire a valorizzare il Trentino Alto Adige nel suo insieme, in quanto l’orizzonte di riferimento non può che essere quello regionale, anche per poter avere la giusta forza e la massa critica adeguata: Pensplan è il braccio operativo del welfare regionale", conclude Migazzi.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 27 novembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
28 novembre - 20:00
Trovati 111 positivi, 0 decessi nelle ultime 24 ore. Registrate 33 guarigioni. Sono 50 i pazienti in ospedale. Sono 835.235 le dosi di [...]
Cronaca
28 novembre - 18:26
Il presidente di Patrimonio del Trentino Spa, Andrea Villotti, avrebbe preso in consegna una Porsche Macan da 90mila euro sequestrata [...]
Cronaca
28 novembre - 18:20
Sono diversi gli interventi messi in campo dai vigili del fuoco dell'Alto Adige a causa della neve. L'appello ai guidatori è quello di fare [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato