Contenuto sponsorizzato

La solidarietà lontana incontra quella vicina: prodotti equo-solidali e borse riciclate per aiutare le persone più fragili

Apre a Pergine un nuovo negozio Mandacarù che, per la nuova bottega, punta sul sostegno di e a Aurora, cooperativa sociale impegnata in percorsi di inserimento lavorativo per persone in difficoltà. Nel punto vendita non si troveranno, quindi, solo i tradizionali prodotti del commercio equo-solidale provenienti da Africa, Asia e America Latina, ma anche borse e accessori realizzati a mano, all'interno dei progetti della cooperativa, utilizzando scarti e materiali riciclati

Pubblicato il - 18 giugno 2020 - 17:44

PERGINE. Aiutare chi è lontano aiutando chi è vicino: è questo lo spirito che anima la nascita del nuovo negozio Mandacarù e Aurora in centro a Pergine. Le due cooperative trentine si sono infatti unite per promuovere la solidarietà lontana e vicina: acquistando prodotti da chi vive in Paesi lontani e ha difficoltà ad entrare nel mercato internazionale e, contemporaneamente,  dando una mano a chi abita vicino e fa fatica ad inserirsi nel mondo del lavoro.

 

Mandacarù, con 3.000 soci e 14 punti vendita in regione, da sempre si occupa di commercio equo e solidale mentre la cooperativa sociale Aurora, con 250 dipendenti, è attiva nella ricerca e creazione di percorsi di inserimento lavorativo per persone fragili. Il progetto, che affianca solidarietà e sostenibilità ambientale, è un esempio concreto di co-working e di sinergie che funzionano. 

 

Nel negozio Mandacarù di piazza Municipio a Pergine non si troveranno quindi solamente i tradizionali prodotti del commercio equo-solidale provenienti da Africa, Asia e America Latina, ma anche borse accessori realizzati a mano, all'interno dei progetti della cooperativa Aurora, utilizzando scarti e materiali riciclati.

 


 

Non solo: nel laboratorio, all’interno della bottega, sarà possibile ottenere riparazioni sartoriali e recuperare vecchi accessori, grazie ad una comune logica di fondo che valorizza il recupero piuttosto che l’usa e getta.

 

"Grazie alla collaborazione con Aurora - spiega Fausto Zendron, presidente di Mandacarù - abbiamo la possibilità di dare alla nostra azione una ricaduta positiva anche a livello locale, offrendo alla comunità nel centro del paese un nuovo servizio integrato. Tutto ciò grazie all’impegno quotidiano dei nostri soci volontari ai quali va un sentito ringraziamento".

 

"L'accordo con Mandacarù - aggiunge Nicoletta Molinari di Aurora - ci ha permesso di valorizzare maggiormente una risposta innovativa e creativa ai bisogni occupazionali del nostro territorio, convinti come siamo che i risultati migliori si ottengano attraverso la cooperazione tra soggetti diversi, ognuno portatore della sua unicità. E noi lo facciamo attraverso percorsi individualizzati di crescita personale e professionale, che permettano a ciascuno di sperimentare le proprie risorse, per arrivare ad un'integrazione con la propria realtà di riferimento, e al raggiungimento di un ruolo attivo nella propria vita e comunità".

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 settembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

24 settembre - 19:33

Sono 14 le persone che ricorrono alle cure del sistema sanitario, nessun paziente si trova in terapia intensiva ma 5 cittadini sono in alta intensità. Sono 5.402 i guariti da inizio emergenza e 556 gli attuali positivi. Nel rapporto odierno, giovedì 24 settembre, si specifica che 11 sono sintomatici e 1 caso è ascrivibile ai focolai scoppiati negli ultimi giorni sul territorio provinciale

24 settembre - 17:49

I tamponi analizzati sono stati 1.613. Oggi è stato individuato un caso di coronavirus alla scuola dell'infanzia della Sacra Famiglia di Trento

24 settembre - 18:12

Il giovane nigeriano ieri sera ne aveva già espulsi 21 ma da un secondo esame radiologico è risultato averne ancora è rimasto piantonato nel reparto di chirurgia, in attesa del processo per direttissima che si terrà non appena verrà dimesso dall'ospedale

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato