Contenuto sponsorizzato

La Fondazione Caritro lancia ''Accompagnami'', un percorso per il Terzo settore sull’imprenditorialità sociale

La Fondazione insieme a nove realtà del territori, tra le quali Provincia, Euricse, Università di Trento, Confindustria, Fondazione trentina per il volontario sociale e Csv-Trentino non profit network ha messo a punto un percorso formativo ed esperienziale per creare nuove imprese sociali e per sviluppare quelle esistenti. Intanto la mostra sui 200 anni di Caritro si sposta a Rovereto

Di Luca Andreazza - 20 ottobre 2018 - 11:48

TRENTO. Un progetto per rispondere alla crisi economica, ma soprattutto ai bisogni degli enti impegnati nel terzo settore. Questo il protocollo d'intesa tra Fondazione Caritro e nove realtà del territorio per realizzare l'iniziativa "Accompagnami".

 

Dalla Provincia a Euricse, dall'Università di Trento a Confindustria, da Federmanager a Manageritalia. E ancora Prioritalia, Fondazione trentina per il volontario sociale e Csv-Trentino non profit network. Tutti uniti per un'intesa che si inserisce nelle iniziative strategiche di lungo periodo che la Fondazione ha già avviato per rafforzare la cultura e la politica del welfare generativo espresso in Trentino.

L’obiettivo è quello di promuovere percorsi di innovazione sociale al fine di generare nuove risorse per la comunità e sostenere così la collaborazione tra soggetti eterogenei, quindi anche quelle realtà non strettamente afferenti all’area del welfare sociale e del profit

 

Negli ultimi anni gli interventi nel settore del welfare sociale è cambiato e le risorse disponibili sono complessivamente calate: si è reso così necessario trovare nuove modalità di risposta a problemi in continuo aumento. In quest'ottica la Fondazione Caritro ha coinvolto diversi enti e istituzioni in grado di mettere a disposizione competenze e professionalità per supportare progetti di sviluppo del terzo settore.

 

"Accompagnami" è un percorso di avvicinamento e accompagnamento per stimolare gli enti del terzo settore che intendono sviluppare imprese sociali esistenti o avviare nuove imprese sociali e si colloca all’interno del contesto del progetto strategico pluriennale denominato Welfare Km Zero.

 

Il percorso prevede tre fasi di realizzazione. Si parte dall'avvicinamento all'approccio manageriale e imprenditoriale, un'iniziativa articolata in sei incontri laboratoriali ogni quindici giorni fino all'11 dicembre, quindi si passa alla fase di accompagnamento alla programmazione con l'affiancamento di tutor esperti per la stesura del piano di sviluppo.

 

Chiude il ciclo la realizzazione esecutiva del progetto, che prevede un periodo di affiancamento sul campo di diversi esperti. Sono 28 i soggetti partecipanti provenienti da tutto il territorio trentino, un progetto che coinvolge cooperative sociali e associazioni di promozione sociale, ma anche organizzazioni di volontariato ed enti ecclesiastici.

 

Un progetto, questo, che consente alla Fondazione di proseguire l'impegno avviato nel 2015, quando Caritro ha deciso di cambiare veste e riorganizzare le proprie attività tra quattro macro aree quali "Ricerca scientifica e tecnologica", che pesa per il 42%, "Educazione, istruzione e formazione" (25%), "Arte, attività e beni culturali" e "Volontariato, filantropia e beneficenza", rispettivamente a 10% e 23% del budget annuale. 

 

La Fondazione è reduce da un 2017 nel quale è riuscita a stanziare contributi per circa 6,6 milioni di euro attraverso la pubblicazione di 16 bandi e il sostegno a 193 realtà del territorio per 234 progetti nei quattro settori d'intervento

 

Negli ultimi 25 anni di attività l’andamento delle erogazioni a favore del territorio trentino ha sempre registrato un incremento positivo fino a raggiungere i 125 milioni. A questo si aggiungono 6,85 milioni ai fondi per il volontariato per 4.733 progetti complessivamente sostenuti

 

Nel 2017 sono stati due i bandi promossi nello specifico ambito d'intervento del "Volontariato, filantropia e beneficenza", in questo caso la Fondazione ha sostenuto 17 progetti, gestiti da 53 realtà di welfare del trentino e 53 altre realtà, per un contributo complessivo di 1,6 milioni di euro.

 

Sempre dodici mesi fa Caritro ha visto la pubblicazione della prima edizione del bando “Welfare Km Zero” per progetti di welfare comunitario e generativo che ha permesso di sostenere 8 progetti con il coinvolgimento attivo di circa 1.030 persone, molte delle quali si sono rese disponibili a supportare le attività dei diversi progetti.

 

Dopo la tappa a Trento, Fondazione racconta i suoi 200 anni di storia attraverso una mostra allestita a Palazzo del Bene di Rovereto. Un percorso espositivo per mettere in luce le origini di Caritro e l'impegno sempre profuso a favore della collettività e del territorio (Qui articolo).

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 26 maggio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

27 maggio - 12:03

E' successo questa mattina. I due uomini stavano risalendo il canalone con i ramponi quando, probabilmente, sono stati investiti da una scarica di sassi e Zenatti ha perso l'equilibrio

27 maggio - 11:18

In questi giorni sono stati contattati telefonicamente dalla Croce Rossa i primi utenti scelti nel campione rappresentativo per l'indagine Istat: “Tra la popolazione si è diffusa la convinzione che ogni privato cittadino possa prenotarsi, ma non è così. Saremo noi a chiamarvi”

27 maggio - 06:01

E questa emergenza Covid-19 ha portato in luce pregi e difetti della Dad. Una professoressa: "Stabilizzarsi tramite il concorso? In Trentino sembra che non sia possibile". La sindacalista Cinzia Mazzacca: "A rischio la continuità didattica in molte scuole della nostra provincia, un docente potrebbe trasferirsi in un altro territorio"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato