Contenuto sponsorizzato

Una passerella pedonale tra i due laghi, per passeggiare in sicurezza

L'opera è cominciata oggi e sarà terminata a fine novembre. Si troverà tra il lago di Toblino e il lago di Santa Massenza

Pubblicato il - 02 luglio 2018 - 15:47

MADRUZZO. Una passerella pedonale che permetterà di attraversare il canale che separa i due laghi, di Toblino e di Santa Massenza, in sicurezza. Un'opera fondamentale per tutti quelli che vorranno passeggiare in tranquillità in una delle zone più belle del Trentino ma anche delle più trafficate e difficili da approcciare, proprio per la mancanza di infrastrutture pedonali. I lavori sono cominciati questa mattina, su consegna del servizio Opere Stradali e Ferroviarie della Provincia alla ditta Metalcarpenterie Dalfovo di Mezzolombardo.

 

La passerella verrà realizzata a fianco della SS 45bis Gardesana Occidentale, all'altezza del chilometro 138 circa, nel comune di Madruzzo, parallelamente al ponte stradale sul canale, ad una distanza di circa 3 metri verso il lago di Toblino e collegherà il percorso pedonale lungo il lago con la piazzola in prossimità dell’inizio del nuovo marciapiede che conduce a Padergnone. La struttura sarà costituita da una campata unica di 33 metri in acciaio “corten” verniciato, larga 3 metri. Le spalle in cemento armato e fondate su micropali, sorgeranno a tergo dei muri di argine del canale 2 laghi.

 

La passerella sarà interamente realizzata in stabilimento, e successivamente trasportata e varata in orario notturno. Il progetto rientra in un intervento di completamento dei lavori di realizzazione di uno svincolo per Padergnone, realizzati nel corso del 2014-2015. L'opera costerà 226.438,93 euro e la data prevista per la consegna dell'opera è fissata per fine novembre.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.22 del 09 Dicembre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

10 dicembre - 05:01

La nuova Giunta della provincia di Trento non ha mai nascosto la sua contrarietà per dei progetti ritenuti troppo ''calati dall'alto'' anche se il calo delle risorse pubbliche impone delle scelte. In Trentino, tra l'altro, ci sono poco quasi 70 Comuni con meno di 1.000 abitanti contro una quindicina in Alto Adige eppure Kompatscher ha scelto (e ottenuto di finanziare) una strada opposta a quella trentina

09 dicembre - 19:38

In una conferenza stampa altisonante, la Lega trentina ha annunciato la sua presenza in piazza in concomitanza con il resto d'Italia per spiegare alla cittadinanza le politiche fiscali del governo giallo-rosso e per dire no a nuove tasse. Peccato che la manovra provinciale finisca proprio per aumentare le imposte (taglio delle esenzioni al pagamento dell'Irpef e dei ticket sanitari per tutti), colpendo i ceti più deboli e favorendo quelli più benestanti

09 dicembre - 12:52

L'usanza di rincorrersi tra "demoni" e "provocatori" è radicata nella tradizione. I Krampus accompagnano San Nicolò, lo scortano mentre dona dolci ai bambini buoni e si scatenano quando il santo se ne va, venendo poi "inghiottiti dalle tenebre". La violenza è parte dunque del rituale, e al di là di come la si consideri, il segreto per non rimanerne vittima è solo uno: tenersene lontani 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato