Contenuto sponsorizzato

E' Andrea Brugnara il candidato sindaco per il centrosinistra a Lavis. Micheli (Patt): ''Anteponiamo la politica dei fatti a quella dei selfie''

Una disponibilità dell'esponente del Patt che ha trovato l'immediata convergenza degli alleati, il Partito democratico e la lista civica Vivi Lavis, che hanno superato l'impasse di dover eventualmente indicare un nuovo potenziale candidato sindaco. Il primo cittadino uscente corre così in cerca del suo secondo mandato in via Matteotti

Di Luca Andreazza - 11 febbraio 2020 - 21:38

LAVIS. E' Andrea Brugnara il candidato sindaco per il centrosinistra alle prossime elezioni comunali. Il primo cittadino uscente corre così in cerca del suo secondo mandato in via Matteotti.

 

Una disponibilità dell'esponente del Patt che ha trovato l'immediata convergenza degli alleati, il Partito democratico e la lista civica Vivi Lavis, che hanno superato l'impasse di dover eventualmente indicare un nuovo potenziale candidato sindaco.

 

A inizio dicembre, infatti, Brugnara aveva manifestato l'intenzione di non riproporsi come guida della coalizione per continuare l'impegno politico in altro modo. Gli alleati, però, si sono un po' arrotati e così la soluzione è arrivata dal sindaco uscente che ha sciolto le riserve e ha rivisto la posizione iniziale di voler lasciare (Qui articolo).

 

"Davanti alla richiesta di proseguire - commenta il sindaco - avrei dovuto scegliere se tirarmi completamente fuori oppure rimettermi in gioco. Ho scelto in comune accordo con gli alleati la seconda strada. C'è stato un confronto di gruppo, abbiamo analizzato quanto di buono è stato fatto in questi cinque anni e abbiamo scelto di continuare questa esperienza nel segno dell'unità e della coesione che hanno contraddistinto il mandato". 

 

Un rinnovato entusiasmo per cercare di completare quanto iniziato nel 2015. "Se si vuole un cambiamento persistente - dice Brugnara - dobbiamo consolidare il percorso e continuare a lavorare uniti: siamo al servizio della comunità e mettiamo disposizione una squadra efficiente e competente. Ringrazio tutte le forze politiche per gli attestati di stima che c'era e c'è ancora. Si può fare ancora bene insieme".

 

Sono diverse le partite in cima all'agenda del centrosinistra. "Le priorità - aggiunge il primo cittadino - sono quelle di chiudere i lavori già avviati, opere fondamentali per il tessuto lavisano come la scuola di Pressano, la piscina e la palestra. In futuro il Comune deve poter avere visibilità e benessere, ma anche la consapevolezza di appartenere a un territorio che funziona e nel quale si vive bene. Vogliamo risolvere definitivamente la questione mensa, così come i piccoli lavori quali illuminazione pubblica, passaggi sicuri e area parchi: i cittadini devono riconoscersi nella comunità".

 

Un altro nodo è quello del turismo. "Deve crescere l'attrattività turistica del nostro territorio. In questi cinque anni - prosegue Brugnara - abbiamo rilanciato il giardino dei Ciucioi, prodotti e marchi enogastronomici, ma il lavoro da portare avanti è ancora tanto, anche per valorizzare commercio e artigianato. In questo modo possiamo creare economia e lavoro, il Comune può diventare un centro importante".

 

"Una soluzione in continuità, siamo estremamente soddisfatti di questa scelta, c'è massima fiducia all'interno del gruppo. L'alleanza è coesa e possiamo riproporre un'amministrazione seria, possiamo proporre persone di spessore, certamente non immuni da difetti in quanto siamo donne e uomini, ma ci mettiamo al servizio della comunità con tutte le energie. Anteponiamo la politica dei fatti a quella dei selfie", conclude Alessandro Micheli, segretario della sezione di Lavis delle Stelle alpine.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 29 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

31 ottobre - 17:33

L’Azienda sanitaria ha comunque già attivato il piano di riorganizzazione degli ospedali per far fronte all’atteso aumento dei casi con sintomi e rinnova con forza la raccomandazione di rispettare la regola del distanziamento, l’igiene delle mani e l’uso della mascherina

31 ottobre - 17:55

L’attentatore sarebbe un uomo sulla quarantina, che si è subito dato alla fuga. Attualmente, l’area è bloccata per permettere a chi di dovere di procedere con le prime constatazioni

31 ottobre - 16:23

Nella quotidiana conferenza stampa per fare il punto sulla situazione Coronavirus in Veneto (dove si è ufficialmente entrati nelle fase 3 del nuovo piano sanitario regionale), il presidente Luca Zaia ha annunciato la firma di un'ordinanza che affida ai medici di base il compito di effettuare i tamponi sugli assistiti che ne abbiano bisogno o presentino sintomi. E su Halloween: "Evitate dolcetto o scherzetto"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato