Contenuto sponsorizzato

Le casette in legno prodotte dall'eccellenza trentina girano il mondo. Al Natale di Lugano gli chalet della Rapid

Le casette sono state commissionati all'azienda trentina per l'evento che si sta tenendo nel Canton Ticino. Ma i prefabbricati dotati di ogni comfort sono già conosciuti in tutta Europa per la qualità dei materiali e il rispetto dell'ambiente 

Di spazio autogestito - 09 dicembre 2018 - 14:50

TRENTO. In questi giorni di dicembre Lugano, affascinante città del Canton Ticino, ospita il suo "Natale in piazza" grazie alla scelta operata da Eventmore che ha individuato nelle casette prodotte dall'azienda  Rapid srl di Trento la risposta alle esigenze di qualità dell'evento prenatalizio.

 

I primi 40 chalet completi di ogni accessorio hanno trovato cosi sede in questa manifestazione che è solo l'utimo successo di un percorso partito da lontano. L'azienda trentina infatti ha collocato, nel corso della sua lunga esperienza, i propri chalet in decine di città italiane ed estere, da Levico Terme ad Arco, da Torbole a Pergine Valsugana, dal Anterselva a Cortina d'Ampezzo, passando per Trieste, Milano, Como, Saronno, San Remo cosi come in Sardegna. In Europa il marchio Rapid è stato selezionato e preferito in Austria, in Slovenia a Norimeberga a Monaco di Baviera ad Oslo, ancora in Irlanda, in Gran Bretagna e Belgio.

 

Gli chalet espositivi prodotte da Rapid srl di Trento hanno saputo portare ovunque un piccolo grande segno di eccellenza trentina grazie ad un idea progettuale ed operativa basata rigorosamente su concetti di qualità, praticità e costante ricerca ed innovazione.

 

Al primo posto sempre l'attenzione ai prodotti utilizzati ed all'ambiente, puntando ad una rigorosa ottimizzazione dei materiali costruttivi tutti rigorosamente green. Garantita anche  la facilità di utilizzo e semplicità nelle operazioni di logistica pre e post eventi, assistenza al cliente in ogni fase del processo operativo e utilizzo di tecnologie accessorie moderne e attente al risparmio energetico.

 

L'attenzione all'ambiente ha trovato risposta anche nell'innovativa formula per il trasporto di ogni singolo chalet organizzato come un singolo modulo comprendente ogni sua parte, consentendo così lo stivaggio di molte unità sui mezzi pesanti dedicati al loro trasferimento diminuendo volumi e razionalizzando cosi al massimo gli spostamenti dei camion coinvolti con conseguente risparmio di carburante e quindi minor inquinamento.

 

Tutte le strutture vantano la certificazione Pefc relativa ai materiali utilizzati, legno in particolare, cosi come per gli impianti luce si è puntato al risparmio energetico utilizzando illuminazione a led. Un impegno verso questi temi che ha portato ad un importante riconoscimento ufficiale consegnato a Milano in occasione del "GrandesignEtico Internazional Award 2010" e nel 2015 ad una prestigiosa vittoria in occasione del  "Trento marketing Challenge" disputato in parallelo fra Italia e Russia.

 

Una cornice  vincente dalla progettazione al montaggio, con un brevetto depositato nel 2011 presso la Società Italiana Brevetti, in grado di offrire misure ed ingombri studiati per ogni esigenza, cosi da poter fornire risposte ad ogni  dettaglio organizzativo ed espositivo. Soluzioni che consentono anche di  valorizzare al meglio le scenografie delle varie manifestazioni ed eventi, ma soprattutto di consegnare al singolo operatore una struttura moderna, di qualità in grado di esaltare ogni tipologia di prodotto inserito e proposto al pubblico. Grande attenzione anche al comfort, con ad esempio l'innovativo riscaldamento a pavimento unico nel suo genere ed utilissimo nei periodi invernali.

 

Lavorare in uno Chalet Rapid significa sicuramente apportare un valore aggiunto ai prodotti proposti permettendo all'utilizzatore finale di esercitare in un ambiente professionale, moderno, capace nel contempo di esprimere tipicità e calore grazie ai materiali utilizzati ed alle infinite personalizzazioni possibili.

 

La sicurezza complessiva viene infine garantita da certificazioni statiche e relative alle parti elettriche per rispettare tutte le norme esistenti permettendo cosi  l'assoluta tranquillità alle persone e beni coinvolti nel loro utilizzo.

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 26 novembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

29 novembre - 09:56

Andrea Weiss (Apt val di Fassa): "Un comparto fondamentale nel breve termine dobbiamo prepararci. La promozione? Delicatissima, ci sono tanti morti e si rischia di urtare la sensibilità del turista. Si potrebbe guardare poi a Francia e Germania per il futuro della strutturazione delle ferie italiane"

29 novembre - 10:21

Secondo le prime informazioni, il governo dovrebbe mantenere misure piuttosto stringenti per evitare che i contagi tornino a salire. I dati non sono infatti abbastanza bassi da poter immaginare un "rompete le righe". Si valutano il blocco dello spostamento fra Regioni una settimana prima di Natale, l'assenza di qualsiasi deroga sul coprifuoco (che rimarrebbe alle 22) e un'apertura straordinaria dei negozi per evitare assembramenti

29 novembre - 09:06

Drammatico il bollettino del Coronavirus nelle ultime 24 ore in provincia di Belluno. Sono 196 infatti i nuovi contagi registrati, mentre 5 persone sono decedute in due strutture ospedaliere del capoluogo. Oltre 4600 gli attuali contagiati nel territorio provinciale. Nella mattinata di domenica 29 novembre si svolgerà inoltre lo screening mirato ad Auronzo di Cadore

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato