Contenuto sponsorizzato

Olimpiadi 2026, dossier depositato, il Trentino c'è con Baselga di Pinè, Tesero e Predazzo

E' anche online il sito ufficiale della candidatura Milano-Cortina, così come il video ufficiale, che non presenta però tra i partner ufficiali Trentino e Alto Adige, che sono rientrate in gioco solo dopo il ritiro di Torino

Di Luca Andreazza - 12 gennaio 2019 - 18:00

TRENTO. E' partita la volata di Milano-Cortina per assicurarsi le olimpiadi 2026. Il dossier di 127 pagine è stato depositato a Losanna e la sfida a Stoccolma si decide il prossimo 24 giugno, sempre che la concorrenza non alzi bandiera bianca prima di questa data.

 

E' anche online il sito ufficiale della candidatura Milano-Cortina (Qui info), così come il video ufficiale (cliccare immagine di apertura), che non presenta però tra i partner ufficiali Trentino e Alto Adige, che sono rientrate in gioco solo dopo il ritiro di Torino.

 

Ma la candidatura italiana prevede anche la nostra Regione (Qui articolo) e il programma è dettagliato. In caso di assegnazione della kermesse a cinque cerchi, la cerimonia di apertura si tiene al Meazza, mentre la chiusura all’Arena di Verona.

 

Lato gare, sono quattordici i siti olimpici in quattro cluster: Milano, Valtellina, Cortina e Val di Fiemme. Nel capoluogo lombardo spazio a hockey, pattinaggio artistico e short track.

 

In Valtellina ecco Bormio e Stelvio, ma anche Livigno per lo snowboard e il freestyle. A Baselga di Pinè è invece previsto il pattinaggio di velocità (pista lunga), quindi a Tesero il fondo, mentre a Predazzo le gare di salto con gli sci.

 

A Cortina curling, sci alpino al femminile, bob, slittino e skeleton. Chiude Anterselva, centro del biathlon. 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 24 novembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

25 novembre - 11:08

Per la giornata contro la violenza sulle donne pubblichiamo la lettera di Erika Perraro, sorella di Eleonora brutalmente uccisa tra il 4 e il 5 settembre 2019 a Nago. Una lettera dura che chiede un cambio di passo e di approccio al problema della violenza sulle donne. Perché i convegni e le promesse dei politici (che ogni 25 novembre si assomigliano ciclicamente) sono importanti ma la realtà vuole risposte diverse, rapide ed efficaci perché per troppe donne il tempo da perdere, purtroppo, è già finito

25 novembre - 13:27

Secondo una prima ricostruzione all’origine dell’incidente potrebbe esserci un sorpasso azzardato. Nel frontale sono rimaste ferite due persone: il 31enne alla guida dell’auto si trova ricoverato in rianimazione, la prognosi è riservata

25 novembre - 13:01

Sono giorni di grande suspance e fermento per gli chef che aspettano l'uscita delle guide. Nelle scorse ore Brunel e Ghezzi, due amici de Il Dolomiti, premiati con le forchette dal Gambero rosso 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato