Contenuto sponsorizzato

Quasi due milioni di euro per progetti di imprese e giovani ricercatori, Caritro: ''Difficile creare sviluppo senza innovazione''

Il progetto deve prevedere inoltre il coinvolgimento attivo di almeno un giovane ricercatore di età inferiore a 40 anni in possesso del dottorato. Il bando mette a disposizione fino a 100 mila euro per ogni progetto di ricerca sostenuto

Pubblicato il - 06 dicembre 2018 - 17:41

TRENTO. La Fondazione Caritro mette sul piatto 1,8 milioni di euro per imprese e centri di ricerca per favorire la creazione di sinergie tra il "mondo produttivo", ricercatori qualificati e piattaforme tecnologiche.

 

Questo bando, avviato il 30 novembre scorso e scadenza al 30 aprile prossimo, vede inoltre una stretta collaborazione tra la realtà trentina e Fondazione Cariverona, un'unione di intenti nel settore scientifico per innescare meccanismi virtuosi che consentano una crescita armoniosa della ricerca applicata per creare innovazione e competitività nelle imprese, in equilibrio con i bisogni espressi dai territori (Qui info).

La partecipazione al bando è riservata a reti di realtà composte da almeno una realtà di ricerca con sede operativa nel Triveneto o nelle province di Ancona e Mantova, un'impresa con sede nei territori di riferimento delle due Fondazioni: Trento e Rovereto per Caritro, Verona, Vicenza, Belluno, Ancona e Mantova per Cariverona.

 

La rete deve prevedere inoltre il coinvolgimento attivo di almeno un giovane ricercatore di età inferiore a 40 anni in possesso del dottorato. Il bando mette a disposizione fino a 100 mila euro per ogni progetto di ricerca sostenuto.

 

“In questo contesto di cambiamento dei modelli di business - commenta Michele Iori, presidente di Fondazione Caritro - è difficile creare sviluppo senza innovazione. Si deve trovare un nuovo equilibrio che permetta un dialogo tra impresa e ricerca per dare la possibilità a ricercatori under 40 di sperimentare sul campo le proprie conoscenze. L'obiettivo è quello di generare nuove soluzioni a disposizione della collettività. I giovani ricercatori gettano le basi del futuro". 

 

Questa collaborazione cerca di rispondere alla sfida che la ricerca scientifica è chiamata ad affrontare: quella di generare conoscenza ed innovazione per le imprese. Un elemento cardine della competitività del nostro sistema produttivo, in grado di dare continuità allo sviluppo economico e sociale del Paese: questa la visione comune che ci unisce le due Fondazioni.

 

Questo bando si prefigge quale strumento in grado di offrire alle comunità occasioni per ampliare relazioni e collaborazioni, trasferire conoscenze applicative dal sistema della ricerca al sistema produttivo, offrendo significativi percorsi di crescita per i giovani ricercatori, che potranno confrontarsi in contesti stimolanti.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 17 aprile 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

18 aprile - 12:03

Ieri la scoperta della polizia locale oggi emergono i dettagli dell'inchiesta: una ditta dell'Alta Valsugana aveva messo in piedi questo macabro business. I resti provenivano da cimiteri del Veneto

18 aprile - 12:26

Continuano le operazioni di controllo nei locali pubblici frequentati dai giovani. Nella città della Quercia nel weekend sono stati controllati 10 esercizi pubblici mentre la compagnia di Cles è stata in tre locali

18 aprile - 06:01

Il critico d'arte sull'incendio: ''Tanti cantori di sventure pieni di dolore e sgomento per una cosa triste, ma fisiologica''. Sul palazzo delle Albere: ''Fondamentale riabilitarlo''

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato