Contenuto sponsorizzato

L’Unione Nazionale Consumatori stila la Top 10 dei regali di Natale: al primo posto ci sono i giocattoli

Lo studio analizza in particolare l’aumento delle vendite che si registra a dicembre rispetto ai mesi precedenti. Appena fuori dal podio dei regali più ricorrenti troviamo i libri: “Acquisti che non richiedono grandi sforzi di immaginazione e hanno prezzi abbordabili per tutte le tasche”

Presents Under the Tree, foto di K53_PDX, Wikipedia
Pubblicato il - 24 dicembre 2019 - 17:35

TRENTO. Strade, negozi e mercatini di Natale affollati di gente stamane per la corsa agli ultimi regali, sono davvero molte le persone accorse in città  in cerca dell’ultimo pacchetto da mettere sotto l’albero.

 

Come ogni anno l’Unione Nazionale Consumatori, fondata nell’ormai lontano 1955 da Vincenzo Dona, ha condotto uno studio sulle spese di Natale, stimando la top ten delle vendite natalizie per il 2019. Lo studio analizza in particolare l’aumento delle vendite che si registra a dicembre rispetto ai mesi precedenti, stilando la classifica dei prodotti che segnano il maggior incremento di spesa.

 

I giocattoli, che da sempre occupano le zone alte di questa speciale classifica, stavolta si prendono il gradino più alto del podio “Come vuole la tradizione – il commento dell’Unc – d’altra parte i bambini sono sempre i protagonisti del Natale, come è giusto che sia”.

 

Al secondo posto ci sono i prodotti per la cura della persona come i profumi, i cosmetici, creme viso-corpo, trousse trucchi, che solo un anno fa si aggiudicavano il primo posto, anche se di pochissimo.

 

Sul gradino più basso del podio invece, troviamo gli elettrodomestici: televisori, tostapane, caffetterie elettriche, sbattitori elettrici, robot da cucina, planetaria, rasoi elettrici, radiosveglie.

 

Seguno, in quarta posizione, prodotti di cartoleria e libri (calendari, penne, agende ma soprattutto libri), subito dopo, smartphone e computer, più distanziati, in sesta posizione, i generi casalinghi come utensili da cucina, cristalleria da tavola, porcellane, ceramiche.

 

“La nostra non è la classifica dei regali più graditi ma di quelli che vengono normalmente fatti – precisa Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori – non sappiamo, cioè, se ricevere il classico profumo o dopobarba, piuttosto che un libro, inaspettatamente al quarto posto, sia poi apprezzato da chi lo riceve, anche se lo speriamo. Quello che è certo – continua Dona – è che i libri sono molto donati, forse anche perché sono regali facile da fare, che non richiedono grandi sforzi di immaginazione e hanno prezzi abbordabili per tutte le tasche”.

 

Nella Top ten, alla posizione numero 7 si trovano, gioielli, orologi, cornici, oggetti d’oro o argento, fiori e piante. Capi d’abbigliamento e componenti di foto-ottica assieme agli strumenti musicali sono rispettivamente in ottava e nona posizione.

 

Fanalino di coda alimentari e bevande, la voce include sia l’aumento di spesa che si registra per il pranzo di Natale sia i regali a base di cibo, come panettoni, pandori, dolciumi, spumanti.

 

Le calzature, articoli in pelle e da viaggio (valige, borse, portafogli, ecc.) sono solo in undicesima posizione, fuori dalla classifica. Bisogna, comunque, tenere presente che gli acquisti di abbigliamento e calzature sono anche influenzati dall’imminente arrivo dei saldi.

 

LA CLASSIFICA

1             Giochi, articoli per lo sport ed il campeggio (esclusi giochi elettronici)

2             Prodotti di profumeria (cosmetici, creme, trousse trucchi, ecc…)

3             Elettrodomestici: tostapane, caffetterie, rasoi, radiosveglie, ecc...)

4             Prodotti di cartoleria, libri (calendari, penne, agende, cartoline…)

5             Smartphone, cordless, computer, stampanti, giochi elettronici, ecc…)

6             Casalinghi

7             Gioielli, orologi, cornici, oggetti d’oro o argento, fiori e piante, ecc…)

8             Abbigliamento (anche guanti e cinture non in pelle, cravatte)

9             Foto-ottica e strumenti musicali (binocoli, microscopi, telescopi, ecc…)

10           Alimentari

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 22 dicembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

15 gennaio - 19:18

Nella conferenza stampa straordinaria organizzata dalla giunta provinciale di Bolzano, Arno Kompatscher si è detto sconcertato dalla scelta del Cts di trasformare l'Alto Adige in zona rossa. "Abbiamo inviato una lettera a Roma. Sulla base dei dati confermiamo con l'ordinanza di stasera la zona gialla"

15 gennaio - 19:30

Sono tantissime le prese di posizione (di partiti e istituzioni) in favore della testata ma colpiscono, in particolare, le dichiarazioni di Fugatti (che si dice ''sorpreso''), dei sindacati (che ancora parlano di ''investimento'' riferendosi all'operazione predatoria compiuta sull'editoria locale da parte di Athesia) e dell'Ordine dei Giornalisti (che esprime la sua ''solidarietà''). Ora si pensi ai giornalisti ma non si dimentichino i collaboratori esterni e i fotografi che da una vita lavorano per poche decine di euro al giorno mettendoci tutto quel che hanno

15 gennaio - 18:35

Il direttore sanitario dell'Apss, Antonio Ferro spiega: "Preoccupa il livello di occupazione dei posti letto negli ospedali". Il presidente della Provincia chiede ancora "senso di responsabilità" ai trentini 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato