Contenuto sponsorizzato

La sicurezza non è uguale per tutti. L'Ateneo organizza seminari e corsi per diffondere buone pratiche di emergenza con persone affette da disabilità

Due giornate di seminari, convegni ed esercitazioni pratiche sono state organizzate dall'Ateneo di Trento per giovedì 10 e venerdì 11 ottobre, con lo scopo di aggiornare gli addetti alla sicurezza su buone pratiche attente e sensibili alle diverse prospettive di disabilità e genere

Pubblicato il - 08 ottobre 2019 - 12:16

TRENTO. La sicurezza è importante, ma non può prescindere dalle diversità delle persone. È questo il senso della due giorni di incontri e laboratori organizzata dall'Ateneo trentino nelle giornate di giovedì 10 e venerdì 11 ottobre 2019. Autismo, sordità, cecità, disabilità motorie e patologie neurodegenerative rendono le chiamate d'emergenza e le operazioni di soccorso, per questo l'Università di Trento ha deciso di organizzare iniziative per diffondere buone pratiche rivolte in particolare a esperti di diversi settori.

 

Si comincia giovedì 10 ottobre, in una giornata dedicata a “Emergenze e fragilità”, percorso cominciato nel 2014 a livello nazionale per costruire una rete interdisciplinare che condivida buone pratiche e proposte sulla sicurezza inclusiva e sulla riduzione del rischio in caso di catastrofe a partire dalle persone più vulnerabili. A gestire a livello locale il progetto hanno lavorato Mirella Ponte, ingegnera responsabile dei Servizi edilizi scienze, il delegato per il supporto alle disabilità e disturbi dello spettro autistico Paolo Macchi e il delegato per la sicurezza nei luoghi di lavoro Riccardo Ceccato.

 

La giornata si svilupperà, nella sala Stringa della Fondazione Bruno Kessler di Povo, con un seminario dalle 9 alle 13.15, dal titolo “La sicurezza inclusiva dal progetto alla pianificazione dell'emergenza”, per comunità studentesca, professionisti, associazioni, personale tecnico antincendio e responsabili e addetti del servizio di prevenzione e protezione. Si prosegue il pomeriggio, dalle 15 alle 19, con il corso di formazione su “Persone con disabilità in emergenza: specifiche necessità, modalità di relazione e soccorso”, rivolto particolarmente a personale di soccorso (addetti antincendio, personale protezione civile e vigili del fuoco), e che terminerà con un'esercitazione sulle modalità di relazione, tecniche di accompagnamento e trasporto di persone con diverse disabilità.

 

Per entrambe le iniziative è necessario iscriversi a questo link.

 

Per la giornata di venerdì 11 ottobre, invece, il tema centrale sarà la prospettiva di genere. Donne e uomini, infatti, si differenziano per fisiologia, diagnosi e cura delle malattie. Il genere, assieme alla considerazione di altre differenze connesse all'età, alla provenienza geografica, alla situazione di disabilità, non può essere trascurato nella valutazione dei rischi nell'ambiente di lavoro.

 

Dalle 10, nella sala conferenze del Palazzo di Economia si terrà sul tema un convegno dal titolo “La sicurezza non è uguale per tutti/e. Il ruolo dei Cug universitari”. Organizzato dal Cug (Comitato unico di garanzia per le pari opportunità, la valorizzazione del benessere di che lavora e contro le discriminazioni) e dall'Ufficio Equità e Diversità dell'Università di Trento, vedrà la partecipazione della consigliera nazionale di parità Francesca Bagni Cipriani. Il convegno è rivolto, con fini di aggiornamento, ai responsabili e al personale del servizio di prevenzione e protezione. L'iscrizione è gratuita e necessaria, disponibile a questo link.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 12 giugno 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
13 giugno - 20:30
Trovati 11 positivi, nessun decesso nelle ultime 24 ore. Sono state registrate 44 guarigioni. Sono 248 i casi attivi sul territorio provinciale
Cronaca
13 giugno - 20:04
Dopo una ricostruzione della disciplina vigente, la Pat riconduce la regola per le zone bianche al Dpcm secondo il quale il coefficiente [...]
Cronaca
13 giugno - 19:43
L'allerta è scattata all'altezza di Vadena lungo l'Autostrada del Brennero. Tempestivo l'arrivo dei vigili del fuoco di Egna ma l'auto è finita [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato