Contenuto sponsorizzato

Al Tàstiko arriva una ''biblioteca universitaria'': una quarantina di posti per studiare magari con spremuta e dolcetto al seguito

Il locale di Trento ha deciso di lanciare questa iniziativa anche perché gli spazi aperti al pubblico non sono tanti e molti universitari faticano a trovare un luogo per preparare i loro esami

Di Marianna Malpaga - 13 dicembre 2020 - 17:35

TRENTO. Si chiama “BiT – Biblio in Tàstiko” ed è un’iniziativa pensata dal Tàstiko, locale di Trento di piazza Santa Maria Maggiore, dedicata agli studenti in sessione che a casa non riescono a studiare, perché magari non hanno tutti gli strumenti necessari o non riescono a concentrarsi. Studenti che, di questi tempi, non hanno a disposizione molti altri spazi, soprattutto se sono trentini fuorisede che per quest’anno accademico hanno scelto di restare a Trento a seguire le videolezioni.

 

“La sessione d’esami si avvicina, non farti trovare impreparato”, si legge nel post pubblicato ieri sulla pagina Facebook di Tàstiko. “Ora – continua – immagina di poter studiare in un ambiente piacevole, con i tuoi amici e con un ottimo caffè sempre a portata di mano (e solo tu sai quanto ce ne sia bisogno)”. Gli studenti possono quindi prenotarsi per studiare nella “sala rosa”, che dà su via Rosmini ed è più silenziosa rispetto a quella che c’è all’ingresso del locale. L'orario va dal lunedì al venerdì, dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 18.

 

“Ci riserviamo ovviamente il momento del pranzo – spiega Loris Largher, proprietario del locale – quindi la fascia oraria dalle 12 alle 15, quando vengono anche altri clienti”. Tàstiko mette a disposizione una quarantina di postazioni per permettere agli studenti di studiare, con lampade, prese elettriche, un caricatore Ufo, un wifi veloce e penne e block notes. In più, è stata pensata una promozione per studenti: spremuta fresca, caffè e dolce o frutta a 4 euro.

 

“L’idea – spiega Largher – è appunto quella di accogliere i ragazzi e le ragazze che devono studiare, che magari a casa non riescono a concentrarsi e che non trovano posto negli spazi pubblici. Avendo a disposizione uno luogo gradevole, arioso e attrezzato, abbiamo quindi deciso di proporre quest’iniziativa”. E non è detto che “Biblio in Tàstiko” si fermi con il finire della sessione invernale. “Se avrà successo – conclude Largher – potremmo pensare di prorogarla. Abbiamo a cuore gli studenti, che in fin dei conti rappresentano il nostro futuro. Oltretutto, lavorano per Tàstiko molti universitari, e l’idea di ‘Biblio in Tàstiko’ è nata anche grazie a loro”.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 30 luglio 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
01 agosto - 06:01
Dalle dimensioni del luogo (non è facile far emergere gli annunciati 26 ettari) alla questione sicurezza (è uno spazio con una sola via di [...]
Cronaca
31 luglio - 20:07
Nelle ultime 24 ore si sono registrati 34 nuovi positivi in tutto il Trentino e due nuovi ricoveri. Salgono, così, a 8 le ospedalizzazioni con due [...]
Cronaca
31 luglio - 18:26
Da marzo sono stati registrati 157 decessi per Covid, mentre a luglio sono 17 i pazienti ricoverati negli ospedali trentini. L'importanza dei [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato