Contenuto sponsorizzato

Oltre 70 senzatetto invitati al cenone della vigilia di Natale: in cucina gli studenti dell’istituto alberghiero

Nell'iniziativa, che rientra nel progetto andare oltre, sono coinvolti 50 studenti dall'Istituto alberghiero di Levico Terme. Il dirigente: “La cena della sera della vigilia rappresenta un momento di accoglienza verso le persone più deboli, le stesse che avrebbero trascorso il Natale da sole”

Pubblicato il - 24 December 2019 - 11:03

LEVICO TERME. Sarà un cenone della vigilia di Natale all'insegna della solidarietà, quello proposto stasera dall'Istituto alberghiero di Levico Terme, che aprirà le sue porte a oltre 70 senzatetto.

 

L'iniziativa, dopo il successo degli anni scorsi, è arrivata alla sua terza edizione e anche quest’anno vedrà coinvolti una cinquantina di studenti della scuola professionale. L’evento rientra nell’ambito del progetto “Andare oltre” che vede le ragazze e i ragazzi impegnati durante l'anno scolastico in alcune attività extra scolastiche di utilità sociale.

 

“La cena della sera della vigilia rappresenta un momento di accoglienza verso le persone più deboli, le stesse che avrebbero trascorso il Natale da sole”, ha osservato il dirigente dell’istituto Federico Samaden.

 

La realizzazione della cena è stata resa possibile grazie alla sinergia e alla comunione di intenti dei partner del progetto: Fondazione comunità solidale, Irifor, cooperativa Vales, Aquila basket e Fondazione Caritro, Giuliano Eccher e Morelli catering, e soprattutto degli studenti coordinati dai docenti: Falvo, Tucceri, La Pietra, Rossi e Labriola.

 

A partire dalle 18.30 di oggi, 24 dicembre, gli ospiti saranno accolti nella sala della scuola di via Ziehl dal dirigente Samaden e dai i ragazzi. Ogni particolare è stato curato con amore e passione e ad ogni ospite verrà consegnato un dono, “proprio per ribadire la natura solidale dell'evento”, organizzato per far vivere ai senzatetto, almeno la notte di Natale, qualche ora di serenità.

 

Nel frattempo sarebbe utile adoperarsi per trovare delle soluzioni abitative in grado di accoglierli, soprattutto in vista delle fredde nottate che attendono chi non possiede una dimora. Questo ovviamente sarà un nodo che spetterà alla Giunta risolvere, senza nulla togliere a questa bell’iniziativa.

 

Il menù, caratterizzato dai prodotti tipici, sarà composto da: sformatino di zucca con vellutata di cardi; lasagnetta classica al Trentingrana; goulasch rivisitato alla trentina e strudel di pere alla mochena.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 20 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

21 January - 17:58

Sono state registrare 26 dimissioni e 238 guarigioni. Cala il numero dei pazienti in ospedali. Analizzati oltre 4 mila tamponi. Sono state confermate 191 positività riscontrate nei giorni scorsi tramite test antigenico

21 January - 17:08

Le Faq aggiornate all’ultimo Dpcm del 14 gennaio: “Dal 16 febbraio al 5 marzo gli spostamenti tornano invece ad essere consentiti da e per tutte le regioni ubicate in area gialla”

21 January - 14:10

Nello stesso giorno un comunicato rassicurava i giornalisti anche spiegando che alcuni di loro sarebbero andati al web (affidato in questi giorni, invece, anche a colleghi dell'Adige e Alto Adige) mentre una lettera chiariva loro di non farsi illusioni. Oggi il primo incontro con i rappresentanti sindacali è andato malissimo e la proprietà ha messo a nudo sé stessa ribadendo modi e metodi non degni di quest'epoca e la provincia di Trento scopre cosa vuol dire essersi consegnati a un monopolio 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato