Contenuto sponsorizzato

Gelato tra cucina e innovazione, la Mostra internazionale accende i riflettori sulla formazione, sulla scienza e sulla salute. Ospite d'eccezione Gianfranco Vissani

A Longarone Fiere Dolomiti è stata inaugurata la 63esima edizione di Mig, la Mostra internazionale del gelato artigianale: "Il business di questo settore da solo vale 2 miliardi"

Pubblicato il - 26 novembre 2023 - 20:58

LONGARONE. Il mondo del gelato artigianale, che ha radici lontanissime, ma guarda sempre più all’innovazione tra cucina, scienza e salute. A Longarone Fiere Dolomiti è stata inaugurata la 63esima edizione di Mig, la Mostra internazionale del gelato artigianale, alla presenza della Regione Veneto, con l’assessore Gianpaolo Bottacin.

 

Una manifestazione, spiega Michele Dal Farra (presidente della Fiera), "che vuole mettere al centro l’imprenditore del gelato, con un’attenzione particolare al business di questo settore che da solo vale 2 miliardi di euro a livello nazionale". Ma che quest’anno più che mai guarda oltre. Perché il gelato non è più solo uno snack o il cono da passeggio, ma diventa a pieno titolo piatto da alta cucina, abbinamento perfetto per altre pietanze, e anche scienza e salute.

 

Un evento di riferimento per il settore della gelateria veneta, nazionale e internazionale partito domenica 26 novembre. La manifestazione vede la partecipazione di importanti aziende con proposte che coprono tutta la gamma merceologica che interessa la gestione e l’organizzazione della moderna gelateria: dai prodotti alle macchine per gelato e cioccolateria, dalle coppette ai coni, alle vetrine e pozzetti, dagli arredi alle insegne luminose, dai prodotti per caffè e pasticceria ai topping e molto altro.

 

"Numerosa è quest'anno la rappresentanza dei Paesi dell’area balcanica e dell’est europeo - spiega Luca Zaia, governatore della Regione Veneto - con visitatori, buyers, espositori e realtà di servizi provenienti in particolare da Slovenia, Serbia, Croazia e Ungheria, un'ottima occasione per l’avvio di rapporti commerciali e scambi di opportunità".

 

GELATO SCIENZA E SALUTE

Un tema affrontato, nelle quattro giornate di Mig, dal Cnr, per la prima volta fuori dai laboratori dei ricercatori e tra gli stand di Longarone Fiere Dolomiti. Come mai? "Perché il gelato è portatore di sostanze nutraceutiche. Ha in sé la capacità di veicolare molecole importanti per la salute", anticipa Domenico Nuzzo, coordinatore del tavolo strategico nazionale agrifood-Cnr, annunciando un tema al centro del convegno di domani (lunedì 27 novembre). "Con una ricerca recente è stato sperimentato il gelato come alimento nelle strutture di cura per persone con Alzheimer e le prime indicazioni dimostrano benefici concreti nella quotidianità e nella qualità di vita di questi pazienti".

 

IL RUOLO NELLA RISTORAZIONE

Il gelato quindi sempre meno “contorno” o dessert, e sempre più piatto vero e proprio. Non solo sul fronte della salute, ma anche nei menù dell’alta ristorazione. Nelle giornate di Mig ne parlerà Gianfranco Vissani che oggi ha preso parte al taglio del nastro, anche con un messaggio d’amore verso il prodotto gelato, "strumento di valorizzazione dei sapori locali e del made in Italy. Va bene l’innovazione, ma in cucina conviene guardare alla tradizione. Il gelato è nato in Italia, il più bel Paese al mondo per la qualità dei prodotti che sa proporre a livello gastronomico. 'Ridatece' l’Italia, gelato in testa".

 

GRANDI EVENTI

"Il gelato è legame con il territorio, di cui i nostri gelatieri all’estero sono ambasciatori", prosegue l’assessore regionale Bottacin, che ha inaugurato anche lo stand della Regione Veneto. "Il gelatiere è un artigiano, ma è anche un artista. E la Mig deve continuare a essere la capitale mondiale del gelato, la Regione ci crede".

 

Proprio lo stand regionale del Veneto ha presentato oggi il nuovo gusto “Oro delle Dolomiti”, a base di zafferano. Altri gusti, con le Dop e le Igp venete, saranno proposti nei prossimi giorni. Mentre domani (alle 16) saranno presentati i grandi eventi sportivi del 2024, con ospite d’eccezione il ciclista Filippo Zana (vincitore della tappa di Val di Zoldo del Giro d’Italia 2023). Grandi eventi che lanceranno la corsa alle Olimpiadi 2026, per le quali Longarone Fiere Dolomiti si candida a diventare "porta d’ingresso".

 

"Longarone Fiere è motore di sviluppo del territorio", continua Dal Farra. "Proprio per Milano-Cortina abbiamo pensato al gelato olimpico: nei prossimi tre anni verrà proposto il concorso per individuare il gusto che ci accompagnerà alle Olimpiadi. E poi vogliamo trasformare la Fiera nello snodo per chi sale a Cortina, pensando di fare un’area hospitality in cui mettere in vetrina il Bellunese e le Dolomiti".

 

IL PREMIO

La Mig non è solo cucina, innovazione, salute. E neppure un’agorà di incontro tra aziende. "È anche storia, fatta di grandi persone che hanno l’arte del gelato nel sangue", conclude il sindaco di Longarone e presidente della Provincia di Belluno, Roberto Padrin. E proprio la storia è stata premiata, con il riconoscimento alla famiglia Soban, artigiani del gelato da diverse generazioni, a cui è andato il 27esimo premio internazionale Mastri Gelatieri.

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Politica
03 marzo - 05:01
Dall'annuncio della premier Giorgia Meloni all'effettivo arrivo di Chico Forti in Italia potrebbero passare un paio di mesi. Ora la pratica è [...]
Cronaca
03 marzo - 07:38
L'allarme è scattato poco prima delle 3 e sul posto si sono portati i vigili del fuoco, le forze dell'ordine e i soccorsi sanitari 
Cronaca
03 marzo - 01:10
Enorme il cordoglio della comunità per la scomparsa a soli 28 anni di Nicola Marchiori. E' morto per un tumore. Il sindaco: "Un momento triste, [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato