Contenuto sponsorizzato

Superbonus 110%, accordo tra Itas Mutua e il Gruppo Cassa Centrale per offrire finanziamenti ponte a condizioni agevolate

La durata del finanziamento è di 24 mesi con importo massimo pari al 100% del credito che Itas Mutua si è impegnata ad acquistare. Il finanziamento, che avrà condizioni di spesa e di tasso particolarmente vantaggiose, sarà rimborsato attraverso i fondi derivanti dalla cessione del credito fiscale ad Itas Mutua

Pubblicato il - 08 aprile 2021 - 16:47

TRENTO. Condizioni di particolare vantaggio, la possibilità di accedere a finanziamenti ponte tra il pagamento degli anticipi a imprese e professionisti e la fase finale di cessione ad Itas Mutua del credito fiscale maturato. Questi in breve i punti dell'accordo siglato nell'ambito del progetto Superbonus 110% da Itas Mutua e il Gruppo Cassa Centrale.

 

Dopo aver ottenuto da una delle Agenzie Itas l’attestato di ''socio'' e dal Caf Acli di competenza territoriale un documento di fattibilità fiscale dell’intervento, l’assicurato che debba fronteggiare gli anticipi e le spese nel periodo che intercorre tra l’inizio dei lavori e la maturazione del credito fiscale potrà accedere a finanziamenti in forma di apertura di credito in conto corrente da parte delle affiliate al Gruppo Cassa Centrale.

 

La durata del finanziamento è di 24 mesi con importo massimo pari al 100% del credito che Itas Mutua si è impegnata ad acquistare. Il finanziamento, che avrà condizioni di spesa e di tasso particolarmente vantaggiose, sarà rimborsato attraverso i fondi derivanti dalla cessione del credito fiscale ad Itas Mutua. Nessuna spesa è prevista per eventuali decurtazioni o estinzioni anteriori ai 24 mesi ordinari.

 

Dunque dopo le convenzioni con i Caf Acli, Habitech e Polo Edilizia 4.0 per offrire servizi fiscali e sostegno tecnico nei progetti di ristrutturazione, ora Itas Mutua mette in campo una nuova partnership finanziaria con il sistema del credito cooperativo a completamento di un’offerta a 360 gradi in favore dei propri soci assicurati, promuovendo importanti sinergie con i protagonisti dell’intera filiera relativa al Superbonus 110% e riaffermando in questo modo il proprio ruolo di Compagnia vicina al territorio e attenta alle esigenze dei propri soci assicurati.

 

L’accordo stipulato riguarderà in una prima fase le sole Casse Rurali Trentine, con l’obiettivo che sia esteso entro breve a tutte le Banche aderenti al Gruppo Bancario Cooperativo Cassa Centrale Banca. “Siamo molto soddisfatti di questa nuova collaborazione con il Gruppo Cassa Centrale, nostro partner storico – ha affermato il presidente di Itas Mutua Fabrizio Lorenz – poiché ci aiuta a rafforzare il nostro pacchetto di misure a sostegno dei soci assicurati nell’ambito del progetto Superbonus 110% per il quale la Compagnia, nell’esercizio 2021, ha stanziato 100 milioni di euro finalizzati all’acquisto dei crediti d’imposta. Da sempre l’attenzione alla sostenibilità, al risparmio energetico e alla tutela dell’ambiente sono fari che illuminano il modo di intendere il nostro ruolo di Mutua, chiamata a lasciare alle future generazioni un patrimonio, non solo economico, migliore di quello che abbiamo ereditato noi. E farlo nell’anno del nostro bicentenario, che ci rende la Compagnia assicurativa più antica d’Italia, ci inorgoglisce e ci spinge a fare sempre meglio”.

 

“Condividiamo con Itas la forte vocazione locale e l’attenzione al territorio – commenta il presidente di Cassa Centrale Banca Giorgio Fracalossi – per questo crediamo molto in questo accordo, che rappresenta un valido esempio dell’integrazione del lavoro tra Cassa Rurali e mondo assicurativo, una collaborazione che può dare nuovo slancio all’economia locale e favorire la ripartenza in un periodo davvero difficile. Le Casse Rurali Trentine in sinergia con Cassa Centrale possono svolgere un ruolo importante, grazie alla forza che esprimono e alle competenze acquisite sul superbonus”.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 17 maggio 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
18 maggio - 19:52
Trovati 36 positivi, non sono stati comunicati decessi nelle ultime 24 ore. Sono state registrate 113 guarigioni. Sono 689 i casi attivi sul [...]
Cronaca
18 maggio - 21:40
L'allerta è scattata lungo la MeBo in direzione nord all'altezza dell'uscita per Terlano. In azione la macchina dei soccorsi, due le persone [...]
Politica
18 maggio - 17:18
C'è da evidenziare che i numeri rispetto al capoluogo sono molto diversi: 998 domande a Trento tra ottobre 2020 e aprile 2021, mentre a Rovereto [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato