Contenuto sponsorizzato

In occasione di Klimahouse, a Bolzano, ristoranti, negozi, alberghi diventano plastic free per la fiera di chi cerca idee sostenibili per la propria casa

Presentato il ricco programma di 150 appuntamenti in occasione della 15esima edizione di Klimahouse. Per l'occasione la fiera raggiungerà anche le vie del centro di Bolzano, dove 14 ristoranti, alberghi, bar e 7 negozi proporranno menù a km 0 e si impegneranno a non usare plastica. Il sindaco Caramaschi: "Sinergia tra padiglione e città sicuramente vincente per sensibilizzare i cittadini sulle tematiche della sostenibilità ed emergenza climatica" 

Di Lucia Brunello - 15 January 2020 - 20:22

BOLZANO. Dal 22 al 25 gennaio torna "Klimahouse", l'evento fieramente altoatesino leader nazionale sulla tematica della sostenibilità nell'edilizia, con ruolo pionieristico nella diffusione di tecnologie e innovazioni volte alla tutela dell'ambiente. Proprio in questi anni in cui l'emergenza del cambiamento climatico è sempre più avvertita e discussa, la fiera si pone l'obiettivo di accompagnare i suoi migliaia di visitatori verso una scelta più consapevole e sostenibile in fatto di costruzione e ristrutturazione, considerato che il consumo energetico degli edifici è responsabile di quasi 40% delle emissioni mondiali di CO2.

 

Al via quindi a consulenze gratuite, workshop, tour di edifici certificati per chi cerca ispirazioni per costruire o riqualificare la propria abitazione e le esposizioni di oltre 450 aziende del settore edilizio con i prodotti e sistemi costruttivi più innovativi del mercato nel rispetto dell’ambiente.

 

Quest’anno, inoltre, Klimahouse uscirà dalla zona industriale di Bolzano e porterà la manifestazione tra le vie del centro città con “Klimahouse x Bolzano” e i Tours “Living Experience”, organizzati dalla Fondazione Architettura Alto Adige. Ad essere coinvolti 14 ristoranti, alberghi e bar e 7 negozi del centro città che, dal 22 al 25 gennaio, proporranno menù a km0, o di filiera corta, e soprattutto si impegneranno a non usare posate, bottiglie o sacchetti in plastica. Le attività che aderiranno al progetto saranno riconoscibili grazie all’allestimento delle loro vetrine attorno al tema “For a better Future - Save our Planet”.

 

La presentazione della fiera è stata ospitata nella sala stampa del municipio di Bolzano con la presenza del sindaco Renzo Caramaschi, proprio come simbolo dell'impegno e dell'attenzione che la provincia è decisa a volgere alle tematiche della tutela ambientale . "Occasione per prendere consapevolezza sulla gravità dell'emergenza climatica  – inizia il sindaco -. e passare dalle parole ai fatti. L'iniziativa dell’amministrazione comunale di allestire in città degli stand in concomitanza della fiera, sono certo possa avere una sinergia di profondo significato nell'ottica di una sensibilizzazione che possa coinvolgere tutti, dai bambini agli anziani. Ben venga quindi questa campagna di educazione alla sostenibilità, con approfondimenti e proposte di possibili gesti che ognuno di noi possa applicare nel suo quotidiano”.

 

Durante il primo giorno della fiera, l'attenzione si concentrerà sul legno come materiale da costruzione, che simboleggia il legame tra tradizione e innovazione nell'industria edile di oggi e ha un potenziale quasi illimitato per le sfide future nel settore dell'edilizia. Il secondo giorno della conferenza si concentrerà sull'intelligenza artificiale e la robotica, la progettazione assistita da computer e i progetti realizzati con l'uso di moderne stampanti 3D, superando così i limiti di ciò che è attualmente strutturalmente possibile. Come di consueto, l'ultimo giorno del convegno sarà dedicato a progetti particolarmente innovativi della scena architettonica locale e internazionale, con nomi illustri come Louis Paillard, Jürgen Bartenschlag dello studio berlinese di Sauerbruch Hutton e Armand Paardekooper Overman dello studio di architettura olandese Mecanoo.

 

La sostenibilità e il ridotto impatto ambientale che garantiscono le nuove forme di progettazione oltrepassano gli spazi della fiera e rendono partecipi del confronto, non solo comunicatori e professionisti del settore, ma anche insegnanti, studenti e persone interessate al tema dell’attuale cambiamento climatico. Un problema cui sarà dedicato lo spazio di “Isola Ursa”, luogo di dibattito e confronto dove condividere conoscenze e idee per il futuro, ma soprattutto promuovere una consapevolezza e cultura della sostenibilità ambientale che abbraccia ogni aspetto della vita quotidiana.
 

A popolarsi per le iniziative di Klimahouse 2020 saranno anche gli spazi della Libera Università di Bolzano che saluterà l’inizio della fiera internazionale con un importante convegno dal titolo “Emergenza climatica: cosa succede in Alto Adige?” in calendario mercoledì 22 gennaio alle 9. L’appuntamento, organizzato per sensibilizzare pubblico e cittadinanza del capoluogo altoatesino sull’impellente tema del cambiamento climatico e sulle conseguenze ambientali dell’agire umano, vedrà la partecipazione di esperti locali, rappresentanti di enti di ricerca e relatori di spicco, tra cui anche Luca Mercalli, Presidente della Società Meteorologica Italiana.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 15 ottobre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Politica
17 ottobre - 13:20
Manifestazione del Patt per dire no alla Valdastico – A31 con uscita a Rovereto. Il segretario Simone Marchiori "Nessuno è mai riuscito a [...]
Cronaca
17 ottobre - 13:00
Inizialmente sembrava che i portuali dovessero tornare al lavoro già da oggi (17 ottobre), ma poi il Coordinamento dei lavoratori di Trieste ha [...]
Cronaca
17 ottobre - 11:54
L'episodio è avvenuto nelle prime ore di questa mattina nel veronese e sul posto si sono portati i soccorsi sanitari. La signora, fortunatamente, [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato