Contenuto sponsorizzato

L’affiancamento familiare, una risorsa per la comunità e arriva un percorso formativo

L'appuntamento è per giovedì 3 maggio dalle 9 alle 17 presso la sala circoscrizionale La Clarina, quando si terrà la giornata formativa "L’affiancamento familiare: una risorsa per la comunità", promossa in collaborazione con la Fondazione Paideia, Comune di Trento, Comune di Rovereto, Comunità Alta Valsugana e Bersntol e Asif Chimelli

Pubblicato il - 02 maggio 2018 - 12:34

TRENTO. Un percorso di formazione gratuito riservato a operatori, insegnanti e responsabili di associazioni che, affiancati dagli operatori della Comunità Murialdo e della Fondazione Paideia, approfondiranno i temi legati all’affiancamento familiare, una metodologia di carattere preventive pensato per sostenere nuclei familiari che vivono un periodo di difficoltà nella gestione della vita quotidiana e nelle relazioni educative con i figli.

 

L'appuntamento è per giovedì 3 maggio dalle 9 alle 17 presso la sala circoscrizionale La Clarina, quando si terrà la giornata formativa "L’affiancamento familiare: una risorsa per la comunità", promossa in collaborazione con la Fondazione Paideia, Comune di Trento, Comune di Rovereto, Comunità Alta Valsugana e Bersntol e Asif Chimelli.

 

L'affiancamento permette di instaurare un rapporto di parità e reciprocità che sostiene senza dividere, guardando alle potenzialità e risorse della famiglia e non soltanto ai suoi problemi. Questa giornata fa parte del progetto "Famiglie. Presente!", promosso dalla Comunità Murialdo del Trentino Alto Adige e dalla Provincia Autonoma di Trento, con il sostegno del Fondo regionale per il sostegno della famiglia e dell’occupazione.

 

Un progetto che ha l’obiettivo di favorire la crescita di una comunità che sappia prendersi cura di se stessa e delle famiglie che attraversano momenti di difficoltà nella gestione della vita quotidiana e nelle relazioni educative con i figli.

 

Con questo progetto si vogliono creare reti di famiglie disponibili ad impegnarsi in forme di accoglienza e supporto attraverso lo strumento dell’affiancamento familiare: una famiglia affianca un’altra famiglia e entrambe si impegnano con la definizione di un patto a sostenersi reciprocamente per un periodo di tempo definito.

 

La Comunità Murialdo, presente in Trentino Alto Adige dal 1978, è impegnata nell’accoglienza, nell’educazione e formazione di bambini/e e ragazzi/e e nel sostegno delle loro famiglie. La Fondazione Paideia nasce nel 1993 a Torino e ha ideato e sviluppato in numerosi territori “Una famiglia per una famiglia” (www.unafamigliaperunafamiglia.it), che è attualmente politica sociale in numerose regioni italiane.

 

E’ possibile iscriversi alla giornata formativa “L’affiancamento familiare: una risorsa per la comunità” entro il 2 maggio (Qui info - Bruno Crepaldi – brunocrepaldi@murialdo.taa.it

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.31 del 13 novembre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

13 novembre - 19:04

Dopo la storia che abbiamo raccontato di Gianpaolo e Laura sono stati molti i trentini che hanno deciso di offrire il proprio aiuto. Intanto anche oggi hanno trascorso la giornata al freddo. Tra le offerte di aiuto non è mancato anche chi ha deciso di informarsi per pagare una settimana alla coppia in ostello in un B&B dove poter dormire al caldo

13 novembre - 19:56

Il maltempo ha causato sia l’interruzione della fornitura esterna di energia elettrica, necessaria per la trazione dei treni e il funzionamento delle apparecchiature tecnologiche, sia la caduta di alberi sulla linea ferroviaria. Nella giornata odierna si sono registrati non pochi disagi per i viaggiatori, salvo imprevisti la linea dovrebbe essere riattivata nella mattinata di domani

 

13 novembre - 12:44

A esprimere forti perplessità sull'operazione i territori. E arriva la presa di posizione, pubblica, di Simone Santuari, presidente della comunità valle di Cembra a rappresentare anche le preoccupazioni di molti sindaci. Santuari: "Lavoriamo a consolidare il rapporto tra la valle di Cembra e la Rotaliana per cercare di costruire un percorso tra le due Comunità"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato