Contenuto sponsorizzato

Turismo: il via dall'8 maggio a "Riparti Vallagarina", il calendario di 500 appuntamenti messi in campo dall'Apt per la bella stagione

L'Apt Rovereto e Vallagarina ha coinvolto i principali attori del turismo sul territorio: musei, castelli, cantine, produttori, guide turistiche, associazioni culturali e festival. Si parte questo weekend (8 e 9 maggio) con i primi appuntamenti che proseguiranno poi per tutta l'estate fino ad autunno inoltrato

Di Filippo Schwachtje - 07 maggio 2021 - 16:06

ROVERETO. Saranno 500 in tutto gli appuntamenti co-progettati dall'Apt Rovereto e Vallagarina che animeranno il territorio per la bella stagione: il via alle attività questo fine settimana (8 e 9 maggio), con una serie di iniziative rigorosamente su prenotazione e riservate a piccoli gruppi. Si tratta di esperienze rivolte a residenti e ospiti del territorio che puntano ad unire le tre 'direttive' da tempo al centro degli sforzi dell'Azienda per il turismo: outdoor, cultura e enogastronomia

 

Si partirà sabato 8 maggio, dalle 10 alle 12, a Borgo Sacco con "Dai sigari alla sostenibilità", appuntamento dedicato alle bellezze dello storico quartiere roveretano con visita alla chiesa di San Giovanni Battista, a palazzo Bossi Fedrigotti, alla chiesa della Santissima Trinità, a quella di San Nicolò e alla Manifattura Tabacchi.

 

Sempre sabato, dalle 15 e 30 alle 16 e 30, per gli appassionati di storia con "Rovereto e il suo castello" si potrà andare alla scoperta della rocca dei Castelbarco con una visita guidata per grandi e piccoli. Con gli esperti del Museo della Guerra sarà possibile osservare com'è cambiata nel tempo la fortezza veneziana e quali attività si svolgevano al suo interno, concludendo la visita sulla terrazza panoramica con una splendida vista sulla città.

 

Spazio alle escursioni invece domenica, con "Arte sacra nella natura", un magico itinerario ad anello immerso nel verde dal borgo abbandonato di Corniano fino a Manzano. In andata si imboccherà la "vecchia strada" e poi, una volta arrivati ai ruderi di Castel Frassem, percorrendo la stradina che porta al borgo abbandonato e alla chiesa di Sant'Agata, si scenderà nuovamente verso Nomesino e Manzano per la visita a Sant'Apollonia.

 

Ad Avio poi sarà possibile effettuare una visita guidata alla scoperta di uno dei più antichi e suggestivi castelli del Trentino, con splendidi affreschi di scuola veronese. Dopo la visita al Castello di Avio sarà possibile rilassarsi tra gli ulivi che circondano il maniero, gustando un pic nic con prodotti a chilometri zero

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 13 agosto 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Montagna
16 agosto - 19:49
Il distacco è avvenuto verso la valle di San Nicolò da Cima dell'Uomo. L'allerta è scattata intorno alle 17.20 e subito sul posto si è portato [...]
Cronaca
16 agosto - 17:29
A Malga Agnerola nel comune di Imer ieri mattina si è consumato l'ennesimo attacco di lupi al bestiame della zona. I cani hanno fatto il loro [...]
Cronaca
16 agosto - 19:12
A settembre Trentino Trasporti è pronto a lanciare le selezioni per una cinquantina di posti anche in vista dei servizi turistici invernali. Sulla [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato