Contenuto sponsorizzato

"Abbiamo spalato settanta metri cubi di neve, ma ne vale la pena". Il rifugio Marchetti si prepara a riaprire

Riapre il rifugio Marchetti sul monte Stivo in Comune di Arco. Dopo aver liberato la struttura dai metri di neve che la circondavano il gestore Alberto e i suoi collaboratori si preparano a riaprire le porte ai clienti il prossimo fine settimana

Di Mattia Sartori - 09 dicembre 2020 - 18:22

ARCO. A 2012 metri di altitudine, sul monte Stivo nel Comune di Arco, si trova il rifugio P. Marchetti. Una struttura in quota che offre ai propri clienti buon cibo, buon bere, un letto dove dormire e soprattutto la compagnia di altri amanti della montagna. Anche qui in questi giorni la neve è caduta in abbondanza, creando una coltre di oltre due metri tutto attorno alla struttura. Una situazione che il gestore Alberto Bighellini descrive allegramente come “un bell’ambiente invernale”.

 

Infatti per questo appassionato di montagna e i suoi collaboratori un po’ di neve non è certo una scusa per fermarsi. Racconta: “Durante la scorsa settimana è caduta moltissima neve, avevamo uno strato di oltre due metri tutto attorno. E questo considerando anche che la pioggia di sabato ha tolto qualche centimetro al manto nevoso. Con tre colleghi siamo andati su e abbiamo reso agibile l’intero rifugio, liberando le entrate, ma anche gli spazi esterni. Per raggiungere questo obiettivo è stato necessario spalare oltre settanta metri cubi di neve in un giorno e mezzo, ma lo facciamo volentieri per poter servire i nostri clienti nel rispetto delle norme anti-Covid”.

 

“Nonostante la fatica siamo contenti che sia arrivata la neve - continua - anzi la stavamo aspettando. Senza non riusciremmo a dare ai nostri visitatori la stessa esperienza. Per questo ogni anno mettiamo in conto lo sforzo extra che serve”. Infatti occuparsi del rifugio col maltempo non significa soltanto spalare neve, ma anche avere a che fare con molti altri compiti. Come racconta Alberto bisogna pulire i pannelli fotovoltaici, che altrimenti rimangono coperti, fare rifornimento di beni non deperibili usando l’elicottero e portare a spalla tutti i giorni chili di alimenti freschi fino al rifugio.

 

Tutto questo per poter offrire ai propri clienti una vera esperienza di montagna. Il rifugio Marchetti infatti, oltre a panorami spettacolari, ogni giorno propone anche un buon assortimento di pietanze per gli escursionisti affamati che arrivano alla sua soglia. “Probabilmente venerdì, il giorno della riapertura, avremo un menu un po’ più scarno - spiega Alberto -, ma a partire dai giorni seguenti offriremo ad ogni pasto una scelta più ampia che comprende zuppe, polenta, spezzatino e molto altro”.

 

Purtroppo anche qui sono arrivati i problemi legati al Coronavirus, che limitano l’afflusso di clienti al rifugio. Bighellini descrive la situazione: “Ci aspettiamo che arrivi gente, soprattutto vista la chiusura degli impianti, ma con le norme di sicurezza io non posso far entrare più di quaranta persone, personale compreso. Per pranzo organizzeremo a priori dei turni in modo da far circolare la clientela. La cena invece viene offerta solo a quelli che restano a dormire, quindi non dovrebbero esserci problemi”.

 

Il rifugio riaprirà da venerdì 11 dicembre fino a domenica 13 e lo staff è a disposizione per prenotazioni e verifiche riguardo al meteo per via telefonica

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 30 luglio 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
01 agosto - 06:01
Dalle dimensioni del luogo (non è facile far emergere gli annunciati 26 ettari) alla questione sicurezza (è uno spazio con una sola via di [...]
Cronaca
31 luglio - 20:07
Nelle ultime 24 ore si sono registrati 34 nuovi positivi in tutto il Trentino e due nuovi ricoveri. Salgono, così, a 8 le ospedalizzazioni con due [...]
Cronaca
31 luglio - 18:26
Da marzo sono stati registrati 157 decessi per Covid, mentre a luglio sono 17 i pazienti ricoverati negli ospedali trentini. L'importanza dei [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato