Contenuto sponsorizzato

IL VIDEO. Da San Marino al Monviso, lo spettacolo mozzafiato immortalato dalla Lessinia

Il Monte Titano e il Monviso in un unico video, un evento rarissimo ripreso dal gestore del rifugio Bocca di Selva: "Vedere contemporaneamente le due montagne è stato un evento unico"

Pubblicato il - 26 dicembre 2019 - 17:48

LESSINIA. E' uno spettacolo straordinario quello a cui ha assistito Marco Melotti, gestore del rifugio Bocca di Selva, nel cuore del Parco Naturale della Lessinia. 

 

Un panorama eccezionale che dall'Adriatico, sorvolando la Pianura Padana, arriva all'Appennino tosco-emiliano per concludersi con l'arco alpino e il maestoso Monviso.

 

La Vigilia di Natale, verso le 15.00, Marco Melotti ha imbracciato la fotocamera e ha immortalato l'eccezionale evento. Nel video la voce del gestore commenta le immagini: dal Monte Titano (755 metri s.l.m), il principale rilievo di San Marino a sua maestà il Monviso (3.841 metri s.l.m), il "re di pietra" da cui nasce il Po, nel cuneese.

 

 

 

 

"E' la prima volta che mi capita - racconta Melotti -. Il Monviso si vede spesso, sopratutto in inverno al tramonto. Il sole scende da quella parte e, quindi, ne fa risaltare la sagoma. Il monte Titano, invece, nonostante, in linea d'aria, sia più vicino del Monviso è molto difficile da scorgere perché la Pianura Padana fa spesso da vero e proprio muro: smog e nebbia rendono la visibilità pressoché nulla. Capita un paio di volte all'anno e sempre al mattino. Proprio per questo, vedere contemporaneamente le due montagne è stato un evento unico".

 

 

 

 

 

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 19 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

20 gennaio - 19:22

Il Trentino è il territorio più penalizzato dai tagli sulle forniture operati da Pfizer: calo del 60% sulle dosi. Segnana: Possiamo comunque garantire la continuità delle vaccinazioni a coloro che si erano prenotati, compresi i volontari delle Croci. Poi inizieremo a fare la seconda dose”

20 gennaio - 18:12

Sono state registrare 29 dimissioni e 278 guarigioni. Il numero dei pazienti ospedale scende sotto le 300 persone. Analizzati quasi 4 mila tamponi. Sono state confermate 80 positività riscontrate nei giorni scorsi tramite test antigenico

20 gennaio - 19:12

Nell'ultimo confronto Stato-Regioni si è parlato dei tagli della Pfizer nella fornitura dei vaccini: "Abbiamo manifestato il nostro sconcerto". Un altro argomento è stato quello dei ristori. "Auspichiamo che il governo in carica sappia rispettare gli accordi presi con le categorie economiche. Non ci sono ancora garanzie e questo ci preoccupa". Il punto sui test salivari

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato