Contenuto sponsorizzato

Al via le iscrizioni ai corsi di laurea delle professioni sanitarie, 200 posti a disposizione

Nelle sedi del Polo universitario delle professioni sanitarie di Trento e di Rovereto sono attivati cinque corsi di durata triennale. La domanda di ammissione e il relativo pagamento del contributo di ammissione di 50 euro devono essere effettuati, entro martedì 21 agosto, esclusivamente via web (Qui info)

Pubblicato il - 26 luglio 2018 - 16:56

TRENTO. Al via le iscrizioni ai corsi di laurea delle professioni sanitarie della Scuola di medicina e chirurgia dell'Università di Verona per il 2018/19. 

 

Sono 205 i posti a disposizione, 120 dei quali destinati al percorso in infermieristica, 25 in fisioterapia, 20 a quello in tecniche della prevenzione nell'ambiente e nei luoghi di lavoro, 20 per la tecnica di riabilitazione psichiatrica e 20 per igiene dentale. Il test di ammissione, unico per tutti i corsi di laurea delle professioni sanitarie, si tiene il 12 settembre alle 9.30. 

 

Nelle sedi del Polo universitario delle professioni sanitarie di Trento e di Rovereto sono attivati cinque corsi di durata triennale. La domanda di ammissione e il relativo pagamento del contributo di ammissione di 50 euro devono essere effettuati, entro martedì 21 agosto, esclusivamente via web (Qui info).

 

La formazione universitaria delle professioni sanitarie è realizzata all’interno di un protocollo di intesa che vede coinvolti la Provincia di Trento, la Scuola di medicina e chirurgia dell’Università di Verona e l'Ateneo di Trento

 

In base agli ultimi dati Alma Laurea le lauree per le professioni sanitarie sono tra quelle che offrono maggiori opportunità lavorative. Per i laureati del Polo universitario delle professioni sanitarie il tasso occupazionale, a un anno dalla laurea, è pari all’83,9% (media nazionale 71,1%).

 

Dal rapporto emergono ottime prospettive lavorative: infermieristica 90,8%, fisioterapia 95,9%, igiene dentale 100%, tecnica della riabilitazione psichiatrica 78,3% e tecniche della prevenzione nell’ambiente e nei luoghi di lavoro 87,5%.

 

La collocazione ideale dei laureati di quest’area è all’interno di ospedali, cure domiciliariambulatori pubblici e privati, strutture e centri per la riabilitazione e enti o aziende che si occupano di promozione e tutela della salute pubblica negli ambienti di vita, lavoro e prevenzione ambientale.

 

Le informazioni sulla procedura di pre-iscrizione sono disponibili alle pagine dedicate (http://www.univr.it, link «Iscrizioni – Area Medicina e Chirurgia – Bando e Allegati | https://www.apss.tn.it/polo-universitario > documenti), dove sono disponibili informazioni sui corsi e le risposte alle domande più frequenti relative all’iscrizione, immatricolazione, modalità di frequenza ai corsi e agevolazioni per gli studenti e sul seminario di preparazione alla prova di ammissione organizzato dalla Provincia di Trento, le cui iscrizioni scadono il 31 agosto.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 6 marzo 2021
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

07 marzo - 05:01

I sindacati Cgil, Cisl e Uil: "Chi chiedeva trasparenza e azioni concrete per contenere il contagio veniva accusato, mentre in realtà voleva solo preservare il territorio. Com'è che diceva il presidente Maurizio Fugatti? 'E poi si tira la riga e si vede il risultato'. Eccolo purtroppo". Zanella (Futura): "Giudizio impietoso. E non interessa del personale al collasso, mica c'è lui a riorganizzare e farsi turni massacranti"

07 marzo - 08:17

Si tratta di Federico Riccadonna, 20 anni, vigili del fuoco volontario del corpo di Riva del Garda. Ieri mattina stava raggiungendo Trento per un tirocinio e si è accorto dell'incendio. Ha dato l'allarme chiamando il 112 e subito dopo ha avvisato tutte le famiglie del condominio per farle uscire di casa. Ha trasportato, a braccia, fino al cortile, una persona in difficoltà all'ultimo piano 

07 marzo - 07:43

Il modus operandi del sodalizio criminale vedeva l'uso di imbarcazioni per portare in Italia ingenti quantitativi di droga. Nel corso dell’attività investigativa sono stati sottoposti a sequestro circa 50 chili di sostanza stupefacente
 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato