Contenuto sponsorizzato

Monte Bondone Green Festival, due giornate di emozioni e musica alle Viote. Standing ovation per Quarta e il silent concert alle caserme

Oltre mille persone hanno accolto con entusiasmo il debutto del Monte Bondone Green Festival. Bonfanti: "Esperimento riuscito, la kermesse ritorna il prossimo anno. Un evento partito dal basso che è riuscito a creare reti e sinergie importanti"

Pubblicato il - 24 settembre 2019 - 13:28

TRENTO. Oltre mille persone hanno accolto con entusiasmo il debutto del Monte Bondone Green Festival. Una standing ovation ha salutato la fine del concerto del grande violinista Alessandro Quarta a chiudere l'edizione zero della kermesse organizzata tra sabato 21 e domenica 22 settembre

 

"Nonostante un debutto non facile a causa del rinvio per il meteo - commenta il direttore artistico Fausto Bonfanti - il festival è riuscito non solo a stupire ma anche a centrare gli obiettivi: primo tra tutti quello di trasmettere il vero spirito dell'iniziativa che consiste nel valorizzare il binomio arte e natura, fino a celebrare quell’affascinante 'matrimonio celtico' che rappresenta l’incontro tra il cielo e la terra, tra il giorno e la notte, tra il sole e la luna".

Ecco così che per due giorni il Monte Bondone si è trasformato nel palcoscenico ideale per trasformare il "green" in "meraviglia" per emozionare e stupire il pubblico. "Siamo riusciti a rendere realtà un sogno e chi ha provato l’emozione del silent concert di Quarta - aggiunge il direttore artistico - ha potuto capire di persona la bellezza che può far nascere un festival sinceramente e convintamente green, capire come sia possibile vivere la potenza della natura".

 

Le centinaia di persone che hanno assistito al concerto di Alessandro Quarta e del suo gruppo, aperto da uno straordinario coro “Le Voci del Bondone” di Sopramonte, oltre all’aver sfidato il tempo e la minaccia di pioggia, hanno assistito ad un evento unico in Italia. Un'iniziativa di prestigio in quanto è anche la prima volta in 120 anni di storia che le Caserme austroungariche delle Viote ospitano una manifestazione musicale

 

"Come avviene quando ci troviamo davanti alle straordinarie bellezze della natura e come sempre accade prima della comprensione arriva l’emozione - prosegue Bonfanti - così è stato per il concerto in cuffia, dove per capire la forza ed il fascino di un’esperienza simile prima bisognava provarla. Donne, uomini, bambini, anziani, giovani e giovanissimi tutti con quelle cuffie sulle orecchie con l’emozione che trasformava i loro volti e i loro occhi, un'atmosfera bellissima dove regnava il silenzio mentre la forza e il fascino della musica e del canto ballava con le emozioni di quel speciale pubblico rapito, un silenzio rotto unicamente dallo scrosciare degli applausi".

 

Ma se quello del silence concert per oltre quattocento persone in cuffia è stato il fiore all’occhiello del Festival, molte sono state anche le altre emozioni che hanno caratterizzato le due giornate. Partecipato e vissuto, l’evento di apertura del Monte Bondone Green Festival con la presentazione del nuovo cd, “Verso Ovest”, dei trentini “Aires Aires”, nella cornice del Giardino botanico alpino, con alle spalle il Rifugio Viote.

Un live tra il profumo dell’Irlanda e della musica folk. "Abbiamo ascoltato brani e ballate che in varie forme si collegavano a fenomeni naturali - dice il direttore artistico - ma anche ballate celtiche e bretoni, musiche klezmer e canzoni d’autore che raccontavano e descrivevano come sia vero che nella natura esista qualcosa di meraviglioso. In questo particolare Green Festival, i numerosi musicisti che hanno suonato nei vari gruppi in cartellone, hanno descritto la natura soprattutto per ritrovare nella stessa il proprio mondo interiore o esteriore, così da relazionarsi con gli altri e con gli spettatori".

 

Tra le esibizioni, spazio poi alle performance di Francesco Camin, ma anche dei Minipolifonici, attraverso la giovanissima e spumeggiante “Mini Street Band”, quindi il concerto de Il Tamburo del Sole. Non solo musica, molto partecipato il laboratorio sul riuso di domenica 22 settembre curato da Oltrelafesta e rivolto ai bambini, molto gradite anche le visite al Giardino botanico alpino e alla Terrazza delle Stelle.

 

Molto apprezzata anche la prima esperienza di “Carpe Diem… cogli l’attimo” viaggio di foto e video mirato alla creazione di una testimonianza/memoria annuale, girata e raccolta nei giorni del Festival da due ragazzi provenienti dal Liceo Artistico Alessandro Vittoria di Trento.

"Per rispettare l’impegno green - dice Bonfanti - sono state poi usate stoviglie completamente biodegradabili e si è fatto usare il grande parcheggio vicino al Giardino botanico trasferendo le persone alle caserme con un mini bus o invitandole a raggiungere la meta a piedi. A questo si aggiunge cibo a km 0, con la calda e fumante polenta fatta sul posto, come tutte le pietanze offerte, senza dimenticare le proposte enogastronomiche per celiaci".

 

Una “edizione zero” dove la musica, con il suo linguaggio universale, sarà il filo conduttore per un evento che vuole sperimentare, ricercare e innovare, ma nel valore del rispetto della natura e della salvaguardia dell'ambiente, un progetto che cerca di consolidare il collegamento tra arte, natura e turismo. Il "Monte Bondone green festival" è nato dal basso dopo un confronto tra numerose realtà del territorio che ha portato alla costituzione, alcuni mesi fa, di un tavolo di lavoro specifico, coordinato da Sergio Costa (presidente della Pro loco Monte Bondone).

 

Il "Monte Bondone green festival" è organizzato da Intersuoni-Bmumusic con il direttore organizzativo Ettore Caretta con il supporto di Provincia ComuneCircoscrizione di Sopramonte e quella di SardagnaMuse e Trentino MarketingApt TrentoMonte BondoneValle dei Laghi e Pro Loco. E ancora Asuc Monte BondoneAssociazione operatori Monte BondoneCoro Voci del BondoneFb Agency e Anima mundi creativity factory

 

"Siamo riusciti a creare una rete di rapporti e di relazioni che ha visto coinvolti molti dei soggetti territoriali presenti sul Bondone e altri attivi a livello provinciale e nazionale - conclude Bonfanti - un esempio di programmazione condivisa e concordata, basata sulle singole competenze. Il Monte Bondone Green Festival è pronto a ritornare il prossimo anno".

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 26 novembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

30 novembre - 11:09

Nel bollettino quotidiano sulla situazione Coronavirus in provincia di Bolzano, l'azienda sanitaria comunica che ci sono stati 183 nuovi casi di positività, su un numero di tamponi effettuati piuttosto basso. L'indice contagi/tamponi rimane attorno al 18%, mentre terapie intensive e ricoveri aumentano. Nella giornata di lunedì 30 novembre entra in vigore, nel frattempo, l'ordinanza che dà avvio alle riaperture

30 novembre - 11:54

Tre veicoli sono stati protagonisti di un incidente avvenuto nella mattinata di lunedì 30 novembre a Termeno. Lungo la strada provinciale, due auto si sono scontrate frontalmente, coinvolgendo poi un'altra macchina. Una persona è rimasta incastrata ed estratta con le pinze idrauliche. Due i feriti

30 novembre - 10:14

Cambio al vertice della classifica della qualità della vita realizzata da Italia Oggi e Università La Sapienza di Roma. Una sorta di staffetta tra prima e seconda: quest'anno è Pordenone sul podio, seguita da Trento. Nella scorsa edizione le parti erano invertite

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato