Contenuto sponsorizzato

Utile netto a 6,5 milioni per Mediocredito, la banca incrementa i volumi di attività e gli indicatori di solidità e redditività: ''Risultati frutto dell'impegno della squadra''

Un bilancio 2021 molto positivo per Mediocredito Trentino Alto Adige, forte anche dell'upgrada del rating di Moody's: "Ci siamo rafforzati e resi più efficienti, per questo siamo confidenti di poter affrontare le sfide future di un’economia ancora instabile, dall’accresciuta tensione e volatilità dei mercati al rincaro energetico, continuando nella nostra mission di banca a sostegno delle piccole e medie alle imprese"

Di L.A. - 05 aprile 2022 - 17:37

TRENTO. Un incremento nel volume del nuovo credito concesso, gli indicatori di solidità e redditività ancora in crescita e un utile netto a 6,5 milioni. E' un bilancio 2021 molto positivo quello delineato da Mediocredito Trentino Alto Adige, forte dell'upgrade a Baa2 nel rating Moody's sui depositi a premiare un percorso avviato negli anni scorsi dalla banca del territorio.

 

"Questi importanti risultati, apprezzati anche da Moody’s che ci ha recentemente alzato il rating sui depositi della banca, sono frutto del costante impegno dell'intera squadra di Mediocredito. Ci siamo rafforzati e resi più efficienti - commenta Diego Pelizzari, direttore generale di Mediocredito del Trentino Alto Adige - per questo siamo confidenti di poter affrontare le sfide future di un’economia ancora instabile, dall’accresciuta tensione e volatilità dei mercati al rincaro energetico, continuando nella nostra mission di banca a sostegno delle piccole e medie alle imprese".

 

Risultati che si possono apprezzare anche nell'ultimo bilancio di Mediocredito. L’attività corporate della Banca nel 2021 è stata molto intensa, grazie al lavoro della struttura commerciale che ha portato al finanziamento d’importanti investimenti, correlati alla ripresa economica e alla ritrovata fiducia delle imprese. 

 

Il recupero dell’economia reale ha prodotto un incremento nel volume del nuovo credito concesso (+14% rispetto al 2020), superando i 280 milioni di euro, in particolare diretti alla copertura di programmi d’investimento pluriennali, che troveranno quindi finalizzazione con diverse erogazioni anche nei prossimi esercizi. 

 

Il volume di nuovo credito erogato ha sfiorato i 240 milioni di euro, con un andamento leggermente positivo che ha consentito di mantenere sostanzialmente stabile lo stock complessivo dei crediti in bonis. Accanto ai tradizionali finanziamenti a medio lungo termine, che in parte hanno beneficiato della nuova garanzia europea del Fondo Europeo per gli Investimenti, da evidenziare le operazioni di finanza strutturata di supporto agli investimenti in energia alternativa e in infrastrutture, l’attività di advisor e arranger nelle emissioni di minibond e le operazioni di leasing strumentale in forte espansione.

 

Dal punto di vista qualitativo, i crediti caratteristici deteriorati lordi continuano nel loro virtuoso tracciato di contrazione, registrando anche quest’anno un -26,5%. Questo importante risultato ha portato a ridurre l’incidenza dei crediti deteriorati lordi, rispetto al totale del portafoglio crediti complessivo, al 4,4%, mentre l’incidenza dei crediti deteriorati netti si attesta al 2,1%, grazie alla crescita dell’indice di copertura che raggiunge il 54,4%.

 

Dal punto di vista della raccolta, la banca ha proseguito nel percorso di graduale consolidamento del profilo per scadenze del passivo ed alla progressiva diversificazione delle fonti e dei datori di fondi. In particolare il “Conto Rifugio”, il conto deposito online creato per i risparmiatori privati, ha avuto un particolare successo raggiungendo i target previsti per la fine di dicembre dell'anno scorso.

 

Sotto il profilo economico, risultano in crescita il margine di interesse (+19,5%) e il risultato operativo (+25%), mentre il margine di intermediazione si conferma sostanzialmente stabile rispetto alle performance del 2020.

 

Il risultato lordo di gestione raggiunge i 16,5 milioni di euro, stabile rispetto allo scorso esercizio. Ottima la crescita dell’utile lordo, che supera gli 8,7 milioni, così come l’utile netto che sfiora i 6,5 milioni. L’indicatore cost to income si conferma su livelli di eccellenza nel panorama nazionale, con un 41,6%.

 

Dal punto di vista patrimoniale, prosegue il processo di rafforzamento dell’indicatore di solidità, il Total Capital Ratio sfiora il 25%, e si colloca sui livelli più elevati del sistema bancario italiano. Questo grazie all’aumento dei Fondi propri (oltre 189 milioni) nonché al contestuale calo della rischiosità dell’attivo ponderato per il rischio (Rwa). Il Texas Ratio scende virtuosamente al 26%, rispetto al 34,6% rilevato a dicembre 2020.

 

"In questo quadro di evidente miglioramento dei volumi di attività e di tutti gli indicatori interni significativi – dice Stefano Mengoni, presidente di Mediocredito – non posso che esprimere soddisfazione, anche da parte dell’intero Consiglio di amministrazione, per i risultati raggiunti. Insieme al management, continueremo a lavorare in questa direzione, supportando il rafforzamento delle piccole e medie imprese del nostro territorio regionale, con strumenti di finanza tradizionale e innovativi".

 

Alla luce delle difficoltà che sta attraversando l'economia con la crisi innescata dal Covid, il caro energia, l'aumento del prezzo del carburante e le incertezze legate alla guerra in Ucraina, la banca non farà mancare il proprio sostegno finanziario alle imprese, attivando tutti gli strumenti che verranno messi a disposizione dall'Europa, dallo Stato e dalla Provincia. "Siamo pronti a fare la nostra parte con responsabilità", conclude Pelizzari.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 27 giugno 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
28 giugno - 10:53
I vigili del fuoco si sono serviti delle pinze idrauliche per estrarre uno dei conducenti intrappolato fra le lamiere del proprio mezzo, purtroppo [...]
Cronaca
28 giugno - 08:58
Il blitz della guardia di finanza è avvenuto all’alba: 28 arresti per associazione a delinquere finalizzata al contrabbando. Secondo le fiamme [...]
Società
27 giugno - 12:51
Novità in arrivo grazie a due nuovi decreti legislativi che aumentano il periodo di congedo parentale, per promuovere parità di [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato