Contenuto sponsorizzato

Bonus vacanze di Failoni, si parte dal 1° luglio (anche se in consiglio non è arrivato): vale per tutti i trentini (in corriera o in Ferrari). Ecco come richiederlo

La differenza con quello statale è che verrà dato dopo la vacanza al residente (50 euro o 100 a persona a seconda che ci si fermi 3 giorni o 7 per una vacanza a km zero) e non all'esercente, presupponendo, quindi che la liquidità tra i cittadini ci sia già. E poi non conta l'Isee (ricchi o poveri il bonus vale per tutti) anche se con la tassa di soggiorno la Pat potrebbe rientrare di alcune spese

Di Luca Pianesi - 30 giugno 2020 - 20:03

TRENTO. Qualcuno l'ha definita una mancetta, per qualcun altro è anche peggio visto che a fronte di qualche decina di euro come bonus poi ne tolgono qualche altra decina con la tassa di soggiorno. Quel che è certo è che ne beneficeranno quelli che stanno meglio finanziariamente perché tutto si basa su una disponibilità economica immediata del residente e non importa che si vada in ferie in corriera o in Ferrari, il trattamento è lo stesso. Il bonus vacanza (da 50 o 100 euro) creato dall'assessore Failoni e dalla Provincia di Trento entra in azione da domani e ora viene comunicato anche come può essere richiesto.

 

L’incentivo è per i cittadini residenti in Trentino che vorranno soggiornare per almeno 3 notti in una qualsiasi struttura ricettiva della provincia di Trento. La misura prevede un contributo di 50 euro a persona pagante per un soggiorno di almeno 3 notti, cifra che arriva a 100 euro a persona pagante per un soggiorno di 7 notti. La novità rispetto al bonus nazionale è che sarà il cliente a dover richiedere il rimborso del bonus alla Provincia, facendo la domanda su un portale che sarà appositamente realizzato. Mentre la misura dello Stato è stata creata proprio per incentivare i cittadini ad andare in vacanza nonostante i problemi di liquidità (è l'esercente a fare poi domanda di rimborso allo Stato mentre per le famiglie si può arrivare a un bonus di 500 euro per i nuclei composti da tre persone, 300 euro le coppie e 150 euro per il singolo purché si abbia un reddito Isee inferiore ai 40mila euro) e riattivare, così il mercato, quella trentina ragiona all'opposto contando su una disponibilità economica del residente pronto ad investire ''in anticipo'' per poi farsi restituire i 50 o 100 euro dopo aver fatto una vacanza a km zero. 

 

''Abbiamo voluto semplificare al massimo la procedura per questo incentivo alla vacanza in Trentino da parte dei trentini. – dichiara l’assessore Roberto Failoni –. A differenza della misura nazionale vogliamo evitare che siano le strutture ricettive ad anticipare l’incentivo, essendo molte di queste già in difficoltà per quanto riguarda la liquidità. Ma non solo, abbiamo anche tolto vincoli come quelli reddituali, non saranno necessari l’Isee o altri requisiti per accedere al bonus''. Insomma ricco o povero, in corriera o con la Ferrari, per i tre giorni per esempio nell'albergo dell'assessore Failoni a Pinzolo i 50 euro verranno rimborsati dalla Pat direttamente al cliente senza che l'albergatore anticipi nulla. E ciò varrà in una qualsiasi struttura ricettiva del Trentino, indipendentemente dalla tipologia e dal trattamento applicato. Interessante, però, abbinare questa misura con l'altra che l'assessore vuole portare avanti: quella della tassa di soggiorno di 3 euro al giorno. Infatti a fronte dei 50 euro di bonus il singolo cittadino vedrebbe toglierne 9 e a fronte dei 100 più di 20.

 

La misura, insomma, fa acqua da tutte le parti e appariva certamente perfettibile, senza dubbio. Il paradosso, però, di questa misura è che ancora deve essere approvata in Consiglio provinciale che, dunque viene considerato dalla Giunta alla stregua di un passacarte visto che il bonus, da spiegazione della Provincia, sarà operativo già da domani come specifica la stessa Pat: ''La misura dell’incentivo per una vacanza in Trentino da parte di cittadini trentini, voluta dagli assessori Roberto Failoni e Achille Spinelli su stimolo del presidente Maurizio Fugatti, sarà presentata dalla Giunta provinciale all’interno della legge di assestamento e avrà una validità dal 1 luglio al 30 novembre 2020''.

 

''Una volta approvata la misura in Consiglio provinciale - scrive in un suo comunicato ufficiale la Pat - sulla falsariga di quanto attivato per il bonus per l’acquisto delle bici elettriche, la Giunta provvederà ad attivare un portale online in cui si potrà far richiesta del rimborso del bonus speso. Nella domanda bisognerà semplicemente allegare il documento attestante il pernottamento e sottoscrivere un’autodichiarazione circa la residenza in Trentino delle persone paganti che hanno fruito del buono.

 

Se i cittadini vorranno usufruire dell’incentivo, dovranno conservare il documento attestante il pernottamentofattura elettronica o ricevuta con codice fiscale intestate alla persona fisica capofamiglia/capogruppo – in attesa di procedere alla domanda di rimborso alla Provincia Autonoma di Trento. 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 26 novembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

28 novembre - 20:51

Sono 446 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 42 pazienti sono in terapia intensiva e 52 in alta intensità. Sono stati trovati 219 positivi a fronte dell'analisi di 3.955 tamponi​ molecolari per un rapporto contagi/tamponi al 5,5%

28 novembre - 22:40

Il conducente di 22 anni di Caderzone Terme ha improvvisamente perso il controllo del mezzo per finire contro alcuni alberi a lato strada e poi cappottarsi. Una 15enne è morta sul colpo, gravi gli occupanti dell'abitacolo

28 novembre - 20:00

A livello territoriale, attualmente non ci sono Comuni che entrano in zona rossa, mentre per Castello Tesino, Baselga di Pinè e Bedollo le stringenti limitazioni sono agli sgoccioli. Fugatti: "C'è qualche caso ma sono territori ben sotto i mille abitanti e quindi li prendiamo in considerazione perché contagio è circoscritto"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato