Contenuto sponsorizzato

Elezioni universitarie, domani e giovedì studenti al voto per il rinnovo di tutti gli organi d'Ateneo. Ecco le liste e i candidati

Il voto si terrà domani, mercoledì, dalle ore 9 alle ore 17 e giovedì dalle ore 9 alle ore 15. Candidati Udu, UniTIN, inATENEO, Fronte della gioventù comunista e Associazione Libere Idee

Pubblicato il - 20 novembre 2018 - 17:59

TRENTO. Studenti universitari al voto nelle giornate di domani e dopodomani, 21 e 22 novembre, per le elezioni che porteranno al rinnovo delle rappresentanze studentesche negli organi di Ateneo.

 

Le votazioni si svolgeranno mercoledì dalle ore 9 alle ore 17 e giovedì dalle ore 9 alle ore 15.

 

A ciascun elettore è assegnato a un seggio e le sedi saranno il palazzo di Economia, il palazzo di Giurisprudenza, quello di sociologia, C3A a San Michele, a Povo presso il Polo Ferrari (CIBIO, DII, DISI, DF e DM),  a Rovereto palazzo Piomarta (DIPSCO e CIMeC) e a palazzo Paolo Prodi (DLF e SSI) ed infine a Mesiano (DICAM e studenti al I anno C3A).

 

In questi ultimi anni gli studenti sono stati rappresentati dai rappresentanti degli Unione degli Universitari e da UniTIN nelle diverse cariche.

 

Anche in queste elezioni UDU e UNITiN si presenteranno, ognuno con una propria lista per quanto riguarda il Senato accademico e a Giurisprudenza mentre in tutti gli altri organi le candidatura sarà unitaria. A Rovereto saranno assieme a URLA.

 

Accanto a queste due liste in questa tornata elettorale c'è la neonata “inAteneo”, candidata su tutti gli organi centrali, Enologia e C3A.

 

"Fronte della gioventù comunista", altra lista, sarà candidata a Sociologia, Lettere e sul Senato accademico. Infine l'associazione Libere Idee con la candidatura a giurisprudenza ed economia.

 

Qui le liste e i candidati in tutti gli organi

 

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 6 marzo 2021
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

08 marzo - 05:01

Una ricerca che ha messo insieme tanti pezzi di un mosaico per ricostruire la storia “perduta” di Anna Vivaldelli, uccisa a Dro l’8 marzo 1925. A quasi un secolo di distanza, in occasione della Giornata internazionale dei diritti della donna, ricostruiamo questa vicenda grazie ai documenti, le lettere e le testimonianze dell’epoca

08 marzo - 07:50

E' successo in località Bosco dei Buoi a Cesiomaggiore nel Bellunese, i due stavano facendo ritorno dopo una escursione ma hanno sbagliato percorso trovandosi in grave difficoltà

08 marzo - 08:28

A parlare di accelerazione della pandemia è stato anche il ministero della Salute, Roberto Speranza: "La variante inglese si diffonde con il 35/40% in più rispetto a quella tradizionale e i nostri casi in aumento sono dovuti proprio a questa variante"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato