Contenuto sponsorizzato

La 'Gara dei Sogni' a Madonna di Campiglio, l'obiettivo è una casa per far crescere gli atleti paralimpici

L'evento di raccolta fondi della Nazionale Artisti Ski Team (Nast), capitanata e fondata da Luca Jurman con la collaborazione di Alberto Laurora, è alla quinta edizione. La sfida, di solidarietà, è con Radio Dolomiti Ski Team

Pubblicato il - 11 dicembre 2017 - 17:48

TRENTO. La "Gara dei Sogni" è alla sua quinta edizione, e l'obiettivo di creare una struttura sportiva per giovani disabili è sempre al primo posto. Torna quindi a Madonna di Campiglio, il 16 e 17 dicembre 2017, l'evento della Nazionale Artisti Ski Team (Nast), capitanata e fondata da Luca Jurman con la collaborazione di Alberto Laurora

 

La manifestazione è stata presentata oggi e il progetto ha uno scopo etico e solidale molto importante, che ha meritato il sostegno dell’Assessorato allo sport della Provincia, la collaborazione dell’Azienda per il Turismo Madonna di Campiglio, Pinzolo, Val Rendena e la partecipazione attiva dello staff di Radio Dolomiti.

 

“L’obiettivo della nostra iniziativa – ha spiegato Luca Jurman – è creare un’opportunità reale per i bambini con disabilità fisiche mettendoli amichevolmente sugli sci o la tavola oltre a segnalare alla Fisip eventuali talenti. Il sogno più grande è realizzare una struttura vera e propria che aiuti l’avvicinamento allo sport di bambini e ragazzi disabili”.

 

“Il progetto – ha aggiunto Alberto Laurora – ha dei contenuti etici di livello e siamo felici di questo connubio con l’eccellenza del Trentino”. Per Giovanni Danieli, operatore economico di Madonna di Campiglio, tra i fautori dell’arrivo dell’iniziativa ai piedi delle Dolomiti di Brenta, "la sfida immediata è di avere un bel pubblico per il prossimo weekend. Con l’acquisto di un pettorale al costo di 10 euro si potrà compiere un bel gesto di solidarietà”.

 

Presente, inoltre, come delegato Fisip del Trentino, Alessandro Daldoss, campione di sci con numerose vittorie messe a segno nella sua carriera. Tra queste la Coppa del Mondo IPC di sci alpino vinta nella stagione 2013/2014 nella categoria “Visually Impaired”.

 

“Domenica saremo a Campiglio – ha detto Daldoss – e non possiamo che essere contenti di questa iniziativa che è un nuovo stimolo per far comprendere ai ragazzi disabili come la loro vita non abbia meno valore di una vita cosiddetta normale. C’è solo un modo diverso di fare le stesse cose”.

 

Il programma, in sintesi: sabato 16 spazio e tempo per gli allenamenti seguiti, alle 18, dalla vendita e distribuzione dei pettorali in piazza Sissi insieme a musica, intrattenimento e alla possibilità di incontrare alcuni atleti Nast. L’intero ricavato sarà devoluto al progetto la “Casa dei Sogni”.

 

Domenica si svolgeranno invece due entusiasmanti gare: la prima, riservata a villeggianti e amatori, inizierà alle 9.30 e si svolgerà sulla pista 5 laghi. I primi 3 classificati vinceranno una vacanza di una settimana ciascuno a Madonna di Campiglio.

 

Inoltre il primo classificato si aggiudicherà il premio speciale Nast: una sessione di allenamento di tre giorni con la squadra e lo staff tecnico della Nazionale Artisti Ski Team. La seconda gara, che si svolgerà alle 11.30, sarà la “Gara dei Sogni” e vedrà gli Artisti Nast sfidare Radio Dolomiti Ski Team in un avvincente slalom parallelo.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.21 del 23 Ottobre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

24 ottobre - 11:55

Dopo le affermazioni di papa Francesco sulle famiglie omosessuali, il mondo cattolico si interroga, tra gli attacchi dei più conservatori e le tante attestazioni di approvazione. Don Marcello Farina: "Parole bellissime. Come cristiani non abbiamo il diritto di imporre agli altri il nostro modo di vivere. La cosa che conta di più è il rispetto per le persone"

24 ottobre - 11:24

Secondo le indagini l'associazione Magna Grecia non avrebbe svolto il ruolo di aggregazione culturale ma sarebbe invece stata usata per fini 'ndranghetisti'. Le accuse vengono respinte dal presidente Giuseppe Paviglianiti che ha spiegato ai giudici che le quote raccolte venivano usate per coprire le spese sostenute per l'organizzazione di eventi e date in parte in beneficienza per aiutare alcuni enti 

23 ottobre - 19:08

Anche l'Italia è chiamata a decidere entro aprile 2021 se adottare per sempre l'ora legale o quella solare. Intanto tra sabato e domenica le lancette dovranno essere spostate indietro 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato