Contenuto sponsorizzato

Dal Trentino il progetto per migliorare la vita in Tanzania: un fornetto "speciale" per salvaguardare l'ambiente

MUSE e Dolomiti Energia, assieme, per migliorare la vita in Tanzania di tantissime persone evitando fumi tossici e inquinanti

Di Gianmarco Fontana - Istituto Ivo de Carneri - 05 February 2018 - 12:59

TRENTO. Da Trento fino in Tanzania per aiutare l’Africa. Come? Donando piccoli, ma efficaci “fornelli” in grado di cucinare del cibo ma anche scaldare le persone e aiutarle nella piccole cose di tutti i giorni.

 

Si chiama “TanzaMia. Il Fornello migliore funziona con il cuore” il progetto intrapreso da una partnership tra il Muse di Trento e Dolomiti Energia che hanno deciso di collaborare assieme per migliorare la vita quotidiana delle persone e l’ambiente, che le circonda.

 

Il progetto è molto semplice. I cittadini che decidono di aderire a Dolomiti Energia, possono prendere parte ad un progetto attraverso il quale una parte dei soldi già previsti in bolletta vengono donati direttamente per costruire dei fornelli/stufe per la popolazione della Tanzania.

 

“Il progetto – ci ha spiegato l'ideatrice Silvia Ricci - è nato da ormai qualche anno per aiutare le popolazioni dell’Africa. È un modo non solo per trasferire energia concreta, ma anche energia positiva per i meno fortunati. Sono fornelli semplici, ma efficaci, che funzionano per scaldare l’ambiente e cucinare. Evitando fumi tossici e quindi l'inquinamento.”

 

Ad oggi il 98% della popolazione rurale in Tanzania usa ancora la legna da ardere e il carbone come fonti primarie di energia. Questo sfruttamento porta a un forte degrado ambientale e a un pericoloso impatto sulla salute di donne e bambini che ogni giorno sono esposti a fumi domestici nocivi derivanti dalla combustione di legna e carbone.

Il porgetto “TanzaMia”, sostenuto dall’associazione Mazingira, con il Muse e Dolomiti Energia, vuole quindi diffondere l'utilizzo di tencnologie energetiche efficienti e salubri: forni a terra cruda, fornelletti in lamiera alimentati con pula di riso, briquettes, cesti e borse coibentati.

“Ci serviva qualcuno accanto che avvicinasse ai cittadini – ha spiegato l'ideatrice – e la partnership con Dolomiti Energia l'abbiamo ritenuta un'ottima strada per sensibilizzare le persone. Questo progetto non è stato fatto solo per far del bene all’ambiente laggiù, ma anche alle stesse persone che contribuiscono”. Un piccolo gesto, insomma, che può scaldare la casa di migliaia di persone e il cuore del singolo utente oltre a fare del bene iall’Africa intera, che detiene un fascino ed una natura meravigliosa.


Il Progetto TanzaMia punta sulla tecnologia dei fornelletti in lamiera, MAYON TURBO STOVE (MTS), i cui vantaggi sono:

  • L’economicità: I combustibili usati per MTS sono spesso gratuiti. L'acquisto del fornelletto è di circa € 25, rispetto a € 45-150 per la cottura con legna da ardere o carbone.
  • L’alta efficienza e combustione pulita: facile da accendere, combustione pulita e cuoce rapidamente.
  • La Bollitura veloce: 1 litro di acqua può bollire in 6-7 minuti.
  • La Salute: MTS può essere utilizzato all'aperto e, se correttamente utilizzato, è privo di fumo e non causa malattie legate al fumo.
  • A basso impatto ambientale: utilizzando biocarburanti alternativi e sottoprodotti agricoli, MTS riduce i cambiamenti climatici, l'inquinamento domestico delle famiglie, il degrado ambientale e la deforestazione.
  • Comodo da usare: basta battere con uno stecco per alimentare la fiamma circa ogni 7-10 minuti.
  • Basso consumo di carburante: Circa 2,5 sacchi (25 kg) di riso / famiglia / settimana, la stufa consuma circa 1,2 - 1,5 kg di pula di riso all'ora.
  • Utilizza una varietà di biocarburanti: molti combustibili gratuiti possono essere utilizzati in combinazione con la pula di riso, tra cui le bucce di granturco, arachidi, i gusci di cacao, di noce di cocco e la segatura.
  • Sicurezza: una struttura forte ad anelli assicura la stabilità ottimale della pentola.
  • Portatile e leggero: costruzione in acciaio, di peso di circa 4 kg; può essere utilizzato sia all'interno che all'aperto.
  • Altri vantaggi: le ceneri possono essere utilizzate come fertilizzanti del terreno, materiali di pulizia per pentole e padelle e repellenti per insetti attorno alla base delle piante, MTS riduce il carico di legna da ardere sulle donne.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 9 agosto 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
10 August - 18:39
L'allarme è scattato poco dopo le 18 e sul posto si stanno portando diversi vigili del fuoco. Dalla zona una grossa colonna di fumo nero
Cronaca
10 August - 17:29
Secondo le previsioni di Meteotrentino, le massime sul territorio potrebbero rimanere al di sotto dei 30 gradi centigradi nella giornata di [...]
Economia
10 August - 16:31
Sono queste le stime della Coldiretti in occasione della diffusione dei nuovi dati Istat sull'inflazione a luglio, che evidenziano “un aumento [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato