Contenuto sponsorizzato

Nuova edizione del contest di giornalismo partecipativo. In palio un contratto da free lance con Il Dolomiti

A breve partirà la quarta edizione del fortunato contest promosso da Tempora Onlus con il patrocinio di importanti enti e istituzioni. Per iscriversi c'è tempo fino al 16 febbraio. In palio ricchi premi: il primo classificato potrà formarsi collaborando con Il Dolomiti e vincere un iPad Apple, un libro e l'attestato di partecipazione

Di Arianna Viesi - 30 gennaio 2020 - 13:33

TRENTO. Sono aperte le iscrizioni per la quarta edizione del "Contest di Giornalismo partecipativo" promosso da Tempora Onlus (QUI MODULO ISCRIZIONE). L'iscrizione deve essere effettuata online entro le 24.00 del 16 febbraio 2020.  "Quella che si appresta ad iniziare - spiega Giovanna Venditti, anima del contest - sarà un'edizione ricca di novità e contenuti".

 

 

Il progetto "Comunità e narrazione - Contest di giornalismo partecipativo", come sottolinea Venditti, "vuole incentivare prospettive di sviluppo locale, in un'ottica innovativa e tecnologica, con strategiche collaborazioni di rete. In questi anni il progetto è cresciuto, coinvolgendo sempre più giovani e sempre più partner. Un progetto unico nel suo genere che, negli anni scorsi, ha dato opportunità lavorative concrete a tanti iscritti".

 

Il contest è aperto a giovani dai 18 ai 35 anni e prevede 12 incontri tematici sul giornalismo, replicati su tre sedi: Trento, Rovereto e Segonzano. A questi, si aggiungono 7 eventi speciali, aperti alla cittadinanza: si parlerà di giornalismo d'inchiesta e disinformazione, uffici stampa e storia d'Italia, e tanto altro. Alla fine degli incontri è previsto un percorso esperienziale online con enti di prestigio. I partecipanti verranno valutati sulla base dei risultati raggiunti durante il periodo di tirocinio in remoto e sulla base di un elaborato che dovranno consegnare al termine dell'esperienza.

 

 I premi in palio, anche quest'anno, sono di assoluto rilievo. Il primo classificato si aggiudicherà un contratto free lance di un anno con Il Dolomiti, oltre ad un iPad Apple, un libro e l'attestato di partecipazione. Un'occasione speciale, e unica, per confrontarsi con una redazione ed entrare nel mondo del lavoro. Spazio anche agli altri classificati (sono previsti premi fino alla sesta posizione): anche al secondo e al terzo classificato andranno un iPad, un libro e l'attestato. Per il quarto, il quinto e il sesto, invece, un tablet di ultima generazione, libro e attestato. Per tutti gli ammessi al contest libro e attestato di partecipazione. Il contest, inoltre, è riconosciuto dall'Ordine dei giornalisti e garantisce crediti formativi. 

 

Tanti i partner che, anche quest'anno, hanno voluto rinnovare il proprio sostegno al progetto. "Siamo orgogliosi di accompagnare questo contest dal 2017 - spiega Massimiliano Pilati del Forum Trentino per la pace e i diritti umani -. Il tema del giornalismo partecipativo, oggi, è fondamentale. Mi piace poi sottolineare il nome dato a questo progetto: 'Comunità e narrazione'. Mai come oggi abbiamo bisogno di comunità e abbiamo bisogno che, questa comunità, venga raccontata. Negli scorsi anni ho avuto il piacere e l'onore di far parte della giuria del contest. E' stato belle vedere come gli iscritti, ciascuno a proprio modo, si sono approcciati a questa 'narrazione'. Il grande merito di questo progetto è quello di regalare ai nostri giovani questa consapevolezza". 

 

 

Il progetto vanta il sostegno di partner di assoluta levatura: Provincia autonoma di Trento, Comune di Trento, Comune di Rovereto, Comune di Segonzano, Comune di Cembra-Lisignago, Comune di Albiano, Forum Trentino per la pace e i diritti umani, Fondazione Alcide De Gasperi, UnderTrenta, Sistema Bibliotecario Trentino, Centro per la Cooperazione internazionale, Opera Armida Barelli, Salto.Bz, UniMondo, Cassa Rurale Alta Valsugana. 

 

"Abbiamo avuto un enorme riscontro sul territorio - commenta Caterina Fassani, consigliera comunale del Comune di Cembra-Lisignago -. L'anno scorso uno dei 'nostri' ragazzi è stato anche tra i vincitori. Speriamo che questa collaborazione continui anche negli anni a venire". Grande soddisfazione è stata espressa anche dall'assessora comunale e vicesindaca di Trento Chiara Franzoia: "Sosteniamo con gioia questo contest perché rientra appieno negli obiettivi delle nostre politiche giovanili".

 

Quest'anno, Tempora Onlus è riuscita ad aggiungere un nuovo partner alla già nutrita lista di collaborazioni: Salto.Bz, giornale online altoatesino. "Siamo cinque giornalisti fissi - spiega Christoph Franceschini, caporedattore della testata - e ci aiutano circa una ventina di collaboratori. Siamo felici di questa nuova collaborazione perché siamo nati con il giornalismo partecipativo. Uniamo due culture, quella italiana e quella tedesca, che rappresentano anche due modi diversi di fare giornalismo. Siamo contenti di dare ai giovani l'opportunità di confrontarsi con una vera e propria redazione".

 

Come già detto sono previsti 12 incontri tematici, replicati sulle tre sedi operative (si partirà il 17 febbraio a Segonzano, il 18 a Rovereto e il 20 a Trento). I relatori che interverranno sono esperti del giornalismo, dell'editoria e della comunicazione. 

 

- "Presentazione progetto, testimonianze"

- "La notizia e le fonti. Struttura giornale online"

- "L'Autonomia oggi"

- "Giornalismo sociale: disabilità e media"

- "Giornalismo di comunità"

- "Diritto all'informazione nella UE"

- "Giornalismo bilingue e d'inchiesta"

- "Giornalismo televisivo"

- "Giornalismo sportivo"

- "Geopolitica e conflitti nel mondo"

- "Data journalism"

- "Avvio percorso esperienziale"

 

A questi interventi, si aggiungeranno 7 eventi speciali aperti alla cittadinanza. Eccoli:

 

- "Scrivere digitale: una cassetta degli attrezzi" con Luisa Carrada (Trento, 5 marzo)

- "A scuola dall'Ufficio Stampa della Pat" con Giampaolo Pedrotti (Trento, 18 marzo)

- "Esistenze rammendate: ricucire le esistenze attraverso la scrittura" con Riccardo Mazzeo (Cembra, 19 marzo)

- "Retrospettiva sull'Europa. Alle origini del progetto comunitario" con Marco Odorizzi (Rovereto, 20 marzo)

- "L'era della disinformazione: il caso di scuola dell'America Latina" con Gennaro Carotenuto (Rovereto, 30 marzo)

- "Geopolitica dei media" con Zouhir Louassini (Albiano, 8 aprile)

- "Giornalismo d'inchiesta e storia d'Italia" con Giovanni Fasanella (Trento, 14 aprile)

 

Alla fine degli incontri, i giovani ammessi al contest (per essere ammessi alla fase finale è necessario non aver superato le ore d'assenza previste dal regolamento) affronteranno un percorso esperienziale, in remoto, con enti di prestigio con i quali Tempora Onlus collabora da anni. "Per alcuni degli iscritti agli anni precedenti - spiega Giovanna Venditti - si sono aperte opportunità lavorative proprio durante queste esperienze. Infatti, al di là del primo premio (il vincitore del 2018 ora lavora in pianta stabile in redazione a Il Dolomiti), il contest offre reali opportunità professionali ai giovani".

 

I partecipanti dovranno, infine, confrontarsi con l'elaborazione di uno scritto tematico inedito, a scelta su tre tracce indicate, la cui valutazione sarà sottoposta ad una giuria di esperti.

 

Per iscriversi c'è tempo fino al 16 febbraio. Per ulteriori informazioni si può contattare direttamente Tempora Onlus all'indirizzo redazione.temporaonlus@gmail.com o al numero 3425144241.

 

 

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 19 settembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

22 settembre - 20:12

Sono 13 le persone che ricorrono alle cure del sistema sanitario, nessun paziente si trova in terapia intensiva ma 5 cittadini sono in alta intensità. Sono 5.355 i guariti da inizio emergenza e 558 gli attuali positivi

22 settembre - 21:05

Il Partito Democrativo è la prima forza politica ma a Mosaner non basta: il sindaco uscente dovrà vedersele con la leghista Cristina Santi al ballottaggio. Mauro Malfer l’ago della bilancia

22 settembre - 19:19

Nulla da fare per Roberto Valcanover che, sostenuto dal Patt, Coesione oltre l'ordinario e Fare comunità, si è fermato al 26%

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato