Contenuto sponsorizzato

Elezioni comunali, Marcello Carli scende in campo e lancia il 'Cantiere per il programma di Trento' poi spiega: ''Attuali candidati, persone degne ma condizioni mutate''

Nel centrodestra le acque sono agitate. Alcuni partiti chiedono un cambiamento e in molti credono che Baracetti non sia più il candidato giusto. Marcello Carli, intanto, lancia da domani un cantiere per il programma a cui tutti possono partecipare 

Di G.Fin - 17 maggio 2020 - 11:18

TRENTO. Pronto a tornare a correre, a mettersi nuovamente al servizio della città di Trento perché oggi “la partita è diversa e le condizioni sono mutate”. Sembra essere un messaggio di discesa in campo quello che questa mattina Marcello Carli ha deciso di postare sulla propria pagina Facebook.

 

Il suo nome in questi giorni si è fatto sentire. E' Marcello Carli la figura che alcuni nel centrodestra vorrebbero al posto del candidato Baracetti. Non sembrano aver sortito più di tanto effetto le prese di posizione che quest'ultimo è stato costretto ad assumere per confermare il suo essere ancora in campo.

 

Lo hanno fatto capire Fratelli d'Italia ma anche Agire: occorre cambiare.  Il centrodestra è sempre più in difficoltà anche per come è stata gestita la fase pandemica, che ha portato su tutto il territorio una erosione del consenso. Ed ora, dopo aver perso Grisenti e l'area centrista di 'Si può fare', Baracetti potrebbe trovarsi davanti ad un'altra scissione.

 

A guardare avanti, invece, è proprio Marcello Carli. Politico con molta esperienza, noto imprenditore da poco diventato vicepresidente dell'Unione cristiana imprenditori e dirigenti nazionale.

 

Proprio da Facebook ha infatti deciso di lanciare il “Cantiere del programma” che partirà da domani e per il quale saranno “accettati i contributi di tutte le donne e tutti gli uomini di buona volontà” per la città di Trento.

 

“Tutte e tutti voi avete sotto gli occhi la nostra Trento oggi, dopo anni di immobilismo siamo al disastro delle attività economiche dovuto all'emergenza Coronavirus” scrive Carli sottolineando che ci troviamo in una situazione così grave da aver stravolto ogni vecchia regola.

 

Ci troviamo con attività economiche distrutte – scrive - con famiglie disperate, con soldi dello Stato che tra tante, troppe promesse non arrivano a famiglie e piccole imprese mentre grazie al decreto liquidità del Governo Conte si 'regalano' alla Fca con sede in Olanda 6 miliardi di finanziamenti garantiti, ci troviamo come se in una partita di calcio d'improvviso servisse uno schema diverso rispetto a quello studiato la sera prima, con un campo d'improvviso che si fa più lungo e più largo e dove bisogna correre correre il triplo di quanto avessimo previsto”.

 

“Nulla di personale” precisa sempre il politico che riferendosi agli attuali candidati a sindaco di Trento spiega che sono “degne persone” ma “qui è la partita che è diversa. Sono le esigenze ad essere mutate” precisa. Una situazione diversa, quindi, dalla quale per risollevarci “Dovremo lavorare con la stessa capacità dei politici della Ricostruzione dopo la guerra, li ricordate, i vostri nonni ve ne hanno parlato?”.

 

E infine lancia, a partire da domani, il cantiere del programma per Trento. “Voglio dirlo subito: qui non si impone, né si ha l'arroganza di 'pretendere': sono accettati i contributi di tutte le donne e tutti gli uomini di buona volontà. Dobbiamo farlo per una Trento civica, libera da troppe regole e troppi divieti che frenano la ripresa, per una Trento che ricominci a correre e che come in una maratona, fino al traguardo, non si fermi mai. E si faccia finalmente rispettare: in provincia, a Roma, nel mondo”. Un chiaro messaggio.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 03 dicembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

04 dicembre - 20:57

Sono 462 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 47 pazienti sono in terapia intensiva e 51 in alta intensità. Complessivamente 512 positivi e il rapporto contagi/tamponi si attesta a 8,7%

04 dicembre - 19:39

Spostamenti fra Regioni, supermercati, sport invernali dopo il Dpcm Fugatti firma una nuova ordinanza: “Gli operatori addetti agli impianti, in alternativa alla mascherina chirurgica, potranno utilizzare anche mascherine di stoffa a protezione delle vie respiratorie”. Agli over 70 si raccomanda di evitare i contatti con persone di età inferiore ai 30 anni

04 dicembre - 19:11

L'assessore alla Cultura Mirko Bisesti si è incontrato in videoconferenza con il presidente del Muse Stefano Zecchi e il Cda per annunciare la volontà della Provincia di assumere parte del personale esternalizzato. Soddisfazione da parte di Alberto Pacher e del direttore Michele Lanzinger: "Scelta quanto mai opportuna. Sui lavoratori delle cooperative auspichiamo contratti migliori"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato