Contenuto sponsorizzato

Omofobia in campagna elettorale? L'aspirante sindaca della Lega difende la sua candidata ma in un altro post Khorosheva scriveva: ''E' arrivato Satana con i sodomiti''

Monica Ceccato si è lanciata in una esegesi di quanto scritto da Stella Khorosheva concludendo che nella sgrammaticata frase finale ci fosse una presa di distanze della stessa da quanto scriveva sopra (''Il matrimonio tra gay porta all'estinzione della razza''). Eppure quattro anni fa chiariva ai suoi follower come la pensava al riguardo: ''Un finocchio è un finocchio. Chiedono agli altri di diventare come loro'' 

Di Luca Pianesi - 24 August 2020 - 19:38

LAVIS. ''Il post “incriminato“ è la mera traduzione di un filmato in lingua russa di un soggetto chiamato Scott Lively che nelle sue deliranti teorie offende e denigra i gay. Se leggete bene l’ultima frase di quel post dice “sapendo la fonte , sapremo come fermarlo”. Chiaro e trasparente messaggio di contrarietà espresso e scritto e condanna dello stesso''. Questa è la candidata sindaca della Lega di Lavis Monica Ceccato che tenta (fortunatamente aggiungendo anche che lei è lontanissima da pensieri omofobi) con un'esegesi del pensiero contorto e arzigogolato della sua candidata alle comunali Stella Khorosheva una difesa della stessa rispetto a quel post carico di omofobia e razzismo che la stessa ha scritto dove spiegava che ''Il matrimonio tra gay porta all'estinzione della razza''.

 

Nel post si cita, come abbiamo scritto anche noi de ilDolomiti nell'articolo dove denunciavamo l'accaduto, questo farneticante personaggio che risponde al nome di Scott Lively, noto omofobo e paladino delle leggi anti-gay russe. La candidata leghista voluta in lista da Ceccato riprende alcuni passaggi del (non)pensiero di Lively riscrivendo concetti come ''i gay hanno preso l'attenzione della gente'', ''L'obiettivo dei manipolatori è distruggere il cristianesimo'', ''il matrimonio tra gay porta alla estinzione della razza umana'' e nefandezze simili e alla fine scrive ''magari sapendo la fonta sapremo come fermarlo''. Per la candidata sindaca di Lavis della Lega, che immaginiamo conosca bene la sua candidata in lista, quella frase finale sarebbe un ''chiaro e trasparente messaggio di contrarietà e di condanna dello stesso''.

 

A noi sembrava, al contrario, un chiaro e trasparente messaggio di sostegno teso a dire che bisogna sapere queste cose perché così le potremo fermare. E questo è il senso che ha ricavato dal post anche il presidente di Arcigay Lorenzo De Preto che ha commentato dicendo che ''in un paese “normale” e attento alle proprie tradizioni (quelle vere, quelle democratiche) una candidata come Stella Khorosheva avrebbe fermato la sua corsa verso le comunali''. ''In una coalizione che davvero ha a cuore i propri cittadini e le proprie cittadine (tutti e tutte) e che si candida a governare una città - prosegue De Preto -, si sarebbe posto immediatamente fine alla campagna elettorale della propria candidata. Ma nulla, sono “battute”, è “linguaggio colorito”, son “solo slogan”...peccato finiscano sempre come pietre contro minoranze e persone meno rappresentate''.

 

Chi avrà ragione? Colei che si propone come guida della comunità di Lavis e difende a spada tratta la sua candidata in lista certa della sua buona fede o chi ha compreso il senso opposto? Un aiuto può arrivare dalla stessa Stella Khorosheva che, quattro anni fa, sempre sui social, dipingeva questo affresco sui gay (ribadendo più volte che ''un finocchio è un finocchio'' parlando di loro come ''sodomiti'' e associandoli a ''satana'') e sui pericoli che il mondo sta correndo per colpa loro (''chiedono agli altri di diventare come loro'').

 

 

 

 

C'è qualcosa di spaventoso in queste parole, una visione del mondo oscurantista e omofoba in tutto e per tutto. Sono passati 4 anni, ci dirà la candidata sindaca Monica Ceccato. Noi aggiungiamo che, purtroppo, rispecchiano perfettamente quanto è stato scritto pochi giorni fa e quel che pensa il signor Lively. La cosa che ci auguriamo è che colei che si propone come prima cittadina conosca, almeno, chi si è messa in lista. Si sta candidando a diventare la guida di un'importante comunità e se il buongiorno si vede dal mattino, chissà cosa potrà riservare agli abitanti di Lavis il pomeriggio. 

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 17 aprile 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
17 aprile - 20:14
Trovati 88 positivi, 1 decesso nelle ultime 24 ore. Sono state registrate 159 guarigioni. Sono 1.413 i casi attivi sul territorio provinciale
Cronaca
17 aprile - 20:51
L'allerta è scattata a Piazzo di Villa Lagarina. In azione ambulanze, vigili del fuoco di zona e carabinieri. I giovani trasferiti in ospedale per [...]
Montagna
17 aprile - 20:17
Il tema è quello della realizzazione di una strada/sentiero anche per i disabili in Val di Mello in provincia di Sondrio ma vale per qualsiasi [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato