Contenuto sponsorizzato

IL VIDEO. Il regalo di Natale per ''Spelacchio'' di Stranger Things: ''Sappiamo che l'anno scorso avete avuto un po' di problemi''

E' una delle serie Netflix più conosciute. I protagonisti ricordano quel che era accaduto al mitico albero trentino sperando che per ''Spelaccio'' ci sia sorte migliore

CLICCATE SULL'IMMAGINE PER IL PLAY
Pubblicato il - 06 dicembre 2018 - 15:49

ROMA. Mentre il ''trentino'' Spelacchio oggi si è trasformato in una casetta per le mamme, quello ''nuovo'', griffato Netflix, si appresta ad essere illuminato (l'accensione è fissata per sabato) e riceve l'endorsement di Stranger Things (CLICCATE SULL'IMMAGINE PER VEDERE IL VIDEO), una delle serie più di successo della piattaforma e più conosciute nel mondo.

 

E se qualcuno già lo chiama ''Spezzacchio'' perché all'arrivo in Piazza Venezia a Roma si presentava con rami spezzati e schiacciati dopo il lungo viaggio dal varesotto oggi diventa ''Spelaccio'' all'americana visto che è finito sulla bocca dei ragazzi di Stranger Things. La caratura internazionale resta, si spera che quest'anno sia dovuta più alla sua bellezza e maestosità che ai problemi registrati.  

 

Nel video (basta cliccare sull'immagine per farlo partire) Caleb McLaughlin, Lucas nella serie, saluta i romani e ricorda il difficile destino dell'albero trentino dell'anno scorso. Spiega quindi che di luminarie natalizie loro ne hanno in abbondanza e che quindi sono pronti ad aiutare per rendere il Natale di Roma il più speciale possibile. La speranza è che ''Spelacchio 2'' abbia sorte migliore che al suo predecessore.

 

 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Montagna
03 dicembre - 05:01
Diversi i nodi da affrontare e l'apertura degli impianti in val di Non non è garantita. Le criticità legate ai costi energetici ma manca anche [...]
Politica
02 dicembre - 20:39
Dopo le rivelazioni del sindaco Finato si allungano le ombre sul progetto per il Nuovo ospedale di Cavalese. Ora Cia chiede conto del ruolo avuto [...]
Cronaca
02 dicembre - 15:54
Il Centro in via Dogana 1 ha iniziato ad accogliere le vittime di violenza dai primi anni 2000, partendo da 92 arrivando a 335 nel 2021. [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato