Contenuto sponsorizzato

A Villa Lagarina chiude il “micronido”, l’opposizione: “Welfare indebolito”. La replica della sindaca: “Ci sono posti a Pomarolo dove possiamo offrire un servizio migliore”

La denuncia di Futuro in Comune: “L’amministrazione vuole chiudere il micronido”. La replica della sindaca: “Ci sono posti a Pomarolo dove paghiamo una convenzione, se dovessero presentarsi nuove esigenze valuteremo se riaprire il servizio o attivarne uno di Tagesmutter”

Di Tiziano Grototlo - 09 July 2021 - 19:19

VILLA LAGARINA. Dal prossimo 31 luglio il “micronido” di Villa Lagarina chiuderà i battenti. A porre la questione i consiglieri comunali dell’opposizione di Futuro in Comune che spiegano: “Sono passati solamente 10 mesi dalle elezioni, ma da un po’ di tempo rileviamo un progressivo indebolirsi delle politiche di welfare soprattutto rivolto alle famiglie con figli sul nostro Comune”.

 

Il servizio era stato attivato nel gennaio del 2011 per far fronte alle richieste delle famiglie che non trovavano spazio nell’asilo nido sovra-comunale di Pomarolo, e in aggiunta al servizio di Tagesmutter e a quelli riservati attraverso la convenzione con il Comune di Rovereto. Il luogo scelto per il servizio erano i locali di proprietà della Fondazione G.B. Riolfatti al piano superiore della scuola materna di Villa Lagarina. Le opposizioni lamentano anche la chiusura del Centro famiglia 180° e delle attività di posticipo scolastico che venivano offerte, oltre ai ritardi nell’avvio delle procedure di iscrizione alle colonie estive iniziate solo a metà maggio.

 

“Proprio quando le famiglie necessitano di ricorrere per la cura e la custodia dei bambini a forme di aiuto esterne, il nostro Comune decide di chiudere una struttura che negli anni si è dimostrata efficace e valida nonché un notevole sostegno alle famiglie”, protestano da Futuro in Comune. Dall’opposizione si chiede che il criterio economico, seppur da tenere in considerazione, non sia l’unico a essere utilizzato per valutare l’adeguatezza di un servizio. “Il ruolo della politica è anche quello di riuscire a fare un calcolo dei costi/benefici programmando l’utilizzo delle risorse pubbliche in base alle esigenze dei propri cittadini, alle necessità sociali con sguardo lungimirante che vada oltre all’attuale situazione e non solamente per mantenere promesse elettorali”.

 

Dal canto suo la sindaca di Villa Lagarina, Julka Giordani, ammette che dopo una serie di valutazioni l’amministrazione ha optato per la chiusura del servizio. Una decisione che prevede l’accorpamento del servizio con quello dell’asilo nido sovracomunale di Pomarolo, dove si sono liberati dei posti.

 

“Il fatto di aver attivato il servizio del micronido a Villa Lagarina era stata una soluzione per sopperire all’insufficienza di posti nel nido di Pomarolo – sottolinea Giordani – ora però i posti ci sono e quindi visto che paghiamo una convenzione abbiamo optato per questa soluzione”.

 

Secondo l’amministrazione questa soluzione servirà anche per coinvolgere i piccoli utenti in un servizio più ampio dal punto di vista socio-educativo, permettendo di avere a disposizione ampi spazi esterni. “Nell’eventualità in cui negli anni futuri si dovessero presentare nuove esigenze in termini numerici valuteremo se riaprire il servizio del micronido o attivarne uno di Tagesmutter”, afferma Giordani che poi conclude: “Per ora ci sono posti disponibili a Pomarolo e per questo abbiamo deciso di sospendere il servizio”.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 6 agosto 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
08 agosto - 19:12
La Pat comunica che, in seguito al sopralluogo dei tecnici, anche gli ultimi 5 evacuati sono stati fatti rientrare a casa a Muncion (frazione di [...]
Cronaca
08 agosto - 19:13
Le operazioni del soccorso alpino si sono svolte in val di Fassa. Alcune parti del sentiero sono franate a causa del forte maltempo che ha [...]
Politica
08 agosto - 18:50
Ugo Rossi si è dimesso da Azione: “Adesso trascorreranno la campagna elettorale ad accusarsi l’un altro su chi per primo abbia violato il [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato