Contenuto sponsorizzato

Siccità e caldo, mezza Vallarsa rimane (quasi) senz'acqua, i pompieri intervengo con le autobotti

Doppio intervento per i vigili del fuoco permanenti di Trento per rifornire i serbatoio di Staineri di acqua potabile. Il sindaco: "Il calo della sorgente in inverno è abbastanza fisiologico, ma abbiamo preso alcune precauzioni per evitare disagi a Foppiano e S. Anna"

Di Luca Andreazza - 24 febbraio 2019 - 17:18

VALLARSA. Le temperature gradevoli per la stagione e la siccità mettono in difficoltà la Vallarsa. Le sorgenti della Sinistra Leno hanno una portata limitata e tra la scorsa notte e questo pomeriggio i vigili del fuoco permanenti di Trento sono intervenuti con le autobotti per rifornire il serbatoio di Staineri di acqua potabile.

 

"Il calo della sorgente in inverno - commenta Massimo Plazzer, sindaco di Vallarsa - è abbastanza fisiologico, ma alcuni serbatoi di accumulo sono più bassi rispetto ai livello e abbiamo preso alcune precauzioni per evitare disagi a Foppiano e S. Anna. La situazione è sotto controllo, ma invitiamo i cittadini a non sprecare acqua". Nessun problema invece per gli acquedotti Destra Leno e Camposilvano, che nonostante la scarsità di precipitazioni hanno una portata abbondante.


Nel frattempo per domani, lunedì 25 febbraio, sono attesi i tecnici per verificare la rete e per cercare di risolvere eventuali perdite lungo la linea. "Non possiamo escludere - dice il primo cittadino - improvvise interruzioni di acqua in alcune frazioni nei prossimi giorni e nel caso chiediamo che eventuali criticità ci vengano segnalate per poter intervenire. In questo momento siamo intervenuti in modo rapido e tempestivo alle prime avvisaglie per non lasciare i paesi senza acqua".

 

Se il calo di portata della Sinistra Leno è ormai abbastanza preventivabile in inverno, la situazione è peggiorata a causa delle scarse precipitazioni. "L'ultima risale all'ondata di maltempo di ottobre - conclude Plazzer - mentre a inizio febbraio abbiamo registrato solo una mezza giornata di neve e un'altra mezza giornata di pioggia. Tutto è monitorato e siamo intervenuti per limitare le problematiche, ma le sorgenti e la linea restano osservati speciali almeno fino quando non ritorna a piovere".


Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 03 dicembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

03 dicembre - 20:45

Il premier Giuseppe Conte spiega le principali misure contenute nel nuovo Dpcm per le festività di Natale e Capodanno: "La curva si è abbassata ma non possiamo distrarci e abbassare la guardia. Dobbiamo evitare la terza ondata"

03 dicembre - 20:17

Sono 449 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 45 pazienti sono in terapia intensiva e 53 in alta intensità. Sono stati comunicati 239 positivi sull'analisi di 3.575 tamponi molecolari e altri 237 contagi sono stati individuati tramite 1.954 test antigenici per un totale di 476 casi nelle ultime 24 ore

03 dicembre - 19:01

Mentre oggi la Pat ha finalmente comunicato i dati completi del contagio che mostrano come il Trentino abbia lo stesso numero (se non di più) di contagi dell'Alto Adige, come vi raccontava il Dolomiti da giorni, il presidente ha presentato i dati su Rt e ospedalizzazioni. Poi ha spiegato cosa non va delle decisioni prese a livello governativo e confermato che il weekend i negozi e centri commerciali saranno aperti in Trentino, salvo dpcm

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato