Contenuto sponsorizzato

La Camminata Italia arriva in Trentino, la Sat rilancia l'escursionismo in val di Sole dopo la tempesta Vaia

L'iniziativa "Camminata Italia Cai" sbarca ora in Trentino per il week end 24-25 agosto, messo a punto dalla Commissione escursionismo della Sat in collaborazione con le sezioni di Peio e Rabbi-Sternai. In questo caso specifico, l'obiettivo è anche quello di rilanciare la frequentazione escursionistica in un'area fortemente colpita dalla tempesta Vaia dell'ottobre scorso

Lago Pian Palù
Pubblicato il - 16 agosto 2019 - 17:34

PEIO. La grande staffetta escursionistica non continuativa del Club alpino italiano lungo il rinnovato Sentiero Italia arriva in Trentino. Sono due le escursioni in programma sabato 24 e domenica 25 agosto tra il passo Tonale e Rabbi. 

 

Le escursioni di "Cammina Italia Cai" sono iniziate a marzo in Sardegna e via via hanno risalito la penisola lungo la dorsale appenninica prima e l'arco alpino poi. La volontà è quella di promuovere il rilancio degli oltre 7 mila chilometri di un itinerario che parte da Santa Teresa di Gallura per terminare a Muggia in provincia di Trieste. In ogni regione le escursioni hanno visto la partecipazione di decine, in qualche caso anche centinaia, di appassionati.

 

Questa iniziativa sbarca ora in Trentino per il week end 24-25 agosto, messo a punto dalla Commissione escursionismo della Sat in collaborazione con le sezioni di Peio e Rabbi-Sternai. In questo caso specifico, l'obiettivo è anche quello di rilanciare la frequentazione escursionistica in un'area fortemente colpita dalla tempesta Vaia dell'ottobre scorso. 

 

Il primo appuntamento è per sabato 24 agosto, si camminerà dal passo del Tonale a Peio (difficoltà EE, dislivello positivo 1.000 metri, negativo 1.150 metri, durata cinque ore): dopo la salita all’ospizio San Bartolomeo, i partecipanti raggiungeranno malga Valbiolo (2.244 metri), per poi risalire e entrare nell’anfiteatro morenico fino al passo dei Contrabbandieri (2.681 metri, punto più alto dell’escursione), ricco di testimonianze della Grande Guerra.

 

Dopo aver percorso un tratto di sentiero scavato nella roccia, si raggiungeranno i laghetti di Montozzo, dove si trova il rifugio Angelo Bozzi (2.471 metri). Qui, un luogo dove il fronte della Grande Guerra non si è mai mosso (anche dopo Caporetto) e dove sono visibili i resti delle trincee, si intercetta la prima tappa trentina del Sentiero Italia Cai e si prosegue fino al Forcellino di Montozzo (2.612 metri) che offre tra i migliori panorami sulle montagne circostanti.

 

Si scende sui declivi a pascolo dell'ampia e suggestiva val Montozzo, dove si trovano numerose marmotte che hanno trovato un habitat ideale nella conca glaciale cosparsa di splendidi laghetti, per poi proseguire fino al gradino inferiore della valle da dove si può godere una splendida veduta del sottostante lago di Pian Palù, con, purtroppo, ancora evidenti i segni della tempesta dell’ottobre 2018. Si continua  il percorso, fino ad arrivare sulla sponda meridionale del lago, al Fontanino di Celentino (1.676 metri). L’ultima parte del tracciato è stata modificata rispetto al percorso originale, chiuso dopo Vaia dal Comune di Peio.

 

Spazio poi a domenica 25 agosto, quando sarà il turno dell’escursione lungo la seconda tappa trentina del Sentiero Italia Cai, da Peio a Fonti di Rabbi (difficoltà EE, dislivello positivo 1.200 metri, negativo 1.450 metri, durata otto ore). Una tappa lunga e caratterizzata da un dislivello elevato, che porta in val di Rabbi dall'abitato di Peio.

 

Ci si inoltra nella valle formata dal torrente Noce Bianco fino a raggiungere una strada carrozzabile prima di deviare verso malga Ponte Vecchio, dove inizia una salita che in quasi 1.000 metri di dislivello porta al passo Cercen. Da qui scende verso la val di Rabbi lungo un vallone selvaggio fino alla frazione Fonti.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 17 febbraio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

18 febbraio - 12:38

La donna è stata assistita dall’avvocato trentino Schuster: “Al di là della tutela della cliente, era importante porre fine a tesi isolate che pretendevano di applicare automatismi e ora la Cassazione ha fatto chiarezza. Ma la piena dignità delle persone trans è ancora un traguardo lontano”

17 febbraio - 21:35

L’area potrà essere edificata dopo decenni di stop. Motivato. I privati che vi investiranno cederanno una porzione di terreni al Comune. E per quanto riguarda le future costruzioni si realizzerà – in parte – una struttura di cohousing: alloggi privati corredati da spazi comuni destinati ad un uso collettivo

18 febbraio - 05:01

Negli scorsi giorni un incontro a Mestre dove un importante esponente austriaco dell'Fpo ha riproposto l'opera che collegherebbe la Laguna alle Dolomiti, all'Austria e alla Germania: 280 chilometri che piacciono a tanti anche in Veneto 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato