Contenuto sponsorizzato

Seicento bancarelle, animali e fiori: torna la Fiera di San Giuseppe. Previste modifiche alla viabilità

Le bancarelle aperte in centro dalle 7 alle 19 di domenica. A Trento Fiere la 73esima Mostra dell'agricoltura. All'interno il dettaglio dei divieti e dei parcheggi

Pubblicato il - 14 marzo 2019 - 14:02

TRENTO. Oltre seicento bancarelle e spazi per le associazioni di volontariato: torna domenica 17 marzo la fiera di San Giuseppe. A Trento Fiere la 73esima Mostra dell'agricoltura e gli eventi Domo e La Casolara.

 

L'apertura delle bancarelle è prevista su tutto l'arco della giornata, dalle 7 alle 19. In piazza Duomo e in via Rosmini torneranno, come ogni anno, gli espositori di fiori, piante e prodotti dell'agricoltura. Le associazioni saranno invece disposte in via Garibaldi, Mazzini, Oss Mazzurana e in piazza Pasi. 

 

E con la fiera arrivano anche i divieti e le limitazioni al traffico veicolare. Per permettere il regolare svolgimento dell'iniziativa è stata decisa l'istituzione di un divieto di transito, di sosta e di fermata (con rimozione forzata) per tutta la giornata, dalla mezzanotte fino al termine delle operazioni di sgombero e di pulizia delle strade.

 

In particolare il provvedimento riguarda via del Suffragio, via San Pietro, largo Carducci, via Dordi (tra l'intersezione con piazza Vittoria parte ovest e l'inizio di via Dordi con obbligo di svolta a sinistra lungo piazza Vittoria direzione via Calepina), via Garibaldi, via Oriola, via Mantova, via Oss Mazzurana, via Manci, via Roma, via Pozzo, via Orfane, via Cavour, via del Simonino, via Santa Maria Maddalena, via Esterle (nel tratto fra piazza Duomo e via Borsieri), via Borsieri, via del Torrione, via Belenzani, piazza Santa Maria Maggiore, piazza Duomo, piazza D’Arogno, via Verdi, via Alfieri, via Maffei, via Galilei, via Prati, via Mazzini, via della Prepositura, via Rosmini, piazza della Portela, via Bomporto, via Inama, piazza Battisti, piazza Pasi, piazza Da Vinci, via Mantova (da via Roggia grande a largo Carducci) e via Zanella.

 

In servizio saranno 85 agenti di polizia locale: si occuperanno del controllo delle attività commerciali su area pubblica, della viabilità, del pronto intervento e del rilievo di incidenti e, per l'occasione, della prevenzione dell'abusivismo commerciale e dei furti.

 

Dal 6 marzo in piazzale Sanseverino è ospitato il parco di divertimenti che rimarrà attivo fino al 24 marzo prossimo con apertura, nei giorni feriali, dalle 13.30 alle 23 e nelle giornate festive e prefestive dalle 9 alle 23. Il piazzale sarà riaperto alle automobili mercoledì 27 marzo.

 

In via Briamasco sabato 16 marzo e domenica 17 ci sarà la Mostra dell'agricoltura con La Casolara e Domo. Per permettere lo svolgimento delle manifestazioni sono istituti il divieto di sosta e fermata con rimozione forzata in via Bomporto nel tratto fra via Inama ed entrata Trento Fiere, in via Zanella e in via Madruzzo all'altezza del civico 6 nel parcheggio esterno al cimitero di Trento e il divieto di transito in via Briamasco nel tratto finale a ridosso dell'entrata di Trento Fiere a partire dalle 7 di venerdì fino alle 23 di lunedì 18 marzo.

Tutte le informazioni utili saranno disponibili anche sull'applicazione Shelly. Nel fine settimana verranno infine aperti alcuni parcheggi supplementari all'istituto tecnico industriale Tambosi Pozzo, al Seminario di via Endrici, ai Salesiani di via Barbacovi, al liceo Da Vinci, al Prati, alle Bresadola e alle Manzoni.

Potrebbe interessarti
Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 21 marzo 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

21 marzo - 20:12

Venerdì una serata aperta alla cittadinanza dedicata a ''Genere, educazione, pluralità'' e, nel pomeriggio, appuntamento con la Cgil in piazza Dante. Il 30 marzo tutti a Verona per il corteo di Non una di meno

21 marzo - 18:37
Le indagini partono poco più di due mesi fa, quando gli agenti pizzicano un veicolo di proprietà di un comune della Val Rendena e condotto da un dipendente di Tione mentre compie una violazione alla segnaletica stradale. Gli accertamenti però mettono in luce un quadro pesante per l'uomo tra truffa, peculato e falsa attestazione di servizio
21 marzo - 20:01

I due giovani si trovavano in un tratto di pista molto ripida.  Il Soccorso alpino gli ha fatto calzare le racchette da neve e sono stati accompagnati, con l'ausilio di una corda, a valle fino alla motoslitta

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato