Contenuto sponsorizzato

Funivia Rovereto-Folgaria, c'è il Comitato per lo sviluppo turistico di Confcommercio e 4 imprenditori: ''A inizio 2021 i primi risultati di fattibilità''

La Confcommercio è capofila con 1/3 del capitale iniziale: "Si parte da un'analisi approfondita per acquisire dati previsionali sulla sostenibilità dell'opera in termini di risposta del mercato secondo diversi parametri, come quelli ambientale e sociale. L'analisi dei flussi è stata commissionata ad un'azienda di grande autorevolezza e professionalità riconosciuta"

Di Luca Andreazza - 04 agosto 2020 - 21:03

ROVERETO. Tira aria di campagna elettorale e così prendono corpo ipotesi e idee, come il progetto per la realizzazione della funivia Rovereto-Folgaria (Qui articolo) con il via libera al Consorzio per lo sviluppo turistico per cercare di dare forma a questo ambizioso piano. Questa nuova realtà è promossa da Unione commercio e turismo di Rovereto e Vallagarina insieme a 4 soci privati, leader nei rispettivi settori di attività, quali Mak Invest, Corona Calcestruzzi, Acqua Green Energy Solutions e studio di ingegneria Betti e Vialli.

 

La strada è lunga ma c'è qualcosa di concreto per studiare la fattibilità. Il Consorzio per lo sviluppo turistico Rovereto Folgaria vuole portare nuova linfa alla seconda città del Trentino attraverso un collegamento eco-sostenibile e di mobilità alternativa con l'Alpe Cimbra. Il consiglio di amministrazione è composto da Marco Fontanari (presidente) e dai consiglieri Mirco Petri, Matteo Sartori, Vincenzo Catellani e Massimiliano Vialli.

 

"Questo è un progetto ambizioso - spiega Fontanari - nel quale gli imprenditori mettono a disposizione una visione e risorse proprie per valutare la fattibilità dell'opera. Gli obiettivi condivisi dai soci comprendono l'ipotesi di realizzare un impianto funiviario di collegamento tra la città di Rovereto e gli altipiani, con arrivo a Folgaria, sfruttando la vicinanza strategica tra l'Alpe Cimbra e il fondovalle con anche aree di parcheggi di assestamento".

 

La Confcommercio è capofila con 1/3 del capitale iniziale, gli altri 2/3 sono coperti dai 4 soci privati. "Si punta a sviluppare economicamente il territorio - aggiunge Fontanari - che appartiene alla comunità, si parte da un' analisi approfondita per acquisire dati previsionali sulla sostenibilità dell'opera in termini di risposta del mercato secondo diversi parametri, come quelli ambientale e sociale. L'analisi dei flussi, ritenuta necessaria, è stata commissionata ad un'azienda di grande autorevolezza e professionalità riconosciuta. In caso di esito positivo, seguiranno una serie di iniziative per portare occupazione e investimenti. Dalla seconda fase il progetto sarà aperto a ulteriori investitori o imprenditori, contando sull'attenzione che suscitano attualmente gli interventi di mobilità alternativa sostenibile".

 

Il sindaco di Rovereto, Francesco Valduga, ha individuato tre punti di forza nel lancio di questo progetto e augura la fattibilità del collegamento funiviario, in quanto il territorio pubblico deve incoraggiare chi prende iniziativa mettendo insieme capacità imprenditoriale e sostenibilità.

"Il primo elemento - dice il primo cittadino della città della Quercia - è l'importanza per Rovereto di avere rapporti forti con i comuni che la circondano. In questo caso la necessità di un rapporto stretto tra la città e gli altipiani cimbri, aiutato dalla stagionalità che permette di compenetrare esigenze turistiche diverse; il secondo è la disponibilità del privato di investire sul nostro territorio, motivo di soddisfazione e orgoglio, soprattutto in questo particolare periodo di pandemia; il terzo è l'interessamento per le forme di mobilità sostenibile".

 

Un sostenitore di questo collegamento è il sindaco di Folgaria. "La mobilità è alternativa quando è competitiva - evidenzia Michael Rech - va fatta quando si connettono due nodi funzionali e si trasportano studenti, lavoratori dipendenti o turisti che arrivano in treno a Rovereto con l'alta velocità. In passato con Trentino Marketing e con la Provincia sono stati fatti dei collegamenti ferroviari, Flixbus e altre metodologie di trasporto alternativo, ma spesso si sono presentati problemi per proseguire verso Folgaria. Questo sforzo a ragionarci è giusto e in linea con le tendenze: si tratta di investimenti compatibili e sostenibili per le comunità. Tendiamo a classificare questi impianti come sciistici e invece sono vere e proprie strade: nei benchmark vanno considerati in questo senso".

 

"Tutte le grandi opere hanno bisogno di una sostenibilità prima ambientale e poi economica - commenta l'assessore Achille Spinelli - un'opera di questo tipo possiede anche una sostenibilità legata alla capacità di far sognare, di far vedere un territorio in modo diverso, quindi non per forza deve competere direttamente con il mezzo di trasporto pubblico e privato. Alla Provincia piacciono i sogni quindi affiancherà questo progetto: dopo la Trento-Bondone, anche Rovereto merita la possibilità di collegare due territori importanti incentivandone lo sviluppo".

 

Un'ipotesi di collegamento Rovereto-Folgaria rilanciata a inizio 2019 da Paolo Vergnano e che aveva raccolto consensi ma anche qualche critica (Qui articolo). "Questo Consorzio - commenta l'esponente di Forza Italia - supera la mozione e approfondisce la volontà dei territori, la fattibilità e la sostenibilità, anche per le esperienze di altre località. Importante che gli imprenditori si mettano a disposizione in questo senso, un segnale molto significativo".

 

Insomma, si aprono i ragionamenti. "Tecnicamente - aggiunge Vergnano - è certamente possibile un collegamento di questo tipo. Si devono approfondire gli altri aspetti e coniugare la necessità di un intervento di finanza pubblica e quella privata. Rivedere l'urbanistica, le aree da trasformare, la mobilità e le attività dell'indotto. Il tutto si deve inserire nel progetto di collegamento Rovereto-Riva su ferro e l'interramento della ferroviario. Se l'ipotesi del presidente Fugatti per queste opere è quella di prevedere un commissario, quest'ultimo deve prendere in mano tutte e tre le situazione per armonizzarle e sfruttare tutte le potenzialità". 

 

Intanto si cerca di partire. Ora si è costituito il Comitato per cercare di capire l'effettiva fattibilità, ma soprattutto le potenzialità di un investimento in questo senso. I primi risultati dell'analisi sui flussi e sulla sostenibilità socio-economica dell'opera sono attesi per l'inizio del 2021. Non resta che attendere.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 19 settembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

21 settembre - 05:01

Era impiegato fino a 12 ore giorno per pochi euro alla settimana, lavoratore in nero soccorso dalla guardia di finanza: Sono senza un euro ma sono sollevato. Se il futuro mi preoccupa? Certo, ma almeno ora posso affrontarlo a testa alta”

20 settembre - 23:37

A livello provinciale l'affluenza alle urne si attesta a circa il 50% degli aventi diritto. Urne aperte anche lunedì 21 settembre dalle 7 alle 15 per rinnovare i consigli comunali e indicare "Sì" o "No" al referendum

20 settembre - 20:58
L'allerta è scattata intorno alle 18 di questa sera, domenica 20 settembre, quando è stato trovato un pezzo di un cadavere. A lanciare l'allarme un pescatore che ha notato una sagoma affiorare dall'acqua. Avviate le indagini da parte della scientifica e dei carabinieri. In azione anche i vigili del fuoco
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato