Contenuto sponsorizzato

Mentre le scuole chiudono in Trentino c'è il prof che su Youtube ha caricato duecento lezioni tra matematica e analisi scientifiche

Si chiama Elia Bombardelli ed oggi è uno degli youtuber più conosciuti per quanto riguarda le materie scientifiche. Professore al Liceo Galilei di Trento può contare su oltre 30 milioni di visualizzazioni delle sue lezioni: ''Nessuna esplosione improvvisa, come capitato ad altri. All’inizio ero timido e ora, se riguardo i primi video, noto tutta l’immaturità degli esordi''

Di Nereo Pederzolli - 05 marzo 2020 - 19:13

TRENTO. Insegnare coniugando scienza con divertimento. E farlo (cosa non da poco in questi tempi di quarantena, di studenti costretti a casa e di scuole chiuse per l'emergenza coronavirus) mettendo tutto il sapere in rete, disponibile su YouTube, sulle più abbordabili piattaforme digitali che Internet riesce a collegare. Un guizzo d’ingegno che vede un giovanissimo insegnante trentino tra i più ‘cliccati’ al mondo. E’ Elia Bombardelli, laurea in Fisica all’Università di Trento, master in Trentino, ma soprattutto assoluto pioniere della comunicazione scientifica a ‘portata di click’.

 

Ha iniziato quasi per gioco, nel 2012, appena laureato, postando sul suo canale Internet alcuni esperimenti scientifici che lui eseguiva filmandoli in proprio e spiegandoli ‘in diretta’. Senza alcuna forzatura. Lezioni con nozioni di matematica e specifiche analisi scientifiche. Video coinvolgenti, educativi. In tutto. Così nel giro di qualche mese ha visto crescere un numero di fan smisurato, incredibile: quasi 200 mila utenti che con i suoi video riescono ad apprendere nozioni basilari di matematica e di altre materie complicate.

 

Gira, monta e fa l’upload, continuando ad insegnare materie della Fisica al liceo Galilei di Trento, dove si è diplomato senza mai ostentare doti di genialità. Usando ora il web per insegnare al meglio, sia ai suoi studenti in aula e a schiere di alunni sparsi ovunque. Solo un dato: Elia Bombardelli – trentino doc, figlio di genitori di Cavedine, in Valle dei Laghi – giustamente chiamato ‘Professore’ può contare 30 milioni di visualizzazioni delle sue lezioni online. Un record. La sua community è una delle più seguite a tema scientifico e lui si confronta con una schiera di scienziati, astrofisici, critici della teoria matematica, opinionisti o divulgatori di ogni ‘alto sapere’. Coinvolto in convegni con star del web per portare ulteriori contributi alla YouTube Pop-up Space, una piattaforma con quasi 2 miliardi di utenti attivi.

 

Ma come nasce questo progetto, da dove scaturisce questo vero e proprio, guizzo d’ingegno? Elia Bombardelli lo spiega via web e importanti giornali lo citano, riportando – come fa La Repubblica e ne aveva parlato in passato anche il Dolomiti – il suo pensiero. Non tutti si possono permettere di pagare un insegnante che faccia lezioni private. Ecco perché ha cominciato a pubblicare quelle lezioni su YouTube senza immaginare che sarebbero diventare così popolari. Volto pulito, voce solare e la voglia di spiegare ai suoi studenti la matematica nel miglior modo possibile. Una tradizione di famiglia, visto che sia la madre sia il padre insegnano. Quando prese servizio come supplente al liceo Galilei, avendo da sempre la passione del filmare e del montaggio, gli venne in mente di realizzare dei brevi video per aiutare a ripassare le lezioni. O per dare una mano virtuale ai tanti ragazzi che in questi mesi estivi sono alle prese con debiti formativi ed esami di riparazione a settembre.

 

''Avevo visto alcune videolezioni all’Università - ricorda il professor Bombardelli -. Mi sono però accorto che non c’era molto materiale in lingua italiana per i miei studenti del liceo. Ho cominciato poco prima di entrare in classe. Poi quei video hanno preso a diffondersi. Il canale si è allargato e ora collaboro con l’Università di Trento aggiungendo esperimenti di fisica alle lezioni di matematica''. I capitoli più gettonati? ''Cos’è e come trovare il dominio di una funzione'' (629mila visualizzazioni) e “Introduzione al concetto di limite” (592mila). Di limiti alla sua attività di prof youtuber Bombardelli, invece, non ne vuole sentir parlare. Anzi, si prepara a un nuovo giro di boa: entro la fine dell’ anno scolastico 2019 riuscirà a completare le videolezioni fondamentali di tutto il programma del liceo e potrà dunque dedicarsi a nuovi progetti, grazie anche alla fama conquistata illustrando ellissi, equazioni differenziali e teoremi.

 

Un lavoro titanico, con oltre duecento lezioni ‘in presa diretta’ brevi e chiare, aggiunte al ritmo di tre o quattro al mese. Per quanto semplici (non si tratta di fiction elaborate), ogni puntata richiede comunque sei ore di lavoro, fra preparazione, riprese e montaggio. Ed Elia Bombardelli ha fatto tutto gratis. Però YouTube, due anni fa, gli ha affiancato un consulente per aiutarlo a sfruttare al meglio la piattaforma di condivisione video. ''Il successo è stato graduale - spiega il professore -. Nessuna esplosione improvvisa, come capitato ad altri. All’inizio ero timido e ora, se riguardo i primi video, noto tutta l’immaturità degli esordi''.

 

Le sue videolezioni piacciono anche ai colleghi, che a volte gli danno dei suggerimenti o gliene chiedono. E son piaciute fin dall’inizio alla sua professoressa di matematica del Galilei, ora sua collega, che lo ha spinto a continuare dopo aver visto i primi esperimenti. Pronto per altri traguardi e al servizio di una Scienza libera. Alla portata di tutti con un semplice click.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.21 del 23 Ottobre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

24 ottobre - 11:55

Dopo le affermazioni di papa Francesco sulle famiglie omosessuali, il mondo cattolico si interroga, tra gli attacchi dei più conservatori e le tante attestazioni di approvazione. Don Marcello Farina: "Parole bellissime. Come cristiani non abbiamo il diritto di imporre agli altri il nostro modo di vivere. La cosa che conta di più è il rispetto per le persone"

24 ottobre - 16:11

Nuova ordinanza in vista per l'Alto Adige. In una video-conferenza con i sindaci altoatesini, il presidente della Provincia di Bolzano Arno Kompatscher ha annunciato la volontà di dar vita a misure mirate per contenere il contagio nei cosiddetti Comuni-Cluster. Avendo come esempio Monguelfo-Tesido e Sesto Pusteria, le realtà che manifesteranno una situazione preoccupante vedranno l'applicazione di provvedimenti calibrati in base alla gravità dei casi

24 ottobre - 11:24

Secondo le indagini l'associazione Magna Grecia non avrebbe svolto il ruolo di aggregazione culturale ma sarebbe invece stata usata per fini 'ndranghetisti'. Le accuse vengono respinte dal presidente Giuseppe Paviglianiti che ha spiegato ai giudici che le quote raccolte venivano usate per coprire le spese sostenute per l'organizzazione di eventi e date in parte in beneficienza per aiutare alcuni enti 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato