Capire i fenomeni migratori di oggi e di ieri. Il ''Mondo in Piazza'' oggi arriva a Lavis tra le foto di Fabio Bucciarelli, reporter della guerra in Libia, e lo sport come ponte tra i mondi

Oggi il furgone del bellissimo progetto che sta girando il Trentino arriverà ad Altavalle frazione di Grumes. Si è partiti da Flavon il primo giugno con il tema “Accoglienza della diversità”. Scorri la mappa e scopri quanto è già successo e cosa succederà

Contenuto sponsorizzato
Di Luca Pianesi - 06 luglio 2019 - 12:15

TRENTOConoscenzaconfronto tra chi vive nel territorio, comprensione di una società che cambia e la capacità di fare informazione con modi e modelli nuovi. C'è anche il Dolomiti nel progetto “Il mondo in piazza” nato da un lungo lavoro di co-progettazione che vede protagonista l'associazione “46° Parallelo – Atlante delle guerre e dei conflitti del mondo” affiancata da un'importante rete di partners come Acav, Associazione Centro Aiuti Volontari, Atas, Associazione Trentina Accoglienza Stranieri e Uisp Trentino. E ci si avvale anche dell'importante collaborazione tecnica della casa di produzione Filmwok di Trento.

 

Il progetto gira su quattro ruote gran parte del Trentino attraverso un vero e proprio furgone che trasformerà le piazze in luogo di incontro e testimonianza attorno a vari temi dall'accoglienza della diversità, alla storia dell'emigrazione trentina passando per lo spopolamento delle valli alpine. Si è partiti da Flavon sabato 1 giugno con il tema “Accoglienza della diversità” dove si è parlato anche di Casa Padre Angelo la struttura che accoglie le donne migranti assieme ai propri figli scappati da storie di paura e violenza (QUI LA STORIA DI STELLA). 

 

Sabato 22 giugno l'appuntamento si è spostato a Riva del Garda dove è stato spiegato che i pregiudizi sono ancora tanti, ma Cooperativa Arcobaleno, Atas Onlus e Fondazione comunità solidale lavorano per ''abbattere preconcetti e costruire relazioni'' (QUI IL LORO RACCONTO). Sabato 29 giugno a Malè, in piazza Regina Elena, la discussione si è spostata sull'emigrazione trentina e su come la situazione fosse ribaltata fino a meno di un secolo. L'incontro ha ruotato attorno al progetto “Mi racconti la tua storia?” promosso dal comune di Commezzadura e finanziato dai Piani Giovani della Val di Sole (QUI L'APPROFONDIMENTO). 

 

Il 6 si è passati a Ossana dove è stato presentato un curioso gioco in scatola (QUI ARTICOLO) che, seguendo le rotte e i fatti realmente accaduti, aiuta a riflettere sul fenomeno delle migrazioni e a conoscerlo meglio e in maniera più chiara. Il 13 luglio l'evento ha fatto tappa in val di Cembra: Faver, Grauno, Grumes e Valda, quattro borghi con un passato in comune fatto di emigrazioni. Anche così è nata Altavalle (QUI ARTICOLO). 

 

Oggi 20 luglio è il turno di Lavis al parco dell'Anfiteatro per arrivare poi a Trento in piazza Cesare Battisti sabato 27 luglio.

 

IL PROGRAMMA 

 

Il programma si apre con la mostra di Fabio Bucciarelli, fotoreporter, con le fotografie scattate
durante il conflitto in Libia a partire dalle 14:30.

Alle 16:30 giochi con UISP Sport per tutti, che permetteranno a bambini e ragazzi di tutte le età di
provare sport differenti e mettersi in gioco con gli operatori di giocoleria, basket e calcetto.

Alle 17:30 poi approfondimento sul tema ''Storie di emigrazione e resistenza da e in Val di Cembra'';
con Vera Rossi (vicesindaco comune di Altavalle) e i registi dei due documentari ''Senza far
rumore''; e ''Senza far rumore II''; Barbara Fruet, Stefania Viola e Gianpiero Mendini.

Alle 18 Elisabetta Bozzarelli (ACAV) presenterà il modello di accoglienza ugandese, messo in atto
per i rifugiati provenienti dal Sudan.

Alle 18:15 Raffaele Crocco racconterà ''Le migrazioni oggi'', un intervento basato sui testi de
''Atlante delle Guerre e dei Conflitti del Mondo''; che ''associazione 46°parallelo'' pubblica.

Alle 18:30 spazio al teatro con lo spettacolo ''Eisbolè. Una carta geografica diventa teatro'';,
spettacolo realizzato dalla compagnia F.a.r.m. Fabbrica dei Racconti e della Memoria, con attrici
Giusi Salis e Fiamma Negri.
Alle 19:30 pizza in piazza.

Il format verrà realizzato anche in caso di maltempo, presso il teatro Le Fontanelle, fraz. Grumes,
Comune di Altavalle.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.21 del 25 Settembre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

25 settembre - 20:18

La mappa del contagio comune per comune. Oggi in Alto Adige è stata chiusa la prima scuola della regione per un focolaio tra gli studenti

25 settembre - 19:15

Preoccupa il ritorno dei contagi, soprattutto in vista della stagione invernale e sulle piste da sci. Il consigliere del Patt Dallapiccola deposita un’interrogazione: Finora questa Giunta non ha dato dimostrazione di particolare prontezza di riflessi e di efficacia nelle risposte ai problemi che via via si presentano”

25 settembre - 16:21

Nelle ultime 48 ore in Alto Adige sono stati individuati quasi 90 positivi. Di questi cinque sono studenti di scuole diverse (ecco quali) dove scatteranno le normali misure di quarantena per i compagni mentre altri cinque sono stati individuati solo nell'istituto di Merano. Per sicurezza da lunedì 28 settembre fino a venerdì 9 ottobre 2020 compreso la scuola resterà chiusa e si torna alle lezioni digitali

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato