Contenuto sponsorizzato

Politiche, Paragone in Trentino con Italexit: ''Si avverte la voglia delle gente di riprendersi le libertà". E rilancia: ''Rompiamo la gabbia dell'Europa''

Il leader di Italexit Gianluigi Paragone in Trentino per la raccolta firme: "Buon andamento anche qui. Tra i punti del programma quello di chiedere una commissione d'inchiesta sulla gestione Covid"

Pubblicato il - 12 August 2022 - 22:20

TRENTO. "C'è un andamento positivo, si avverte la voglia della gente di riprendersi il pieno diritto alle libertà". A dirlo Gianluigi Paragone in Trentino per promuovere Italexit. "Anche qui c'è un bel movimento: la tradizione delle piazze si condensa nell'interesse delle proposte e nella volontà di firmare. Un bell'esempio della tenuta democratica, al contrario di quelle stanze dei palazzi dove si fa di tutto per cercare di tenere fuori i movimenti come i nostri". 

 

Nelle elezioni politiche del 2018 Paragone si è candidato con il Movimento 5 stelle nel proporzionale per il Senato. E' riuscito a entrare in Parlamento ma le sue posizioni sono cominciate a discostarsi sempre di più dalla linea dei pentastellati. La rottura nel 2019: vota contro la Legge di bilancio perché giudicata troppo vicina ai dettami di Bruxelles e viene espulso.

 

E sulla scia di Brexit fonda Italexit, un movimento con l'obiettivo di portare fuori l’Italia dall’Unione europea e dall’euro. Il movimento si presenta quindi per la prima volta alle elezioni del 25 settembre e deve superare lo scoglio della raccolta firme. Il senatore è, però, fiducioso: "Il trend è buono - commenta Paragone - anche in Trentino. E sul programma è ferma intenzione andare avanti sul percorso che tende a rompere gabbia dell'Europa, che ha fallito sul lavoro per favorire le multinazionali, i grandi gruppi, rafforzando l'economia finanziaria a scapito di quella reale". 

 

Nonostante l'efficacia dei vaccini e l'importanza della certificazione verde, Paragone promette battaglia sul Green pass: Italexit è infatti diventato un punto di riferimento per i movimenti no-vax e no-pass. 

 

"Vogliamo la verità sul Covid e sui vaccini - aggiunge Paragone - chiederemo una commissione d'inchiesta e puntiamo sui nostri medici per avere chiarimenti. E poi si deve cancellare il Green pass e il protocollo istitutivo che porta all'identità digitale come evoluzione di quanto vissuto a oggi". 

 

Un altro tema centrale del programma è quello del lavoro. "Bisogna dare pieno diritto ai lavoratori che assistono a consunzione dei contratti. E poi facilitazioni al mondo imprenditoriale che resta in piedi nonostante la concorrenza aggressiva delle multinazionali. Servono azioni in un Paese reale e non virtuale", conclude Paragone. 

Contenuto sponsorizzato
Edizione del 24 settembre 2022
Telegiornale
24 Sep 2022 - ore 21:22
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Politica
26 settembre - 13:15
Il leader di Azione ha detto la sua dopo i risultati delle elezioni politiche, nelle quali a livello nazionale il Terzo Polo ha ottenuto poco meno [...]
Politica
26 settembre - 11:43
A seguito dei risultati delle elezioni politiche, che vede Fratelli d'Italia in testa sia a livello nazionale che provinciale, Ianeselli [...]
Politica
26 settembre - 11:43
Nonostante la parlamentare uscente sia espressione della Lega, il carroccio non supera il 10% e la coalizione di destra è trainata da Fratelli [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato