Contenuto sponsorizzato

Terragnolo, per non lasciare le frazioni senz’acqua intervengono i pompieri con l’autocisterna

Il guasto si è verificato ieri notte e non è stato possibile intervenire subito, il sindaco Galletti: “Contiamo di risolvere il problema in giornata, nel frattempo invitiamo la popolazione di utilizzare l'acqua il minimo indispensabile”

Pubblicato il - 06 agosto 2019 - 10:26

TERRAGNOLO. Nella tarda notte di ieri una ramificazione dell’acquedotto comunale si è guastata costringendo l’amministrazione ad intervenire.

 

Purtroppo visto la tarda ora non è stata possibile far intervenire le squadre di tecnici specializzati del comune, che si sono messe all’opera solo in mattinata.

 

Nel frattempo per evitare di lasciare le frazioni di Pedrazzi, Valduga, parte di Valgrande e Fontanelle senza acqua è stato richiesto l’intervento dei vigili del fuoco di Trento e di Terragnolo.

 

I pompieri sono saliti con l’autocisterna dell’acqua potabile per riempire momentaneamente le vasche di accumulo dell'acquedotto. In mattinata i vigili del fuoco di Trento interverranno di nuovo con un altro carico d’acqua.

 

“Nella tarda mattinata di oggi, massimo primo pomeriggio il problema dovrebbe essere risolto”, spiega il sindaco Lorenzo Galletti.

 

Nel frattempo si raccomanda ancora di utilizzare l'acqua per il minimo indispensabile, evitando gli sprechi, almeno fino a quando il guasto alla rete idrica comunale non sarà riparato. 

 

“Un conto è trovarsi di fronte ad una chiusura programmata dell’acquedotto dove la gente può attrezzarsi – continua Galletti – un altro è trovarsi di fronte ad un guasto improvviso per questo abbiamo optato per la soluzione delle vasche in modo da creare meno disagi possibili alla cittadinanza”.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 28 settembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

29 settembre - 18:14

La Provincia rinnova infine l'appello di seguire le regole: "Si devono tutelare il più possibile gli anziani, obiettivo che i giovani devono concorrere a raggiungere attuando le regole igieniche e il corretto distanziamento"

29 settembre - 17:19

Se Riva pare la piazza più in bilico dove la destra potrebbe tentare il colpo forte anche dell'alleanza con i civici di Malfer e il Patt locale, quello provinciale ricorda ai suoi elettori da che parte sta l'Autonomia. Intanto anche le Sardine tornano a farsi sentire (giovedì a Riva alle 17 ci sarà un flash mob) ben consce del fatto che anche nelle piazze dove qualcuno poteva sperare nel cambiamento il rischio di ritrovarsi con la Lega del Trentino (e non quella di Zaia) al governo è troppo alto 

29 settembre - 17:44

L'approfondimento tecnico si è concluso, forse proprio quando è arrivato anche il ricorso del Codacons. L'associazione per la difesa dell'ambiente e tutela dei diritti di utenti e consumatori ha presentato al Tar di Trento, tramite l'avvocato Zero Perinelli, un ricorso contro la norma provinciale. La Pat: "Evitare disparità di trattamento tra gli esercizi commerciali"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato