Contenuto sponsorizzato

''Trova il mondo in Trentino'', i migliori scatti in mostra al Centro per la cooperazione internazionale

Rush finale per il progetto "Trova il mondo in Trentino" di Gtv-Gruppo trentino volontariato. Un percorso di circa dodici mesi tra incontri e dibattiti, mostre e concorso fotografico

Di Luca Andreazza - 20 October 2018 - 15:27

TRENTO. Rush finale per il progetto "Trova il mondo in Trentino" di Gtv-Gruppo trentino volontariato. Un percorso di circa dodici mesi tra incontri e dibattiti, mostre e concorso fotografico. 

 

La conclusione è fissata al Centro per la cooperazione internazionale in vicolo San Marco 1 a Trento fino 9 novembre prossimo. L'atto finale di un'iniziativa condita da storie che, attraverso la fotografia, intende attivare la cittadinanza sul tema delle interconnessioni in ambito ambientale e sociale al fine di sensibilizzare i cittadini sulla globalizzazione come apertura di nuove possibilità per il futuro e momento per stimolare il pensiero critico.

 

L'appuntamento finale è la mostra mostra fotografica che mette in mostra gli scatti più significativi del concorso "Trova il Mondo in Trentino" per raccontare la visione sulle interconnessioni del nostro mondo, ma anche i pensieri di tanti giovani e adulti che si sono voluti mettere in gioco in questa iniziativa.

 

"Questo progetto - spiega Francesca Anzi, coordinatrice di Gtv-Gruppo trentino volontariato - intende sensibilizzare e attivare il pensiero critico sul tema delle Interconnessioni attraverso la fotografia: rendere i cittadini partecipi e acquisire sensibilità in merito alla globalizzazione: non solo un fenomeno in atto da subire, ma anche una possibilità".

 

Le fotografie esposte al Centro per la cooperazione internazionale raccontano la visione dei fotografi rispetto alle "Interconnessioni ambientali" (cambiamento climatico e turismo di massa, inquinamento di una mobilità complessa e sistemi di produzione su larga scala) e le "Interconnessioni commerciali" (elemento di scambio e relazione, che dipende dal sistema di trasporto e distribuzione e rappresenta un luogo di conoscenza e ricchezza).

 

E ancora le "Interconnessioni culturali" (i mille volti delle culture che si miscelano e si incontrano, che cambiano nel tempo per le relazioni tra le persone, gli scambi e le nuove conoscenze) e le "Interconnessioni sociali", cioè uomini e donne che si spostano da un territorio all’altro per far emergere le mille domande rispetto al viaggio, la vita prima della partenza e ovviamente anche all’arrivo, magari temporaneo, nei nostri territori.

 

"Questi - aggiunge la coordinatrice - sono solo alcuni esempi di interconnessioni. Eravamo alla ricerca dell’interpretazione fotografica delle interconnessioni di ognuno dei partecipanti, la loro visione del mondo interconnesso".

 

Al concorso hanno partecipato 120 persone per un totale di 360 scatti divisi in due sezioni, cioè Trentino e Italia. I premi in palio un'attrezzatura fotografica, ma anche un viaggio verso un paese dove gli enti coinvolti svolgono progetti di cooperazione internazionale, come Associazione Trentino con i Balcani e Consorzio associazioni con il Mozambico onlus.

 

Un'iniziativa appoggiata anche da Viaggi Bolgia di Trento, Pergine Festival, Centro per la cooperazione internazionale e  Festival della fotografia etica di Lodi.

 

"Non è stato semplice - commenta la coordinatrice di Gtv - per la giuria presidiata da Alberto Prina, direttore del Festival della fotografia etica, scegliere i 15 migliori scatti che ora compongono la mostra 'Scopri il Mondo' e le immagini premiate. Sono state valutate le competenze tecniche, ma anche le idee e la creatività di lettura del contesto, oltre alle parole che accompagnavano lo scatto e spiegavano l’intento dell’immagine. Molte foto parlano al cuore e fanno capire che una società multiculturale è ricca e variegata, altre foto sottolineano le difficoltà e le sfide che come società dobbiamo affrontare e superare".

 

Nella mostra è possibile compilare una cartolina con la foto del primo premio della mostra e inviarla a chi si vuole. "Il tutto senza costi. Il meccanismo - conclude Anzi - di invio cartoline vuole contribuire a far attivare la comunità. Diffondere le immagini e le riflessioni, ecco l’obiettivo degli enti promotori che auspicano la partecipazione di tante persone curiose ed interessate".

Contenuto sponsorizzato
Edizione del 5 ottobre 2022
Telegiornale
05 Oct 2022 - ore 21:56
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
06 ottobre - 19:41
In un solo mese sono più di 150 le persone che si rivolgono al centro di raccolta Tabita per avere un aiuto concreto: “Sono quasi tutti senza [...]
Cronaca
06 ottobre - 19:47
Lo sversamento sarebbe stato causato dal danneggiamento di una vecchia cisterna. Sono in corso le operazioni di bonifica da parte dei vigili del [...]
Politica
06 ottobre - 18:00
Dai costi della materie prime aumentati del 35% alle aree inquinate di Trento nord, Sinistra Italiana lancia l’allerta [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato