Contenuto sponsorizzato

Referendum costituzionale 2020, Schuster per il ''No'': ''La svolta sarebbe abolire il bicameralismo perfetto. Troppe incertezze in questa riforma: rischio clientelismo e centri di potere''

Oltre a rinnovare la maggior parte dei Consigli comunali del territorio, la chiamata alle urne di domenica 20 e lunedì 21 settembre chiede agli aventi diritto di esprimersi anche sulla modifica degli articoli 56, 57 e 59 della Costituzione: il taglio dei parlamentari. Schuster: "Un provvedimento così importante deve essere portato avanti in modo serio e strutturale. In questo caso le spinte sono superficiali e anti-politiche"

Di Luca Andreazza - 17 settembre 2020 - 21:29

TRENTO. "Restiamo coerenti per il 'No'. Una riforma della Costituzione e un provvedimento così importante devono essere portati avanti in modo serio e strutturato. In questo caso le spinte sono proprio superficiali e squisitamente anti-politiche". Così l'avvocato Alexander Schuster, candidato alle elezioni comunali a Trento e coordinatore regionale di +Europa, che aggiunge: "E' una proposta inoltre improvvisata: non ci sono realizzate delle simulazioni sugli impatti del taglio dei parlamentari per comprendere la portata di una modifica di questo tipo. I sistemi elettorali danno esiti imprevisti anche con piccole variazioni".

 

Oltre a rinnovare la maggior parte dei Consigli comunali del territorio, la chiamata alle urne di domenica 20 e lunedì 21 settembre chiede agli aventi diritto di esprimersi anche sulla modifica degli articoli 5657 e 59 della Costituzioneil taglio dei parlamentari

 

Se dovesse passare il referendum, il taglio andrebbe a toccare entrambi i rami delle camere per una diminuzione totale di 345 rappresentanti tra 115 senatori e 230 deputati. "Sono più i rischi che i benefici in questa manovra. Il timore - aggiunge Schuster - è quello di assistere ad una crescita di una specie di 'effetto Scilipoti': il Senato decide da decenni le sorti dei governi. Un cambio di casacca potrà far cadere un governo più facilmente di prima e l’aumentato “valore” fomenterà il mercato delle 'compravendite' dei politici. La discussione non dovrebbe riguardare i numeri, quanto il ruolo di ogni camera in un nuovo assetto costituzionale. Al limite anche eliminando intanto il Senato".

 

In sostanza, in caso di ''Sì'', ogni deputato rappresenterebbe in media 153.685 cittadini e ogni senatore 301.223 persone, sempre neonati compresi. Il risparmio annuo per l'Italia si attesta a 0,0007%, frutto di una minore spesa di 81,6 milioni l’anno per le indennità non più dovute. La legge di bilancio per esempio prevede una spesa complessiva di 662 miliardi nel 2020.

 

"Ci sono i presupposti - prosegue Schuster - per vedere crescere il clientelismo, così come i centri di potere. Si devono eventualmente tagliare i privilegi e non le teste pensanti. Il risparmio è poi irrisorio, mentre le criticità di questo agire superficiale sono molte. Un referendum proposto in chiave populista non può essere un ragionamento giusto per rimettere in carreggiata l’Italia. La vera svolta sarebbe quella di abolire il bicameralismo perfetto, al limite iniziando dal Senato. Lo sforzo di tutti noi deve essere per migliorare politica e istituzioni, non quello di minare piano piano le basi della democrazia rappresentativa".  

 

Il Trentino Alto Adige passerebbe da 11 a 7 deputati e da 7 a 6 senatori. "In Senato aumenterebbe il peso specifico del nostro territorio ma sembra l'unica nota positiva. Siamo però davanti a una riforma di respiro nazionale e si deve ragionare in termini di bene per il Paese. Le riforme strutturali per l’Italia non si possono fare guardando l’ombelico. Gli elettori dovrebbero andare a votare rispondendo a questa domanda: questa è la riforma di cui ha bisogno l’Italia per dare un futuro a noi e ai nostri figli?", conclude Schuster.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 28 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

29 ottobre - 10:55

Un trend che si conferma alto in provincia di Bolzano. Sono stati analizzati 2.566 tamponi, 298 i testi risultati positivi per un rapporto contagi/tamponi che sale all'11,6%. Quasi 7 mila persone sottoposte a misure di isolamento

29 ottobre - 12:27

L'incidente è avvenuto all'altezza del casello di Rovereto Nord in direzione del Brennero. In azione la macchina dei soccorsi, disagi alla viabilità

29 ottobre - 11:22

L'area è blindata e la polizia è riuscita a ferire e fermare l'assalitore. E' il terzo attacco in poco più di un mese dalla ripubblicazione delle caricature di Charlie Hebdo

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato