Contenuto sponsorizzato

Claudio Cia formalizza le dimissioni da assessore regionale: ''Lascio spontaneamente e non perché imposto da qualcuno. Preferisco la coerenza alle poltrone''

L'ingresso di Fratelli d'Italia sulla scena politica trentina e regionale aveva fin da subito creato alcuni malumori nelle forze di maggioranza, soprattutto in quota Svp. L'ormai ex assessore aveva spiegato di essere pronto al passo indietro per non creare attriti in maggioranza. Oggi è stata formalizzata la decisione: "Non ho mai creduto alla 'carriera politica', ho sempre creduto alla libertà di fare politica"

Di Luca Andreazza - 20 gennaio 2021 - 16:21

TRENTO. Il neo esponente di Fratelli d'Italia, Claudia Cia, ha formalmente presentato le dimissioni da assessore regionale. Una rinuncia che segue quanto dichiarato alla presentazione dell'ex leader di Agire nel gruppo del partito di Giorgia Meloni (Qui articolo).

 

L'ingresso di Fratelli d'Italia sulla scena politica trentina e regionale aveva fin da subito creato alcuni malumori nelle forze di maggioranza, soprattutto in quota Svp (Qui articolo). 

 

"Lascio la carica di assessore regionale spontaneamente e non perché imposto da qualcuno. Credo di essere l’unico politico in Trentino - commenta Cia - a rinunciare a un ruolo istituzionale così prestigioso, coerentemente con le idee e senza chiedere nulla in cambio. Non ho mai creduto alla 'carriera politica', ho sempre creduto alla libertà di fare politica, ma questo presuppone che si sia pronti a lasciare la poltrona quando si è costretti a rinunciare alla propria coerenza pur di non perderla".

 

Ora parte l'iter di accoglimento delle dimissioni e la successiva nomina del nuovo assessore regionale. Il tutto dovrebbe concludersi intorno a metà febbraio. A raccogliere il testimone di Cia ci potrebbe essere Walter Kaswalder, finito da tempo nel mirino delle minoranze per il suo ruolo di presidente del Consiglio provinciale non ritenuto super partes nell'atteggiamento. Un passaggio che potrebbe risolvere anche l'attuale stallo sulla nomina della vice presidenza, bloccata dopo le dimissioni di Alessandro Olivi

 

"La mia scelta è coerente con quanto dichiarato il giorno della mia adesione a Fratelli d'Italia, ora continuo la mia attività politica come Consigliere provinciale e regionale", conclude Cia.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 17 settembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Società
20 settembre - 10:02
L’associazione Mercato Solidale, che ha sede a Pescara, ha “incontrato” il sogno di Mirko Toller, il 16enne di Segonzano affetto da Sma morto [...]
Cronaca
20 settembre - 06:01
I tagli degli scorsi anni al sistema sanitario sono stati un fallimento con conseguenze drammatiche ed ora questa situazione va a sommarsi alle [...]
Cronaca
20 settembre - 08:46
E' successo la scorsa notte, sul posto si sono portati immediatamente i tecnici di Veneto Strade che hanno provveduto a verificare la situazione. [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato